Condividi su

18 agosto 2017 • 14:30 • Scritto da Andrea Suatoni

Marvel’s The Defenders: Dove Eravamo Rimasti

Marvel's The Defenders è disponibile da questa mattina sulla piattaforma online Netflix: ecco tutto quello che dobbiamo ricordare delle serie precedenti per prepararci a vedere la superserie crossover fra Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage ed Iron Fist!
0

E’ disponibile da oggi 18 Agosto su Netflix l’attesissima serie Marvel’s The Defenders, nata dal connubio Marvel/Netflix che chiude il primo ciclo delle serie televisive della più famosa piattaforma online dedicata agli eroi “di strada” della Marvel, ovvero l’avvocato cieco Matt Murdock alias Daredevil (Charlie Cox), l’investigatrice privata Jessica Jones (Krysten Ritter), Luke Cage (Mike Colter) Daniel “Danny” Rand ovvero l’Iron Fist(Finn Jones), l’arma definitiva contro l’organizzazione criminale dalle forti tinte mistiche chiamata La Mano.

E proprio La Mano sarà uno dei nemici principali (insieme alla Alexandra interpretata  da Sigourney Weaver) che gli eroi dovranno sconfiggere, una volta riuniti e superate le proprie divergenze (sotto l’egida di un maestro d’eccezione…). Lo show riprenderà le fila delle serie che l’hanno preceduto, riprendendo a narrare le vicende personali dei quattro eroi proprio da dove le avevamo lasciate, quindi al termine delle prime stagioni di Jessica Jones, Luke Cage ed Iron Fist ed al termine della seconda stagione di Daredevil. Se siete rimasti indietro con gli episodi, o avete saltato a piè pari uno dei 4 show ma volete comunque godervi la serie sui Defenders o ancora se semplicemente avete dimenticato alcuni dei passaggi più importanti… Ecco il nostro riassunto delle puntate precedenti!

DAREDEVIL

daredevil-copertina

Matt Murdock è un avvocato cieco che da bambino è stato investito da una sostanza radioattiva: al prezzo della vista, i suoi altri sensi sono stati iperpotenziati, e l’uomo usa i suoi poteri (forte anche dell’addestramento di Stick, un nemico giurato de La Mano) per combattere il crimine ad Hell’s Kitchen. Ha affrontato il boss del crimine Wilson Fisk, attualmente in prigione, e alcuni degli emissari de La Mano. La sua identità segreta si alterna al lavoro da avvocato con il collega Foggy Nelson e la segretaria Karen Page, conosciuta in seguito ad un caso.

La seconda stagione di Daredevil è stata caratterizzata da una massiccia presenza de La Mano e da due new entry importantissime: quella del Punisher di Jon Bernthal e quella della Elektra di Elodie Young. I due personaggi hanno rivoluzionato il mondo del supereroe in rosso: il primo è stato vittima prima di mosse politiche e poi delle macchinazioni di Wilson Fisk, riuscendo a fuggire dal carcere dopo l’arresto e stringendo un rapporto molto particolare con Karen Page (quai romantico…?); la seconda, dopo aver scoperto di incarnare una delle armi finali de La Mano, è morta in una delle battaglie finali, ma sappiamo bene che per La Mano la morte non è mai stata un problema…
L’epilogo della seconda stagione di Daredevil ha visto Foggy Nelson entrare a lavorare nello studio dell’avvocatessa Jeri Hogarth, e Matt rivelare la sua identità di Daredevil a Karen, che ormai ha iniziato a seguire la strada della reporter. Non sappiamo ancora come la ragazza abbia preso la notizia…

JESSICA JONES

jessicajones-kilgrave-poster-copertina

Jessica Jones è un’investigatrice privata la cui vita è stata distrutta da due esperienze incredibilmente traumatiche: da adolescente è rimasta in coma per mesi in seguito ad un incidente d’auto nel quale i suoi genitori e il suo fratellino hanno perso la vita, risvegliandosi poi con una straordinaria forza e la capacità di volare; inoltre anni dopo per mesi la sua mente è stata controllata da Killgrave, superumano dalle incredibili abilità psichiche, capace di far compiere a chiunque qualsiasi cosa lui voglia. Il disturbo post-traumatico da stress che ne è seguito l’ha resa schiva, alcolizzata e, fondamentalmente, sola, ad eccezione di Trish, sua sorella adottiva e migliore amica.

Dopo una lotta estenuante, Jessica è riuscita con l’aiuto dell’amica di sempre Trish ad uccidere Killgrave, scoprendo di essere diventata immune al suo potere di controllo mentale. La sua relazione con Luke Cage è naufragata completamente: in realtà anche se li abbiamo visti riavvicinarsi, l’uomo era controllato da Killgrave, quindi è probabile che nutra ancora del rancore per il coinvolgimento di Jessica nella morte della sua Reva (che nella serie Luke Cage abbiamo poi scoperto nascondere molti segreti inquietanti): quale sarà la piega che prenderà il loro incontro in Defenders…?
Al termine della serie, la madre di Trish ha rivelato di possedere alcuni documenti importanti che coinvolgono la società IGH, una misteriosa società che potrebbe essere responsabile per i poteri di Jessica e che pagò le sue cure mediche durante il coma.
Inoltre, l’agente Simpson, diventato praticamente folle a causa dei medicinali sperimentali assunti per aumentare le sue capacità, è attualmente scomparso, mentre Jessica sembrerebbe essersi riappropriata della sua vita e aver ricominciato a lavorare nella sua Alias Investigation con l’aiuto di Malcolm, disintossicatosi.

