L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Upside: Bryan Cranston e Kevin Hart convincono nel remake di Quasi Amici, la recensione

The Upside: Bryan Cranston e Kevin Hart convincono nel remake di Quasi Amici, la recensione

Di Redazione SW

Recensione a cura di Adriano Ercolani

Il remake americano di Quasi amici sulla carta poteva rappresentare un’operazione complessa da gestire, in pericolo di scivolare nella retorica del pietismo, come molto spesso accade a questo tipo di produzioni quando affrontano il tema della disabilità. E invece The Upside diretto da Nei Burger riesce ad evitare la trappola fin da subito si presenta come una commedia agrodolce sorprendentemente equilibrata nei toni.

La sceneggiatura, adattata da John Hartmere e un esperto del genere come Paul Feig, ambienta la storia in una New York dove le classi sociali sono ancora ben divise, lontane tra loro. Il ricco Philip, paralizzato dal collo in giù in seguito a un incidente, vive nella ricca Park Avenue, mentre l’ex galeotto Dell non ha neppure una casa, dal momento che sua moglie l’ha sbattuto fuori dai project in cui vive con loro figlio. Pochi chilometri di distanza, eppure mondi lontanissimi: questa ancora oggi è la Grande Mela. L’incontro-scontro tra queste due personalità e i propri dolori interni viene portato sul grande schermo in un film molto ben calibrato, che fa sorridere con situazioni e battute non scontate e smuove grazie a sentimenti che vengono appena accennati invece che esibiti. Il regista dirige Bryan Cranston e Kevin Hart lavorando in sottrazione, e se il primo dei due ha già ampiamente dimostrato di saper essere efficace anche con toni più sommessi, la vera sorpresa di The Upside è invece un Kevin Hart maturo, contenuto eppure sempre capace di essere spassoso al momento opportuno. A completare il trio di protagonisti la presenza elegante e come sempre efficace di Nicole Kidman.

Senza essere un lungometraggio che aggiunge qualcosa di veramente nuovo su temi ampiamente rappresentati come l’amicizia virile o l’accettazione dell’infermità, The Upside è comunque un prodotto di tutto rispetto per l’accuratezza e la sensibilità con cui è stato realizzato. Anche se il finale è forse troppo edificante rispetto all’asprezza con cui Philip e Dell imparano a conoscersi e rispettarsi malgrado le differenze sociali e culturali che li separano, per larghissima parte il film è uno spaccato davvero poco lusinghiero su come l’America, anche la più liberal ed “europea” New York, siano ancora attraversate da un razzismo che oggi più che mai è soprattutto economico. Tale discorso, sotterraneo rispetto alla trama principale ma comunque sempre presente e pressante, rende The Upside un film che esprime molto più di quanto non lasci intravedere la superficie di genere. Si ride, ci si commuove anche soprattutto grazie al solito, enorme Bryan Cranston, ma a fine proiezione si ha anche la sensazione di aver assistito a una riflessione amara su una società oggi più che mai divisa e iniqua.

LEGGI TUTTE LE ULTIME NEWS DAL Toronto International Film Festival e cerca l’hashtag #TIFF17SW su Facebook, Twitter e Instagram per rimanere aggiornato

The Opside 02.jpg

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a venerdì 15 settembre 2017.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI

macchianera_screenweek2

Vi invitiamo anche a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perderti tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Attack on Titan – La stagione 4 su Prime Video e VVVVID dall’8 dicembre, in simuldub dal 19 27 Novembre 2020 - 0:07

Attack on Titan The Final Season dall'8 dicembre in simulcast e dal 19 in simuldub (doppiata in italiano) su Prime Video e VVVVID. I produttori spiegano perché hanno cambiato lo studio, le foto delle statue erette nella città natale dell'autore del manga Hajime Isayama. Prime immagini del MAPPA Showcase exhibition. Goblin Slayer, Made in Abyss, Sword Art Online: Alicization - War of Underworld doppiate in italiano da gennaio su Prime Video e VVVVID.

Warner Bros. porterà Wonder Woman, The Suicide Squad e Tom & Jerry al CCXP 26 Novembre 2020 - 21:30

Anche la Comic Con Experience di San Paolo (Brasile) quest’anno si terrà in maniera virtuale a causa della pandemia di Covid-19. Warner Bros. porterà Wonder Woman 1984, The Suicide Squad e Tom & Jerry.

Virgin River torna su Netflix con la Stagione 2 26 Novembre 2020 - 20:45

Virgin River, la serie televisiva statunitense creata da Sue Tenney e ispirata all’omonima serie di romanzi rosa della scrittrice Robyn Carr, torna su Netflix con la seconda stagione.

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?