L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Gypsy – Gli inganni di Diane nella featurette sulla serie Netflix

Gypsy – Gli inganni di Diane nella featurette sulla serie Netflix

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: La recensione in anteprima di Gipsy

Se avete visto (o state seguendo) Gypsy, siete già consapevoli della doppia vita di Jean Halloway (Naomi Watts), terapista che sviluppa un’ossessione per i suoi pazienti e intrattiene relazioni intime con le persone che fanno parte delle loro vite.

Jean ha un ottimo lavoro e una famiglia deliziosa, ma le tentazioni del suo Es la portano a costruirsi un alter ego, Diane, giornalista single che prova attrazione per Sidney, fascinosa ex fidanzata di uno dei suoi pazienti: col tempo, Jean / Diane cede a questo nuovo impulso, mettendo così in pericolo sia la carriera sia il rapporto con suo marito Michael (Billy Crudup), a sua volta preda di ulteriori tentazioni. Ebbene, la featurette pubblicata da Netflix riflette proprio su questi argomenti, con le dichiarazioni del cast e della creatrice Lisa Rubin.

Potrete vederla qui di seguito:

GUARDA ANCHE:

Il full trailer di Gipsy

Il teaser di Gipsy

Le prime foto ufficiali di Gypsy

Ecco la sinossi ufficiale:

Le peggiori bugie sono quelle che diciamo a noi stessi.
Gypsy è la storia in dieci parti di Jean Halloway (Naomi Watts), una terapista che inizia una serie di relazioni intime e pericolose con le persone che fanno parte della vita dei suoi pazienti.

Nel cast di Gypsy anche Billy Crudup (Spotlight), Sophie Cookson (Kingsman), Lucy Boynton (Assassinio sull’Orient Express), Karl Glusman (Animali Notturni), Melanie Liburd (Dark Matter), Poorna Jagganthan, e Brenda Vaccaro.

Scritta da Lisa Rubin, che ha lavorato anche come produttrice esecutiva insieme a Liza Chasin, i primi due episodi della serie saranno diretti da Sam Taylor-Johnson (Cinquanta sfumature di grigio).

La creatrice Lisa Rubin è un’esordiente che ha lavorato anche agli adattamenti di I Was Here per New Line e Food Whore per Dreamworks. La regia dei primi due episodi è curata da Sam Taylor-Johnson, la stessa di Nowhere Boy e 50 sfumature di grigio.

GYPSY_101_Unit_00208_R

Fonte: Youtube

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Inoltre, non perdete la sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Wars: Galactic Starcruiser, un’esperienza unica al mondo dal 2022 a Walt Disney World 4 Agosto 2021 - 21:30

Due giorni e due notti a bordo di un'astronave da crociera, un'esperienza immersiva come mai prima d'ora per i fan di Star Wars

Annette: il trailer del musical di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard 4 Agosto 2021 - 20:45

Il film uscirà in USA su Amazon Prime Video, mentre arriverà in Italia al cinema da I Wonder Pictures, Koch Media e Wise Pictures il 20 agosto

Wednesday: Eva Green sarà Morticia Addams nella serie Netflix di Tim Burton? 4 Agosto 2021 - 20:00

La serie su Mercoledì de La famiglia Addams sarà anche interpretata da Jenna Ortega

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.