LUKE CAGE

luke-cage-netflix-03_opt

Carl Lucas è un ex-poliziotto che, incastrato dal fratellastro Willis “Diamondback” è stato incarcerato a Seagate, dove ha conosciuto Reva Connors (di cui si è poi innamorato, vivendo con lei una storia finchè Jessica Jones l’ha uccisa sotto il controllo di Killgrave). Evaso dalla prigione in seguito ad un esperimento che gli ha donato pelle impenetrabile e superforza, ha cambiato nome in Luke Cage aprendo un locale ad Hell’s Kitchen (poi esploso a causa delle macchinazioni di Killgrave in Jessica Jones), per poi trasferirsi ad Harlem dove si è trovato costretto a far fronte ai criminali Cottonmouth e Mariah Dillard con l’aiuto della detective Misty Knight (Simone Missick).

Dopo aver salvato Harlem dalla minaccia di Diamondback, l’epilogo della serie Luke Cage si è rivelato più amaro del previsto: Luke è stato arrestato per l’evasione da Seagate, mentre Mariah Dillard è sfuggita alle accuse dopo la morte per mano di Shade dell’unica testimone dell’omicidio ai danni di Cottonmouth, errore che Misty Knight difficilmente potrà perdonarsi. Luke è ora in prigione in attesa dell’intervento di un “amico avvocato” dell’infermiera Claire Temple (Rosario Dawson), con la quale ha iniziato una storia romantica; Mariah e Shade invece hanno preso serenamente in gestione il Paradise.
Diamondback infine nell’epilogo è stato preso in cura dal dottor Berstein, responsabile dell’esperimento che diede a Luke i suoi poteri…

IRON FIST

iron-fist-poster-copertina

Daniel Rand è l’erede del 50% di una enorme compagnia, sparito per anni dopo un incidente aereo costato la vita ai suoi genitori nel quale si credeva che anche lui avesse perso la vita. Il ragazzo è invece stato trovato dai monaci di K’un-Lun, una città al di là del velo della realtà dove è stato allenato per diventare l’Iron Fist, l’arma finale e definitiva contro La Mano: per acquisire il potere di rendere il suo pugno duro come l’acciaio e di sfruttare le energie vitali del Chi (ad esempio per curare le proprie ferite) ha sconfitto il drago immortale Shou-Lao, per poi abbandonare i suoi doveri di guardiano della città per recarsi a New York e riprendere in mano la sua vita e la sua azienda (con l’aiuto di Colleen Wing, interpretata da Jessica Henwick), in mano ad un Harold Meachum in combutta proprio con La Mano ed ai suoi ambigui figli, Joy e Ward.

Le trame de La Mano si sono fatte largo anche in Iron Fist: nella serie dedicata a Daniel Rand abbiamo rivisto sia Madame Gao, personaggio marginale in Daredevil di cui qui abbiamo scoperto molti inquietanti retroscena (tuttora libera di continuare le sue trame), sia Jeri Hogart, nell’inedita veste di gioviale amica di famiglia di Danny. Nelle ultime puntate della serie, abbiamo scoperto l’appartenenza di Colleen Wing ad una divisione particolare de La Mano, guidata da Bakuto; in un confronto proprio con Colleen, l’uomo ha avuto la peggio per poi essere ucciso da Davos (ma il suo corpo è subito sparito…), ex amico di Danny che ora trama per ucciderlo forse per ereditarne il potere da Iron Fist (forse insieme a Joy Meachum, rivelatasi più pericolosa di Ward che è apparso invece ravveduto e dalla parte di Danny: forse i Defender potranno contare su un membro miliardario…?).
Nello scontro finale, Harold Meachum, scoperto responsabile dell’incidente aereo in cui i genitori di Danny sono morti, è stato sconfitto (ed il suo corpo cremato, per evitare una sua terza resurrezione); Daniel e Colleen hanno quindi deciso di andare a K’un-Lun… Ma hanno trovato il cancello mistico sbarrato e circondato da corpi degli assassini de La Mano.

ABOUT DEFENDERS

marvels-the-defenders-netflix-key-art-copertina

Le trame della serie riprenderanno come già detto i punti lasciati in sospeso dai 4 show personali degli eroi, facendole coincidere l’una con l’altra per poi continuare con la prima stagione della serie su The Punisher, con la seconda stagione di Jessica Jones e con la terza di Daredevil (in progetto ci sono anche la seconda stagione di Luke Cage e la seconda di Iron Fist). Ovviamente, Marvel’s The Defenders sarà inserita come le precedenti nel Marvel Cinematic Universe, quel MCU di cui fanno parte tutti i film degli Avengers, l’ultimo Spider-Man, le serie del canale ABC (Agents of Shield, di cui aspettiamo la stagione 5, Agent Carter – chiusa dopo la seconda stagione –  e la nuova Marvel’s Inhumans, che arriverà a settembre) e le future serie in arrivo Marvel’s Runaways e Marvel’s Cloack & Dagger.

I protagonisti di The Defenders sono Matt Murdock/Daredevil (Charlie Cox), Jessica Jones (Krysten Ritter), Luke Cage (Mike Colter) e Danny Rand/Pugno d’Acciaio (Finn Jones). Sigourney Weaver interpreterà l’antagonista, Alexandra. Compariranno anche Misty Knight (Simone Missick), Karen Page (Deborah Ann Woll), Malcolm Ducasse (Eka Darville), Foggy Nelson (Elden Henson), Jeryn Hogarth (Carrie-Anne Moss), Claire Temple (Rosario Dawson), Stick (Scott Glenn), Trish Walker (Rachael Taylor), Colleen Wing (Jessica Henwick), Frank “Punisher” Castle (Jon Bernthal) ed Elektra (Elodie Yung).

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di CinemaÈ possibile votare fino a venerdì 15 settembre 2017.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI
 

macchianera_screenweek2

Vi invitiamo anche a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perderti tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *