L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Doctor Who – La lettera di Peter Capaldi a un giovane fan preoccupato per il suo addio

Doctor Who – La lettera di Peter Capaldi a un giovane fan preoccupato per il suo addio

Di Filippo Magnifico

LEGGI ANCHE: Doctor Who – Jodie Whittaker fa il suo debutto nella serie, ecco il video!

Durante l’episodio speciale di Natale, Jodie Whittaker ha fatto ufficialmente il suo debutto nella serie Doctor Who, diventando la tredicesima incarnazione del Dottore (in questo caso, Dottoressa).
L’esperienza di Peter Capaldi nello show si è dunque conclusa e un giovanissimo fan di appena nove anni, David McGilloway, si è dimostrato particolarmente preoccupato per questo addio.
Capaldi ha quindi deciso di scrivere una lettera al suo ammiratore:

Caro David, spero tu stia passando un Natale felice. Il Natale è sempre molto divertente. Beh, non sempre, non in ogni secondo. Rigenerasi non è divertente e solitamente succede sempre a Natale. Ma vuoi sapere una cosa? Anche se può essere fastidioso (come una brutta influenza) è sempre stata una cosa molto positiva per Doctor Who. Il nuovo Dottore diventa sempre il tuo preferito e quello che se ne va… beh, non se ne va mai sul serio. È sempre lì, da qualche parte, nel tempo e nello spazio, e se penserai a lui molto intensamente potrai vederlo e anche lui potrà vedere te. È come dice sempre il dottore “Ogni cosa finisce ed è sempre triste. Ma tutto ricomincia e questa è sempre una grande gioia”. Ti auguro uno splendido Natale, un felice anno nuovo e una vita meravigliosa. Sono sicuro che la avrai.

Con Peter Capaldi lascia la serie anche lo showrunner Steven Moffat, che passerà il testimone a Chris Chibnall (creatore di Broadchurch) a partire dalla stagione 11.

L’undicesima stagione comprenderà 10 episodi da 50 minuti (la première durerà invece come un lungometraggio), e il debutto è atteso per l’autunno del 2018. Nel cast troveremo anche altre new entry, come Bradley Walsh (Law & Order), Tosin Cole (Star Wars: Il risveglio della Forza), Mandip Gill (Hollyoaks) e Sharon D. Clarke (Holby City).

Se le serie TV sono il tuo pane quotidiano e non puoi farne a meno, non perderti #BingeLove, la sketch comedy targata ScreenWEEK.it, e iscriviti al nostro gruppo dedicato alle serie TV, costantemente aggiornato con tutte le novità legate al mondo del piccolo schermo!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

How I Met Your Father: Hulu ordina lo spin-off con Hilary Duff 21 Aprile 2021 - 21:55

Hilary Duff sarà la protagonista e uno dei produttori di How I Met Your Father la serie di dieci episodi ordinata da Hulu

Antoine Fuqua dirigerà un nuovo adattamento de La gatta sul tetto che scotta 21 Aprile 2021 - 21:15

Sarà ispirato al revival teatrale interpretato da un cast di attori afro-americani

The Conjuring – Per ordine del Diavolo: ecco le prime immagini, domani il trailer! 21 Aprile 2021 - 20:41

Domani vedremo il primo trailer di The Conjuring – Per ordine del Diavolo, il terzo capitolo della saga horror creata da James Wan. Intanto ecco le prime immagini.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.