L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Da Candyman a The Midnight Man: il cinema evoca i suoi demoni

Da Candyman a The Midnight Man: il cinema evoca i suoi demoni

Di Filippo Magnifico

LEGGI ANCHE: Robert Englund: una carriera da incubo!

Filastrocche, rituali, regole da rispettare in maniera categorica. Molto spesso l’orrore è accompagnato da queste cose. Anche una seduta spiritica, del resto, va fatta rispettando alcuni punti fondamentali e il cinema (non solo) horror è lì per ricordarcelo.

Tra gli esempi più recenti possiamo citare The Midnight Man, l’ultima fatica di Travis Nicholas Zariwny (Travis Z), regista del remake di Cabin Fever. Una storia che trae origine dal genere Creepypasta e più nello specifico dal “Gioco di Mezzanotte”, tramite il quale è possibile evocare una figura soprannaturale conosciuta come “Midnight Man”. L’ultimo di una lista di grandi demoni che hanno alimentato gli incubi degli spettatori di tutto il mondo.

In alcuni casi i rituali possono essere molto semplici. Per evocare Candyman, ad esempio, il figlio dello schiavo di una piantagione in Louisiana brutalmente torturato e ucciso nella seconda metà dell’800, è sufficiente guardare la propria immagine riflessa in uno specchio e pronunciare per cinque volte il suo nome. Il suo spirito sarà così evocato, a vostro rischio e pericolo.
Molto simile anche il modo di evocare Betelgeuse, il “bio-esorcista” frutto della mente di Tim Burton. In questo caso è sufficiente ripetere tre volte il suo nome, che si pronuncia “Beetlejuice “, con risultati decisamente più esilaranti.

Perché esistono anche demoni spassosi, sia chiaro, ma sono sul serio rari da trovare. Ce lo ha dimostrato anche Sam Raimi negli anni ’80, con il suo Evil Dead (arrivato nelle nostre sale con il titolo La Casa). Cosa ci ha insegnato quel film? Che leggere le frasi scritte con il sangue sulle pagine di un libro rilegato in pelle umana non è una buona idea, soprattutto se vi trovate in una casa sperduta tra i boschi, isolati dal resto del mondo.
Anche Jennifer Kent lo sa bene, per il suo mostro, Mister Babadook, ha creato uno suggestivo (e più che mai inquietante) libro pop-up ma per quanto bello lettura è più che mai sconsigliata.

Frasi, parole magiche ma anche regole da seguire. Usare una tavola ouija, ad esempio, non è certo semplice, lo abbiamo visto nei recenti Ouija e Ouija – L’origine del male. Non bisogna MAI usarla da soli e più di ogni altra cosa non bisogna mai usarla in luoghi particolarmente popolati da spiriti, come ad esempio cimiteri. Lo sappiamo noi ma non sembrano mai saperlo i protagonisti dei film che, inspiegabilmente, riescono sempre ad infrangere ogni regola (poveri loro!).

Ci sono casi, poi, in cui per evocare i demoni serve un bel po’ di ingegno. Il Cubo di Lemarchand, ad esempio, presente nella saga Hellraiser partorita dalla mente di quel genio conosciuto con il nome di Clive Barker (lo stesso che ha creato Candyman), è un intricato rompicapo, risolvibile solo da chi desidera sul serio conoscere i segreti che si celano al suo interno. Il premio? Un varco tra il nostro mondo, che per certi versi è già parecchio inquietante, e un’altra dimensione, popolata da demoni conosciuti con il nome di Cenobiti o Supplizianti. Il loro compito è far provare ai malcapitati che incrociano la loro strada “piaceri” che vanno al di là dell’umana concezione (e sopportazione). Piaceri per modo di dire, che non corrispondono allo stare sdraiati su di un’amaca alle Hawaii.

Film dopo film, fino ad arrivare al già citato The Midnight Man, in arrivo nelle nostre sale l’11 gennaio. Da Creepypasta al grande schermo, il “Gioco di Mezzanotte” ci permette di evocare il Midnight Man, un essere in grado di rendere concrete le nostre più grandi paure. Per farlo, però, bisogna rispettare determinate regole, che comprendono l’uso di:

– Una candela
– Una porta di legno
– Almeno una goccia del vostro sangue
– Un pezzo di carta
– Fiammiferi o un accendino
– Sale

Troppo impegno? Allora non dovete fare altro che correre al cinema per vedere i suoi effetti sul grande schermo. Lì il Midnight Man non può fare altro che donare dei sani brividi, pronti a scomparire una volta arrivati i titoli di coda. Che siano i protagonisti sul grande schermo a provare questi giochi, lasciando noi come semplici spettatori.

Se i film Horror sono il tuo pane quotidiano e non puoi farne a meno segui la pagina Facebook Noi fan dell’Horror, costantemente aggiornato con tutte le novità legate all’universo dei brividi, e iscriviti al nostro gruppo dedicato a tutti fan dell’Horror!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

We Are Who We Are: la recensione della serie Sky di Luca Guadagnino 21 Settembre 2020 - 16:38

Una storia di crescita e scoperta della propria identità sessuale, in una serie che si presenta come il sequel spirituale di Chiamami col tuo nome

I Croods 2 – Una Nuova Era: ecco IL TRAILER, torna la famiglia preistorica! 21 Settembre 2020 - 15:02

Come promesso, ecco il trailer de I Croods 2 – Una Nuova Era, il film DreamWorks, che segna il ritorno della prima famiglia dell’era preistorica.

Spawn – Jason Blum dice che il copione sarà modificato in seguito alle tensioni razziali negli USA 21 Settembre 2020 - 15:00

Jason Blum spiega per quale ragione il nuovo film di Spawn sia tuttora bloccato in un limbo: la sceneggiatura deve cambiare in seguito al clima di tensione razziale che pervade gli Stati Uniti.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.