Condividi su

25 luglio 2017 • 18:27 • Scritto da

Monster Family – La famiglia Wishbone è vittima di un incantesimo, primo trailer

E se un giorno veniste trasformati in dei mostri? La famiglia Wishbone si trova improvvisamente in questa situazione nel film Monster Family
Post Image
0

Emma voleva semplicemente andare ad una festa in maschera, come poteva immaginare che lei e la sua famiglia sarebbero stati vittime di un incantesimo che li ha trasformati in dei mostri nel film Monster Family.

monster-family

Diretto da Holger Tappe (Nel magico mondo di Gaya, Impy e il mistero dell’isola magica, Animals United) si tratta di un film d’animazione tedesco basato sul romanzo ‘Happy Family‘ scritto da David Safier.

La sinossi:

I Wishbone non sono una famiglia felice. La mamma, Emma, è la proprietaria di una libreria sull’orlo del fallimento; il papà, Frank, è sfiancato dal lavoro e dal suo tirannico capo, la figlia Fay sta attraversando gli imbarazzanti anni dell’adolescenza e il figlio Max è così intelligente da essere continuamente vittima di bullismo. Durante una festa mascherata i Wishbone restano vittime di un incantesimo lanciato dalla perfida strega Baba Yaga. I loro costumi diventano realtà: Emma si trasforma in un vampiro, Frank nel mostro di Frankenstein, Fay in una mummia e Max in un piccolo lupo mannaro. Nonostante il trauma, la famiglia deve ora essere unita per trovare la strega e annullare l’incantesimo.

//

Il cast dei doppiatori si avvale delle voci di: Emily Watson (Emma), Nick Frost (Frank), Jessica Brown Findlay (Fay), Ethan Rouse (Max) e Jason Isaacs (Dracula).

Monster Family verrà distribuito nei cinema italiani dal 19 ottobre 2017. Per rimanere aggiornati seguite la pagina facebook #MonsterFamilyILFILM

Fonte Adler Entertainment

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.
ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *