L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Baby Driver: Kevin Spacey a Roma ci parla dell’ultimo film di Edgar Wright!

Baby Driver: Kevin Spacey a Roma ci parla dell’ultimo film di Edgar Wright!

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: LA NOSTRA RECENSIONE IN ANTEPRIMA DI BABY DRIVER

L’attesa per l’uscita del film Baby Driver, attesa per il 7 Settembre, si fa sempre più spasmodica, visti gli ottimi commenti della critica e il grande gradimento del pubblico d’oltreoceano: l’ultima fatica del regista Edgar Wright, che abbiamo amato in film come L’alba dei Morti Dementi o Scott Pilgrim si propone di diventare presto un cult come le opere appena citate.

Fra i protagonisti della pellicola troviamo anche Kevin Spacey nel ruolo di Doc, basista di rapine con una speciale predilezione per Baby, il genio della fuga protagonista del film (interpretato dal bravissimo Ansel Elgort); un personaggio molto sfaccettato che durante la visione sorprenderà più di una volta lo spettatore. Abbiamo incontrato oggi Kevin Spacey, simpaticissimo e molto disponibile, in Italia oltre che per presentare alla stampa (con tanto di costante e spontaneo intrattenimento comico) Baby Driver anche per girare il film Gore (biopic sullo scrittore Gore Vidal, che vedremo sulla piattaforma online Netflix).

Kevin Spacey;Jamie Foxx

Anni fa ha affermato che avrebbe voluto accettare solamente ruoli di un certo rilievo, citando Martin Scorsese come paradigma di ciò che chiedeva le venisse proposto. Conferma ancora oggi questa scelta? Edgar Wright può essere considerato secondo lei uno dei nuovi “Martin Scorsese” del cinema?

Dobbiamo contestualizzare questa affermazione: ero ad un punto della mia carriera nel quale volevo passare ad un “livello successivo”, quindi dovevo smettere di accettare determinati ruoli.
Attualmente sono molto interessato nel ricostruire una nuova carriera cinematografica perché dopo il mio trasferimento a Londra (per dirigere un teatro), sono un po’ uscito dal circuito hollywoodiano. Quello che vorrei essere ora è semplicemente una parte importante nel racconto di una storia.

Amo i film di Edgar Wright: è divertente, intelligente, brillante, adoro il modo in cui usa la musica.

Attualmente lei è un modello per molti attori: quali sono invece i suoi modelli come attore? Ed anche come persona?

Mia madre amava molto il teatro ed il cinema; è’ stata lei a farmi conoscere una grande quantità di artisti, che ho preso come modelli: Henry Fonda, Catherine Hepburn, Spencer Tracy, Cary Grant, Bette Davis, la lista è molto lunga.

Sono stato molto fortunato a lavorare con Jack Lemon da giovane, è stato una figura di grande rilievo per me. E poi voglio citare anche Joseph Papp, uno dei primi registi che si è battuto per me.

 

 

 

df-01505_r

Da attore, reputa più interessante interpretare un pianificatore di rapine, un politico corrotto oppure un grande personaggio a teatro?

Sicuramente la recitazione teatrale è quella che mi piace di più.

Cosa può dirci invece della sua esperienza come produttore?

Quello che mi piace del ruolo del produttore è la possibilità di mettere insieme le persone “giuste”: il perfetto attore, regista, sceneggiatore, dando loro fiducia per poi vederle dar vita e grandezza al progetto.

 

 

In Baby Driver avete recitato “a tempo di musica”: cosa può dirci di questa esperienza?

