L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Dylan Dog: i diritti tornano alla Sergio Boneli editore, in arrivo un film?

Dylan Dog: i diritti tornano alla Sergio Boneli editore, in arrivo un film?

Di Filippo Magnifico

LEGGI ANCHE: Dario Argento per Dylan Dog: il Maestro dell’Horror ha scritto una storia

Sergio Bonelli Editore ha acquistato tutti i diritti media e consumer products di Dylan Dog, tra i principali punti di riferimento del fumetto italiano. Lo annunciano Sergio Bonelli Editore S.p.A., insieme a Platinum Studios Inc. e a Scott Mitchell Rosenberg.

Si tratta di una notizia molto interessante, perché riguarda il futuro del personaggio non solo sulla carta stampata ma anche sul piccolo e grande schermo (e non solo): la Sergio Bonelli Editore deteneva già i diritti editoriali e quelli relativi al publishing e d’ora in avanti deterrà e gestirà anche i diritti per realizzare film, produzioni televisive, merchandising, consumer products, videogames e qualsiasi altra produzione basata sul personaggio a fumetti.

Queste le dichiarazioni di Davide Bonelli, Presidente di Sergio Bonelli Editore S.p.A.:

Dylan Dog è uno dei nostri più importanti personaggi, amato in tutto il mondo. Siamo entusiasti di poter lavorare a progetti di merchandising e trasposizioni in altri media dell’iconico Indagatore dell’Incubo. In questo modo potremo esplorare nuove modalità di storytelling e implementare ulteriormente il franchise di successo.

Riuscirà ora Dylan Dog a trovare una dimensione cinematografica degna del suo nome? Il personaggio creato da Tiziano Sclavi nel 1986 risente ancora di quell’orrenda pellicola realizzata nel 2011. Se non la ricordate vi rinfreschiamo subito la memoria: Dylan Dog: Dead Of Night, diretta da Kevin Munroe e con protagonista l’ex Superman Brandon Routh. Un film realizzato in fretta e furia per accontentare tutti ma che a conti fatti non è riuscito ad accontentare assolutamente nessuno. Le cose sono andate meglio con Vittima degli Eventi, il fan movie realizzato da Luca Vecchi e Claudio Di Biagio (il primo fondatore e autore di The Pills, il secondo creatore e interprete della webserie Freaks!). Ora non possiamo fare altro che attendere ulteriori aggiornamenti!

dylan-dog-vittima-degli-eventi

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.
ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Fonte: Sergio Bonelli


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Com’è bella l’avventura: la recensione di Jungle Cruise 27 Luglio 2021 - 18:01

Jungle Cruise rielabora i vecchi film d'avventura con una sensibilità contemporanea, dimostrando di aver appreso la lezione dei primi Pirati dei Caraibi.

Lamb: Trailer del nuovo horror di A24 con Noomi Rapace 27 Luglio 2021 - 16:59

Un trailer che vi lascerà senza parole ha fatto capolino online, stiamo parlando dell'horror Lamb interpretato da Noomi Rapace

The Night House – La casa oscura: nuovo trailer per l’horror con Rebecca Hall 27 Luglio 2021 - 16:40

Una vedova inizia a scoprire gli inquietanti segreti del marito recentemente scomparso nel film diretto da David Bruckner

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.