L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Fargo – La quarta stagione arriverà nel 2019

Fargo – La quarta stagione arriverà nel 2019

Di Lorenzo Pedrazzi

Lo scorso giugno, Noah Hawley dichiarò che la terza stagione di Fargo sarebbe potuta essere l’ultima, ma evidentemente ha cambiato idea: a rivelarlo è stato John Landgraf, presidente di FX, durante il tour invernale della Television Critics Association.

Il talentuoso sceneggiatore e regista, autore anche di Legion, aveva dichiarato che «c’è solo un numero limitato di storie che puoi raccontare in quella vena», e che «per il momento non ne ho un’altra», eppure qualcosa dev’essere cambiato negli ultimi mesi. Ecco le parole di Landgraf:

Noah, che ormai è sempre più impegnato, non solo con Legion [ma anche con romanzi e film], ci ha detto che ha un’idea per un quarto ciclo, e questa cosa ci entusiasma enormemente. Il piano è che sia pronto per il 2019.

Insomma, pare che l’ispirazione abbia colpito Noah Hawley dopo le dichiarazioni “apocalittiche” di sette mesi fa, e che la quarta stagione di Fargo si farà. Vi terremo aggiornati.

fargo

LEGGI ANCHE: La recensione della première della terza stagione di Fargo

Nella terza stagione, Ewan McGregor interpreta i fratelli Emmit e Ray Stussy: la sua performance gli è valsa il premio come Miglior Attore in Una Miniserie.

Emmit Stussy è il Re dei Parcheggi del Minnesota. Affascinante padre di famiglia e magnate delle proprietà immobiliari, Emmit si è fatto da solo, e vede se stesso come la tipica storia americana di successo. Suo fratello minore, Ray Stussy, somiglia invece a una parabola ammonitrice. Stempiato, panciuto, Ray è il tipo di persona che ha raggiunto il suo apice durante il liceo. Ora fa l’agente di custodia, e nutre un certo rancore verso le sfortune che gli sono capitate, delle quali incolpa suo fratello.

Ciò significa che Ewan McGregor presta il volto a due personaggi: da un lato Emmit, bello e di successo, dall’altro Ray, imbruttito dagli anni e incattivito dalla sorte. Sarà interessante vedere il lavoro di make-up su quest’ultimo, dato che fisicamente McGregor è molto più vicino a Emmit.

Carrie Coon è invece la protagonista femminile, e interpreta Gloria Burgle, “una donna pragmatica che afferra l’estintore quando il bacon prende fuoco e tutti vanno nel panico” (insomma, è una donna pronta all’azione). Gloria è il capo della polizia di Eden Valley: appena divorziata, fatica a capire questo nuovo mondo dove le persone si relazionano in modo più intimo con i propri cellulari che con la gente che sta loro di fronte. Il suo vice è Donny Mashman (Jim Gaffigan).

Mary Elizabeth Winstead presta il volto a Nikki Swango, una ragazza furba e seducente che è appena stata rilasciata su cauzione, appassionata di bridge competitivo; è una donna con un piano sempre pronto, e s’impegna a essere almeno un passo avanti rispetto ai suoi avversari. Scoot McNairy è invece Maurice LeFay, un ex detenuto e tossicodipendente, mentre Hamish Linklater interpreta Larue Dollars, un agente dell’Internal Revenue Service (agenzia governativa che si occupa di riscuotere le tasse) che non tollera minimamente i truffatori: sprovvisto di una bilancia morale, crede che anche il più piccolo truffatore non sia diverso dal peggiore dei criminali. David Thewlis (Harry Potter, War Horse, Wonder Woman) è V.M. Vargas, tipo solitario e vero capitalista che comunicherà a Emmit una cattiva notizia: i datori di lavoro di Vargas – i cui interessi sconfinano nell’illegalità – sono appena diventati suoi partner.

Nel cast anche Michael Stuhlbarg (Sy Feltz, il braccio destro di Emmit), Shea Whigham (il Capo della polizia Moe Dammick), Karan Soni (il Dr. Homer Gilruth), Fred Melamed (il carismatico Howard Zimmerman, che ama raccontare storie e incassare profitti) e Thomas Mann (lo scrittore di fantascienza Thaddeus Mobley).

fargo-3-winstead

La terza stagione di Fargo è ambientata nel 2010, quattro anni dopo gli eventi della prima. Noah Hawley ha parlato di alcuni temi al centro della trama:

La nostra prima stagione era ambientata nel 2006, ma non ci siamo occupati di come sia realmente la vita in quella regione in un mondo più contemporaneo. Mi piace l’idea che stiamo vivendo in una cultura orientata dai selfie – la gente fotografa ciò che sta mangiando per farlo vedere agli altri [su internet] – e questa dinamica sociale sembra molto antitetica rispetto al pragmatismo luterano di quei luoghi. Molti aspetti delle nostre storie criminose ruotano attorno alla difficoltà delle persone nell’esprimere loro stesse e nel comunicare.

Fonte: TV Line

Se le serie TV sono il tuo pane quotidiano e non puoi farne a meno, non perderti #BingeLove, la sketch comedy targata ScreenWEEK.it, e iscriviti al nostro gruppo dedicato alle serie TV, costantemente aggiornato con tutte le novità legate al mondo del piccolo schermo!

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

We Are Who We Are: la recensione della serie Sky di Luca Guadagnino 21 Settembre 2020 - 16:38

Una storia di crescita e scoperta della propria identità sessuale, in una serie che si presenta come il sequel spirituale di Chiamami col tuo nome

I Croods 2 – Una Nuova Era: ecco IL TRAILER, torna la famiglia preistorica! 21 Settembre 2020 - 15:02

Come promesso, ecco il trailer de I Croods 2 – Una Nuova Era, il film DreamWorks, che segna il ritorno della prima famiglia dell’era preistorica.

Spawn – Jason Blum dice che il copione sarà modificato in seguito alle tensioni razziali negli USA 21 Settembre 2020 - 15:00

Jason Blum spiega per quale ragione il nuovo film di Spawn sia tuttora bloccato in un limbo: la sceneggiatura deve cambiare in seguito al clima di tensione razziale che pervade gli Stati Uniti.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.