Quando abbiamo letto la sceneggiatura per la prima volta abbiamo anche sentito tutte le musiche della colonna sonora: Edgar ha scelto le musiche prima di iniziare la scrittura vera e propria. In alcune scene avevamo delle cuffiette che ci guidavano in quelle che erano a tutti gli effetti delle coreografie a passo di danza; è stato divertente, direi addirittura sexy.

baby-driver-kevin-spacey-copertina

In Baby Driver interpreta per l’ennesima volta un ruolo da “bad guy”, quello di Doc…

“Bad Guy”è una definizione opinabile: io tendo a non giudicare i personaggi che interpreto, non è quello il mio lavoro. Interpreto un personaggio, quello che dice, quello che fa, una persona, non la “cattiveria” in generale. E’ innegabile però che il pubblico sia attirato da personaggi complessi, machiavellici, i cosidetti anti-eroi, dinamiche che secondo me originano dalla serie I Soprano.

C’è un qualche tipo di ruolo che non sceglierebbe a prescindere o basa le sue decisioni sella sceneggiatura e sulla scrittura del personaggio?

Le uniche parti che non voglio accettare sono quelle scritte male. Non mi “autocensuro” mai: sono aperto a tutto, l’unica cosa che mi spaventa è la stupidità.

 

Ha interpretato vari ruoli importanti: qual’è stato il più difficile da interpretare?

Trovo che sia sciocco per un attore dire che un ruolo sia “difficile”. Il mestiere dell’attore non è difficile, è dannatamente divertente, ed ogni giorno mi sveglio felicissimo di poter recitare.

baby-driver-poster-doc

GUARDA ANCHE:

Il nuovo trailer di Baby Driver

I character poster di Baby Driver

Una featurette dedicata alle musiche di Baby Driver

Una featurette dedicata agli stunt automobilistici di Baby Driver

La spettacolare featurette di Baby Driver

Kevin Spacey ci offre qualcosa di audace nel nuovo spot di Baby Driver

Il nuovo trailer di Baby Driver

Il trailer italiano di Baby Driver

La storia di Baby Driver ruota attorno a Baby (Ansel Elgort), talentuoso autista di una gang criminale che soffre di acufene, e ascolta perennemente la track list del suo iPod per coprire il ronzio che sente nelle orecchie: le scene d’azione del film sono quindi coreografate seguendo il ritmo delle sue scelte musicali.

Edgar Wright ha dichiarato a Entertainment Weekly:

Ho sempre voluto fare un film d’azione che fosse alimentato dalla musica. È una cosa che faceva parte dei miei film precedenti, e ho pensato a un modo per portare questo approccio a un livello superiore con un personaggio che ascolta musica per tutto il tempo. Quindi c’è questo giovane getaway driver [un autista adibito a guidare l’auto nelle fughe, ndr] costretto a musicare la sua intera esistenza, soprattutto le rapine in banca e le fughe che seguono.

Il cineasta, inoltre, ha sottolineato che non si tratta di una commedia, pur avendo qualche momento divertente: Baby Driver è un vero e proprio thriller d’azione, con molta suspense e un gran senso di minaccia.

Il cast di Baby Driver, scritto e diretto da Edgar Wright (L’alba dei morti dementi, Hot Fuzz, Scott Pilgrim vs. the World, La fine del mondo), include Ansel Elgort, Lily James, Jon Hamm, Eiza González, Jon Bernthal, Jamie Foxx e Kevin Spacey. L’uscita italiana è attesa per il 7 settembre.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

WandaVision: la storia del Darkhold nel Marvel Cinematic Universe 7 Marzo 2021 - 20:00

Il Darkhold comparso in WandaVision non è affatto alla sua prima apparizione nel Marvel Cinematic Universe: ecco la sua storia all'interno dell'universo unito!

Nomadland – Uscita a rischio in Cina? 7 Marzo 2021 - 19:24

Chloe Zhao è stata al centro di una polemica di stampo nazionalista in Cina che ha portato a una censura legata al film Nomadland. La pellicola potrebbe rischiare l'uscita nelle sale cinesi

The Falcon and the Winter Soldier – Sam e Bucky sono “colleghi” nel nuovo spot 7 Marzo 2021 - 19:00

La strana coppia di The Falcon and the Winter Soldier cerca una definizione del proprio rapporto nel nuovo spot, ricco di scene inedite.t

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.