Condividi su

20 gennaio 2018 • 18:00 • Scritto da Lorenzo Pedrazzi

Bright – La nuova featurette ci porta nel mondo del film

Netflix ha pubblicato una featurette di Bright che ci permette di esplorare il backstage e il mondo del film, con il regista e i protagonisti.
0

LEGGI ANCHE: La recensione di Bright

Bright è disponibile su Netflix da quasi un mese, e la piattaforma on-line ha pensato di accompagnarci dietro le quinte del film con una nuova featurette.

L’approfondimento non si limita a mostrare il backstage, ma si concentra sul peculiare universo in cui è ambientata la storia, un presente alternativo dove le creature della mitologia e del folclore – elfi, orchi, fate… – esistono davvero. Tale melting pot si riflette nella struttura sociale di questo mondo, dove gli elfi sono la classe privilegiata, gli orchi sono discriminati e relegati ai mestieri più “umili”, mentre gli umani si collocano nel mezzo. La featurette ci permette inoltre di esplorare le ambientazioni del film, che il regista David Ayer (End of Watch, Fury, Suicide Squad) ha deciso di girare nella Los Angeles della sua infanzia, soprattutto nei quartieri caratterizzati da un’alta densità di immigrazione; c’è anche spazio per il trucco orchesco di Joel Edgerton e per altri dettagli della produzione.

La storia di Bright ruota attorno a Nick Jacoby (Joel Edgerton) e Daryl Ward (Will Smith), due agenti di polizia che incappano in una potentissima arma illegale: una bacchetta magica. Potrete vedere la featurette sotto la sinossi ufficiale.

Ambientato in un presente alternativo in cui umani, orchi, elfi e fate convivono fin dalla notte dei tempi, Bright è un film d’azione che stravolge i canoni del genere.
Durante un pattugliamento notturno di routine, due poliziotti di estrazione molto diversa, Ward (Will Smith) e Jakoby (Joel Edgerton), incontrano una forza oscura che cambierà il loro futuro e il mondo in cui vivono.

LEGGI ANCHE: Annunciato ufficialmente il seguito di Bright

Bright, acquisito da Netflix, è il film più costoso nella storia della piattaforma on-line, con un investimento superiore a 90 milioni di dollari: il budget di produzione ammonta “solo” a 45 milioni, mentre il denaro restante è destinato agli autori e agli attori coinvolti, tra cui ben 3 milioni per il solo Max Landis (una delle cifre più alte che siano state pagate negli ultimi anni per uno spec script, ovvero un copione scritto su libera iniziativa dello sceneggiatore, non su commissione).

Bright è R-rated, e Netflix ha garantito una certa libertà da questo punto di vista. Nel cast anche Noomi Rapace, Lucy Fry e Ike Barinholtz.

bright-joel-edgerton-will-smith

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *