Condividi su

12 agosto 2017 • 19:00 • Scritto da Marlen Vazzoler

Gypsy – Dopo una stagione lo show è stato cancellato da Netflix

Netflix cancella la seconda stagione di Gypsy
0

LEGGI ANCHE: Gypsy – La recensione in anteprima della serie Netflix con Naomi Watts

Dopo quasi un mese di lavoro della ‘writers room’ sulle storie e sulle sceneggiature della seconda stagione dello show di Netflix, Gypsy, arriva la notizia della sua cancellazione.

La serie, nata da un progetto di Universal Television, Working Title e della scrittrice Lisa Rubin, è stata accolta da recensioni miste al suo debutto sulla piattaforma online alla fine di giugno. Non sappiamo se i giudizi negativi o un basso numero di ascolti siano stati la causa che ha spinto Netflix a prendere questa decisione, visto che la compagnia non ha fornito ulteriori spiegazioni.

Ricordiamo che recentemente il CEO Reed Hastings aveva dichiarato che la compagnia dovrebbe prendere più rischi, provare cose più assurde e avere un tasso più alto di cancellazione. Il successo di Tredici è stato citato come un buon esempio di un approccio più aggressivo.

In compenso sono state rinnovate finora: GLOW, Tredici e Iron Fist.

GUARDA ANCHE:

Il full trailer di Gipsy

Il teaser di Gipsy

Le prime foto ufficiali di Gypsy

Ecco la sinossi ufficiale:

Le peggiori bugie sono quelle che diciamo a noi stessi.
Gypsy è la storia in dieci parti di Jean Halloway (Naomi Watts), una terapista che inizia una serie di relazioni intime e pericolose con le persone che fanno parte della vita dei suoi pazienti.

Nel cast di Gypsy anche Billy Crudup (Spotlight), Sophie Cookson (Kingsman), Lucy Boynton (Assassinio sull’Orient Express), Karl Glusman (Animali Notturni), Melanie Liburd (Dark Matter), Poorna Jagganthan, e Brenda Vaccaro.

Scritta da Lisa Rubin, che ha lavorato anche come produttrice esecutiva insieme a Liza Chasin, i primi due episodi della serie saranno diretti da Sam Taylor-Johnson (Cinquanta sfumature di grigio).

La creatrice Lisa Rubin è un’esordiente che ha lavorato anche agli adattamenti di I Was Here per New Line e Food Whore per Dreamworks. La regia dei primi due episodi è curata da Sam Taylor-Johnson, la stessa di Nowhere Boy e 50 sfumature di grigio.

Fonte Deadline

ScreenWEEK.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice “click”, compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWEEK.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a venerdì 15 settembre 2017.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI
 

macchianera_screenweek2

Vi invitiamo anche a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perderti tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *