L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Haunting of Hill House – Carla Gugino nella serie horror targata Netflix

The Haunting of Hill House – Carla Gugino nella serie horror targata Netflix

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: Netflix ordina la produzione di The Haunting of Hill House

Sappiamo da qualche mese che Netflix ha ordinato la produzione di The Haunting of Hill House, serie horror basata sull’omonimo romanzo di Shirley Jackson (1959), celebrato come una delle storie di fantasmi più importanti del XX secolo; in Italia è noto con i titoli L’incubo di Hill House o La casa degli invasati. Alla guida dello show ci sarà Mike Flanagan, regista di Oculus e Ouija – L’origine del male, che ha diretto anche Il gioco di Gerald per la piattaforma on-line.

Ebbene, Deadline segnala che Carla Gugino interpreterà uno dei ruoli principali, ma i dettagli sul suo personaggio sono tenuti sotto stretto riserbo. L’attrice americana è ovviamente nota per film come Spy Kids, Sin City e Watchmen, ma ultimamente sta lavorando molto sul piccolo schermo, con parti significative in Wayward Pines e Nashville; inoltre, è la protagonista femminile del sopracitato Il gioco di Gerald, quindi ha già lavorato con Flanagan.

Nel cast figura anche Michel Huisman (Game of Thrones, Orphan Black) nel ruolo di Steven Crane, scrittore di libri sul sovrannaturale, tra cui un memoir dedicato al periodo in cui la sua famiglia visse a Hill House.

The Haunting of Hill House sarà composta da 10 episodi e prodotta dalla Amblin TV di Steven Spielberg, con Paramount TV. Oltre a dirigere lo show, Flanagan sarà anche sceneggiatore e produttore esecutivo. Il libro è pubblicato in Italia da Adelphi, che fornisce questa sinossi:

Chiunque abbia visto qualche film del terrore con al centro una costruzione abitata da sinistre presenze si sarà trovato a chiedersi almeno una volta perché le vittime di turno (giovani coppie, gruppi di studenti, scrittori alla vana ricerca di ispirazione) non optino, prima che sia troppo tardi, per la soluzione più semplice – e cioè non escano dalla stessa porta dalla quale sono entrati, allontanandosi senza voltarsi indietro. Bene, a tale domanda, meno oziosa di quanto potrebbe parere, questo romanzo di Shirley Jackson – il suo più noto – fornisce una risposta, forse la prima. Non è infatti la fragile, sola, indifesa Eleanor Vance a scegliere la Casa, dilatando l’esperimento paranormale in cui l’ha coinvolta l’inquietante professor Montague molto oltre i suoi presunti limiti. È piuttosto la Casa – con la sua torre buia, le porte che sembrano aprirsi da sole, le improvvise folate di gelo – a scegliere, per sempre, Eleanor Vance. E a imprigionare insieme a lei il lettore, che tenterà invano di fuggire da una costruzione romanzesca senza crepe, in cui – come ha scritto il più celebre discepolo della Jackson, Stephen King – «ogni svolta porta dritta in un vicolo buio».

The Haunting of Hill House è stato già adattato due volte sul grande schermo, da Robert Wise ne Gli invasati (1963) e da Jan De Bont in Haunting – Presenze (1999). La serie, ancora senza titolo, sarà la terza collaborazione tra Netflix e Paramount TV dopo Tredici e il prossimo Maniac.

the-haunting-1963

Fonte: TV Line

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Stranger Things: Joe Keery, Natalia Dyer e Maya Hawke pronti a combattere nelle nuove foto dal set 16 Giugno 2021 - 16:30

Le riprese della quarta stagione di Stranger Things sono ancora in corso, ed ecco che arrivano nuove foto dal set allestito ad Atlanta, in Georgia.

La Sirenetta: stop alle riprese in Sardegna per un focolaio di Covid 16 Giugno 2021 - 15:50

Le riprese de La Sirenetta, il live action Disney basato sul celebre classico d’animazione, sono state interrotte in Sardegna.

Monster Hunter, la terapia di coppia di Paul W.S. Anderson a Milla Jovovich 16 Giugno 2021 - 15:42

Paul W.S. Anderson continua a ritagliare i suoi film attorno a Milla Jovovich, creando un'eroina d'azione androgina e post-umana che ritorna anche in Monster Hunter.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.