L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Pacific Rim: La rivolta – Una featurette ci porta dietro le quinte del film

Pacific Rim: La rivolta – Una featurette ci porta dietro le quinte del film

Di Lorenzo Pedrazzi

GUARDA ANCHE: Il primo trailer di Pacific Rim: Uprising

Due mesi dopo il primo trailer, scopriamo alcune scene inedite di Pacific Rim: La rivolta grazie a una featurette giapponese che ci porta dietro le quinte del film.

Il regista Stephen S. DeKnight e gli attori John Boyega, Rinko Kikuchi e Scott Eastwood elogiano le ambizioni spettacolari di questo sequel, citando inoltre il glorioso retaggio dei mecha giapponesi che il film si propone di omaggiare. Tra le scene inedite, un duro scontro fra due Jaeger immersi in un paesaggio ghiacciato.

Potrete vedere la featurette sotto la sinossi:

Il conflitto di scala mondiale tra i devastanti mostri di un altro mondo e le super-macchine progettate per eliminarli era solo il preludio della guerra totale che vedremo in Pacific Rim: La rivolta.

John Boyega (Star Wars: Il risveglio della Forza) interpreta il ribelle Jake Pentecost, un tempo promettente pilota di Jaeger il cui leggendario padre diede la vita per assicurare la vittoria degli umani contro i mostruosi Kaiju. Da allora, Jake ha abbandonato il suo addestramento ed è stato risucchiato dal sottomondo criminale. Ma quando una minaccia ancor più inarrestabile viene scatenata per radere al suolo le nostre città e mettere il mondo in ginocchio, gli viene data un’ultima possibilità di onorare il retaggio del padre da sua sorella, Mako Mori (Rinko Kikuchi), che sta guidando un’audace nuova generazione di piloti cresciuti all’ombra della guerra. Mentre cercano giustizia per i caduti, la loro unica speranza è unire le forze in un’insurrezione globale contro le forze dell’estinzione.

A Jake si aggiungono il talentuoso pilota rivale Lambert (Scott Eastwood) e l’hacker quindicenne Amara (Cailee Spaeny), mentre gli eroi del PPDC diventano l’unica famiglia che gli rimane. Affermandosi come la più grande forza di difesa che abbia mai solcato la Terra, imposteranno la rotta per un’avventura spettacolare, nuovissima e di alto livello.

GUARDA ANCHE:

I primi poster di Pacific Rim: Uprising

Il primo teaser di Pacific Rim: Uprising e la descrizione dei nuovi Jaeger

I poster di Pacific Rim: Uprising con i nuovi Jaeger

Ecco Gipsy Avenger, evoluzione di Gipsy Danger in Pacific Rim: Uprising

Charlie Hunnam spiega perché non sarà in Pacific Rim: Uprising

Stephen S. DeKnight annuncia la fine delle riprese di Pacific Rim: Uprising

Prima immagine dei nuovi Jaeger in Pacific Rim: Uprising

John Boyega è il figlio di Stacker Pentecost nella prima foto di Pacific Rim: Uprising

Prima immagine di Scott Eastwood in Pacific Rim: Uprising

La prima versione della sceneggiatura di Pacific Rim: La rivolta è opera di Jon Spaiths (Prometheus, Passengers, Doctor Strange), è stata riscritta da Derek Connolly (Safety Not Guaranteed, Jurassic World). Guillermo Del Toro resta coinvolto in veste di produttore, ma la sua agenda è – come al solito – molto piena, e probabilmente ha voluto lasciare la regia a Stephen S. DeKnight (showrunner della prima stagione di Daredevil e creatore di Spartacus) per dedicarsi all’adattamento di Scary Stories to Tell in the Dark (senza dimenticare altri suoi progetti come Silver e il remake di Viaggio allucinante).

John Boyega interpreterà Jake Pentecost, il figlio di Stacker Pentecost (Idris Elba), mentre Cailee Spaeny sarà la protagonista femminile; nel cast anche Scott Eastwood, Jing Tian, Levi Meaden, Adria Arjona e Zhang Jin. Non tornerà Charlie Hunnam, ma ci sarà Rinko Kikuchi.

L’uscita americana è attesa per il 23 marzo 2018.

Fonte: ComicBook.com

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

EXCL – Joachim Rønning sul futuro di Pirati dei Caraibi 18 Ottobre 2019 - 21:00

La nostra Sonia ha intervistato Joachim Rønning, regista di Maleficent - Signora del male e dell'ultimo capitolo delle avventure dei Pirati dei Caraibi. Una domanda sul futuro della saga con il pirata Johnny Depp era praticamente obbligatoria…

Le 10 serie più viste su Netflix, secondo Netflix 18 Ottobre 2019 - 21:00

Dati analitici (finalmente) alla mano, ecco quali sono le 10 serie più viste su Netflix!

La Casa: Sam Raimi ha già scelto il regista del nuovo capitolo della saga 18 Ottobre 2019 - 20:00

La saga horror Evil Dead, lanciata da Sam Raimi negli anni ’80, tornerà sul grande schermo con un nuovo film, che a quanto pare ha già un regista...

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.