L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Jumanji: Benvenuti nella Giungla strizza l’occhio all’avventura fantastica degli anni ’80 e ’90, la recensione

Jumanji: Benvenuti nella Giungla strizza l’occhio all’avventura fantastica degli anni ’80 e ’90, la recensione

Di Adriano Ercolani

QUI trovate la simpatica vignetta di Simple & Madama

A ventidue anni dall’originale di Joe Johnston con l’indimenticabile protagonista Robin Williams, ecco arrivare la nuova versione di Jumanji, lungometraggio di puro intrattenimento per famiglie definibile come una sorta di sequel che si incrocia con l’idea di spin-off. Dwayne Johnson, Kevin Hart, Karen Gillan e Jack Black sono i protagonisti della versione aggiornata, che questa volta ci porta direttamente dentro il gioco stesso.


A parte alcuni veloci riferimenti al primo episodio il film di Jake Kasdan si pone immediatamente come operazione a sé stante, strizzando l’occhio all’avventura fantastica degli anni ’80 e ’90 con garbo e una vena di innocente ironia. Inutile paragonare le due operazioni, in due decenni il cinema mainstream è talmente cambiato nella forma estetica e soprattutto nell’idea di narrazione che i due film sembrano anni luce distanti tra loro. Il nuovo Jumanji si pone fin dalle primissime scene come spettacolo che tenta di portare al cinema sia i più giovani che quel tipo di pubblico, sempre più consistente, che si lascia abbracciare dal ritorno al passato, riproposto magari con le tecniche di effetti speciali più sofisticate.

Esattamente come un videogioco Jumanji: Benvenuti nella Giungla intrattiene nel momento in cui lo si fruisce in sala, e una volta usciti dal cinema si può tranquillamente dimenticarlo, Questo però non significa che il divertimento non ci sia, è semplicemente organizzato per durare l’esatta esperienza della proiezione, senza lasciare troppe tracce alla fine della stessa. A reggere il film sulle proprie spalle sono i quattro attori principali, e non poteva essere altrimenti: a funzionare però più della coppia Dwayne Johnson/Kevin Hart, già collaudata nel successo di Una spia e mezzo, sono invece Karen Gillan e Jack Black, spassosi quando devono giocare con gli scambi di identità, ruolo e sesso che la storia pone loro. I momenti più divertenti del film arrivano proprio grazie alla vena comica di quelli che in teoria avrebbero dovuto essere maggiormente comprimari rispetto ai due attori adesso più lanciati. Continuando a lavorare sul suo “tipo fisso” che alterna la veste dell’eroe con un tono più leggero, a tratti scanzonato, Dwayne Johnson riempie soprattutto con la sua fisicità un personaggio che a tratti si mostra fragile. Il resto è messa in scena costruita con cura e ritmo, al fine di garantire una confezione appropriata per le proiezioni festive di Natale e fine anno.

Jumanji: Benvenuti nella Giungla è lo specchio esatto di quello che oggi la stragrande maggioranza del cinema di intrattenimento propone al pubblico: spettacolo pirotecnico, ammiccamento ai classici del cinema passato, storie e personaggi che posseggono un arco narrativo semplice da seguire e un messaggio sotterraneo possibilmente edificante. La formula è risaputa, collaudata, forse inizia a essere un pochino abusata. Il film di Kasdan la sfrutta con gentilezza ma stando forse troppo attento a non allontanarsene. Un pizzico di follia cinematografica in più non avrebbe guastato…

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Mortal Kombat: la saga potrebbe proseguire con altri tre capitoli 22 Aprile 2021 - 14:15

Mortal Kombat, la nuova trasposizione cinematografica della famosa serie videoludica, uscirà in America domani, ma già si pensa al futuro della saga...

Avatar 2 – Cavalli alieni e una bimba Na’Vi nelle foto dal set 22 Aprile 2021 - 13:30

Jon Landau ha pubblicato una foto dal set di Avatar 2 per mostrarci che persino i cavalli e le bambine indossano i sensori per la performance capture.

Master of None: la stagione 3 a maggio su Netflix, Lena Waithe sarà la protagonista 22 Aprile 2021 - 12:30

Dopo una pausa di ben tre anni, la serie Master of None è pronta per tornare su Netflix con la stagione 3. nuova stagione sarà incentrata su Denise (Lena Waithe).

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.