I Migliori Film del 2017 secondo ScreenWEEK – La classifica di Andrea

I Migliori Film del 2017 secondo ScreenWEEK – La classifica di Andrea

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: I MIGLIORI FILM DEL 2017 – LA CLASSIFICA DI FILIPPO

I miei gusti cinematografici e televisivi sono spesso oggetto di scherno da parte dei colleghi: tendo ad essere perentorio, di solito qualcosa mi piace da impazzire o non mi piace affatto (ed in verità questa seconda opzione è molto più frequente della prima). Al contrario delle “solite” classifiche, che finiscono per essere una commistione dei vari gusti della redazione, stavolta questa classifica è totalmente mia: fra i miei film preferiti del 2017 c’è qualche presenza ovvia, ci sono un paio di sorprese e forse anche un paio di ingressi sconcertanti per alcuni. De gustibus…

10 – MOONLIGHT

Il film vincitore dell’Oscar come miglior film del 2017 è un racconto di formazione atipico e classico al tempo stesso; un film che arriva in un momento socio-politico perfetto e che conquista pacatamente. Forse appunto un po’ troppo figlio del suo tempo, ma bellissimo; la ricerca di una identità quasi impossibile da accettare e riconoscere, in 3 diversi atti delineati da una fotografia perfetta e malinconica.

9 – L’INGANNO

Il film di Sofia Coppola è femminile senza essere femminista, dipingendo delle protagoniste estremamente realistiche, a tratti quasi negative. Un cast stellare per il secondo adattamento del romanzo A Painted Devil del 1966, che fra le sue straordinarie interpreti, una cura quasi maniacale nella costruzione delle scenografie e dei costumi ed un impianto narrativo a tratti sconcertante si merita sicuramente una posizione nella mia classifica.

8 – THE ARRIVAL

“Oh no, un altro film sul paradosso temporale…?” E’ la mia frase di rito quando sul grande schermo le leggi fisiche del tempo vengono piegate dagli scienziati o dai maghi di turno. Di solito, ne deriva un gran casino. Questa volta però l’approccio è delicatissimo e la fantascienza è talmente vicina da poter facilmente passare per attuale e realistica… Amy Adams è perfetta (grande esclusa dalle nomination agli Oscar), i tempi del film – rimanendo in tema – anche… Unica nota di demerito (personale) il character design degli alieni.

7 – DOVE CADONO LE OMBRE

Unico film italiano nella mia classifica, il sottovalutatissimo Dove Cadono le Ombre racconta una storia agghiacciante la cui trama affonda le sue radici in una realtà sconosciuta ai più. Una Svizzera di cui non sospettavamo le politiche al centro di un genocidio psicologico che la regista della pellicola, nota documentarista, ha deciso di raccontare in un film drammatico, capace di arrivare al cuore degli spettatori molto meglio di un documentario. Se non lo conoscete, vi consiglio vivamente di recuperarlo. Ma solo in un giorno in cui non vi sentite particolarmente giù.

6 – GUARDIANI DELLA GALASSIA VOL. 2

Sono uno dei pochissimi a dirlo, ma il secondo Guardiani della Galassia mi è piaciuto molto più del primo. Forse, da amante dei fumetti Marvel, ho avuto bisogno di un po’ di tempo per somatizzare l’impostazione (differente dai comics) del primo film – che in ogni caso mi è piaciuto moltissimo – di Groot e compagni, mentre mi sono goduto completamente il secondo, con tutte le sue citazioni e le sue iperboli. Stellare.

5 – LA BELLA E LA BESTIA

Ero incredibilmente prevenuto, lo ammetto. Non solo i casting non mi sembravano azzeccati, ma prima della visione avevo sentito alcune delle canzoni “rivisitate”, ed ero pronto a gridare alla blasfemia all’interno della sala. Invece il live-action de La Bella e la Bestia si appoggia sul cartone classico in maniera agevole, gradevole e delicata, addirittura andando ad esplorare alcuni aspetti incompleti dell’originale colmando alcuni buchi di trama che da bambini non avevamo per nulla colto. Hermione (è incredibile che alcune delle nuove generazioni non la conosceranno forse mai con questo nome) si è rivelata perfettamente credibile nel ruolo di Belle, e in definitiva devo ammetterlo… Le lacrime non sono mancate. Una perfetta rivisitazione di un classico, destinata a diventare un grande classico a sua volta.

