Condividi su

21 novembre 2017 • 23:27 • Scritto da TheFlash

John Lasseter lascia temporaneamente la Disney-Pixar: ecco l’annuncio

John Lasseter, capo della Disney-Pixar, lascia con una lettera il suo incarico in maniera temporanea...
0

Il direttore creativo della Pixar e dei Walt Disney Studios John Lasseter si è appena autosospeso per sei mesi dal suo incarico. Il motivo? Tutto scritto in una lettera che ha lasciato agli addetti ai lavori. John Lasseter si scusa per dei presunti comportamenti poco adeguati sul luogo di lavoro, e chiede perdono per ogni ‘abbraccio non richiesto’. Si tratta dunque di una confessione velata di molestie sul lavoro, che va ad inserirsi in un contesto già delicato di per sè. Siamo infatti di fronte all’ennesimo caso degli ultimi tempi di molestie sessuali nel mondo del cinema e della televisione.

Ci impegniamo a mantenere un ambiente in cui gli impiegati possano fare il loro lavoro nel modo migliore possibile. Apprezziamo il candore di John con le sue sincere scuse e sosteniamo pienamente il suo periodo sabbatico.

Sono queste le parole di un portavoce dei Disney Studios di fronte all’annuncio di John Lasseter, a poche ore dall’uscita in America del tanto atteso film Coco. Lasseter è il co-fondatore della Pixar insieme a Ed Catmull e ha diretto film importanti come Toy Story, Toy Story 2, Cars, Cars 2 e A bug’s life mentre è stato produttore esecutivo di tutte le produzioni Disney-Pixar dal 2001 in poi.

Qui sotto riportiamo la lettera in versione integrale con cui John Lasseter si è congedato momentaneamente dal suo incarico:

Ho sempre voluto che i nostri Studios fossero un luogo dove i creatori possono esplorare la loro immaginazione, con l’aiuto di talentuosi narratori e animatori. Questo tipo di cultura creativa necessita di un continuo controllo di mantenimento. E’ basato tutto su verità e rispetto, e viene messo a rischio quando qualcuno del team non si sente stimato. Come capo, è mia responsabilità assicurare che questo non avvenga; e al momento credo di aver mancato questo impegno.

Recentemente ho avuto una serie di conversazioni difficili che sono state dolorose per me. Non è mai facile guardare in faccia i propri passi falsi, ma è l’unico modo per imparare da essi. Come risultato, ho pensato molto al mio ruolo di capo e mentore che sono oggi, e avvocato e campione che io voglio essere. E’ stato portato alla mia attenzione che ho reso qualcuno di voi disprezzato e non a suo agio. Non è mai stata mia intenzione. Colletivamente, siete il mondo per me, e mi scuso profondamente se vi ho deluso. Mi scuso specialmente con coloro che hanno ricevuto da me un abbraccio indesiderato o un qualunque altro gesto che mi abbia fatto oltrepassare il limite in qualunque modo. Non importa quanto fossero buone le mie intenzioni, ognuno ha i suoi limiti e ha il dovere di farli rispettare.

Nelle conversazioni con la Disney, siamo tutti uniti nel voler trattare ogni vostra preoccupazione con la serietà che esse meritano e nel modo adeguato. Condividiamo il desiderio di rinforzare la cultura del rispetto che è alla base dei successi dei nostri Studios da sempre. Siamo inoltre d’accordo che il primo passo per questo è che io prenda un periodo di riflessione su come guardare avanti. Allontanarsi ora da un lavoro a me tanto caro e per un gruppo che stimo tantissimo, composto non da artisti ma da persone, è molto difficile. Ma so che è la cosa migliore per me e per tutti. La speranza è che questi sei mesi mi diano la possbilità di prendermi cura meglio di me stesso, per ricaricarmi ed avere nuovi stimoli, per essere il capo che voi meritate di avere.

Sono veramente orgoglioso di questo gruppo, e so che continuerete a meravigliare il mondo anche senza di me. Vi auguro delle buone vacanze e spero di andare avanti per lavorare di nuovo insieme il prossimo anno.

John

Fonte: Deadline

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

ScreenWEEK è anche su FacebookTwitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *