L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Papillon: la recensione del remake con Charlie Hunnam e Rami Malek #TIFF17

Papillon: la recensione del remake con Charlie Hunnam e Rami Malek #TIFF17

Di Redazione SW

Recensione a cura di Adriano Ercolani

Ecco la prima grossa sorpresa del Toronto Film Festival 2017. Il remake del cult movie con Steve McQueen e Dustin Hoffman girato da Franklin J. Schaffner nel 1973 non era stato sicuramente tra i film più pubblicizzati della kermesse canadese, e molti si aspettavano un classico “bidone” annunciato. E invece il film diretto dal danese Michael Noer è un dramma carcerario e un inno alla vita capace di molti momenti di colpire dritto al cuore.

Meglio evitare confronti controproducenti con il precedente adattamento, meglio invece tornare direttamente al libro di memorie scritto da Henri “Papillon” Charriére, perché è quella la fonte primaria del regista. L’approccio di Noer è deciso, sicuro nell’esaltare nel prologo l’artificialità della messa in scena della Parigi dei primi anni ‘30, in modo poi da mettere invece in risalto il realismo di tutta la parte carceraria, un vero tour de force drammatico sostenuto dai due solidi protagonisti Charlie Hunnam e Rami Malek, entrambi superbi nella trasformazione fisica richiesta dai ruoli ma soprattutto nell’approfondirli con una vita emotiva densissima, commovente. Una coppia affiatata e diversa, che riesce a lavorare sulle differenze in un contrappunto di interpretazioni davvero convincente. Malek si mette infatti sapientemente al servizio del protagonista Hunnam, esaltandone spesso la fisicità senza bisogno che questo la esibisca forzatamente.

Duro, improntato al realismo, capace di far arrivare allo spettatore la desolazione della prigionia e ancor più quello della solitudine dell’isolamento, Papillon costruisce una progressione drammatica credibile che si esalta in una scena finale che è un elogio dell’amicizia virile e della fratellanza nel dolore. In questo momento di cinema è davvero impossibile non commuoversi per tutto ciò che hanno vissuto insieme Henri e Louis, e che hanno sconfitto grazie a un legame impossibile da definire con semplici parole.

Una volta tanto partire prevenuti nei confronti di un rifacimento si è rivelato un grossolano errore, ammettiamolo. Il Papillon di Noer è un lungometraggio potente, intenso, che non ha bisogno di paragoni con l’originale e anche in tal caso non sfigurerebbe, tutt’altro. A conti fatti se proprio si deve trovare un referente nel cinema passato viene in mente più Fuga di mezzanotte di Alan Parker che il capolavoro di Schaffner. A parte alcune piccole concessioni alla spettacolarità il cineasta scandinavo ha realizzato un notevole dramma, supportato da due protagonisti da inchino. Non sarebbe insensato iniziare a parlare di Hunnam e Malek come possibili nomi da tener presente per le prossime candidature ai premi che contano.

LEGGI TUTTE LE ULTIME NEWS DAL Toronto International Film Festival e cerca l’hashtag #TIFF17SW su Facebook, Twitter e Instagram per rimanere aggiornato

Papillon Foto Dal Film 03

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a venerdì 15 settembre 2017.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI

macchianera_screenweek2

Vi invitiamo anche a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perderti tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Wonder Woman 1984 nelle sale italiane il 28 gennaio 2021 24 Novembre 2020 - 22:48

Wonder Woman 1984 arriverà nelle sale italiane il 28 gennaio 2021, ecco le date di uscita della pellicola nei territori internazionali

GRAMMYs 2021 – No Time to Die di Billie Eilish ottiene una nomination 24 Novembre 2020 - 21:32

Le nomination della 63ma edizione dei Grammy riservono poche sorprese, tra i candidati anche il brano di 'No time to die' di Billie Eilish

Shameless: il trailer della stagione finale, in USA dal 6 dicembre 24 Novembre 2020 - 20:45

La famiglia Gallagher tornerà per un ultimo giro, tra gentrificazione, invecchiamento e Covid

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?