4 – KING ARTHUR: IL POTERE DELLA SPADA

Di nuovo, mi trovo ad essere uno dei pochissimi ad aver elogiato il film di Guy Ritchie, con protagonista un perfetto Charlie Hunnam nel ruolo di Artù: nonostante una regia ed un montaggio di altissimo livello il film non ha purtroppo convinto pubblico e critica. Forse l’amore per questo film è un rimando del mio amore sconfinato per la saga di Artù, che dai libri di Thomas Mallory a quelli di Marion Zimmer-Bradley, passando per le varie trasposizioni cinematografiche (ma NON televisive, ci tengo ad escludere il pessimo Merlin), si è ritagliata sempre un posto di rilievo nel mio cuore. In ogni caso, anche oggettivamente, King Arthur è un film che mi sento di consigliare a chiunque. E di cui aspetto ardentemente (ed utopisticamente) un seguito. Si diceva che Il Potere della Spada fosse il primo di una esalogia…

3 – BABY DRIVER

Entriamo in zona calda: Baby Driver è un film particolarissimo, impossibile da non amare. Un film in cui la musica la fa da padrona, scandendo la recitazione come in una coreografia – ma attenzione, siamo lontanissimi dal musical – e che si fa forte di un cast superlativo, di inseguimenti mozzafiato e di un protagonista innamorevole (si, non è propriamente una parola vera ma rende benissimo l’idea).

2 – DUNKIRK

Christopher Nolan al suo meglio: o anche, “Come girare un film grandioso senza aver bisogno di una trama”. Dunkirk incolla letteralmente alla poltrona, regalando allo spettatore una gamma di emozioni che ne attraversa tutto lo spettro: spaventa, esalta, terrorizza, intenerisce, commuove, ma soprattutto rende consapevoli.

1 – COCO

Coco uscirà domani 28 Dicembre, ma ho avuto la fortuna di poterlo vedere in anteprima (e domani lo vedrò sicuramente una seconda volta). Il nuovo capolavoro Disney Pixar si guadagna di peso il primo posto nella mia classifica: commovente e divertente come da tradizione, riesce a superare tutti i suoi predecessori (il mio Pixar preferito, ora rimpiazzato e sceso di un gradino, era Monster & Co.).
Andate a vederlo. Tutti, qualsiasi età abbiate. Di cuore.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Kung Fu Panda 4: un nuovo video ci porta alla scoperta del film 25 Febbraio 2024 - 18:00

Un nuovo video ci porta alla scoperta di Kung Fu Panda 4, dal 21 marzo al cinema.

Juno Temple dice che le riprese di Venom 3 sono quasi finite 25 Febbraio 2024 - 15:00

Intervistata durante i SAG Awards, Juno Temple rivela che la lavorazione di Venom 3 è vicina alla conclusione.

Imaginary: prima clip per l’horror targato Blumhouse 25 Febbraio 2024 - 13:30

Ecco la prima clip di Imaginary, il nuovo film horror realizzato da Blumhouse in collaborazione con Lionsgate.

Il Diavolo veste Prada: la reunion di Meryl Streep, Anne Hathaway ed Emily Blunt ai SAG Awards 25 Febbraio 2024 - 10:30

La reunion delle protagoniste de Il Diavolo veste Prada era uno dei momenti più attesi dei SAG Awards 2024.

City Hunter The Movie: Angel Dust, la recensione 19 Febbraio 2024 - 14:50

Da oggi al cinema, per tre giorni, il ritorno di Ryo Saeba e della sua giacca appena uscita da una lavenderia di Miami Vice.

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

Deadpool & Wolverine, il trailer spiegato a mia nonna 12 Febbraio 2024 - 9:44

Tutto quello che abbiamo scovato nel teaser di Deadpool & Wolverine.

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI