L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Annabelle 2: Creation – La recensione del film di David S. Sandberg

Annabelle 2: Creation – La recensione del film di David S. Sandberg

Di Redazione SW

Recensione a cura di Adriano Ercolani, che ha visto il film a New York.

Grazie ai due episodi di The Conjuring e al primo spin-off dedicato ad Annabelle, l’universo orrorifico ideato e sviluppato da James Wan si è ampiamente sedimentato nell’immaginario cinematografico contemporaneo. Il modo migliore per continuare dunque a proporre variazioni sul tema è probabilmente quello di lavorare su ambientazioni spaziali e temporali differenti, esattamente ciò che il prequel Annabelle 2: Creation propone con indubbia lucidità e un originale senso estetico.

annabelle-2-creation-copertina

Il set principale di questo inquietante period-movie viene sfruttato nel miglior modo possibile: le scenografie di Jennifer Spence, già collaboratrice del regista David F. Sandberg nel suo esordio Lights Out, rendono perfettamente il senso di decadenza e minaccia che la vecchia casa di campagna vuole incutere nel pubblico. Una volta settata l’ambientazione principale, la storia procede in modo senza dubbio classico ma non per questo scontato, tutt’altro. Annabelle 2: Creation è un lungometraggio che deve la sua efficacia principalmente alla messa in scena, orchestrata da Sandberg attraverso un senso dell’attesa modulato al meglio dal montaggio. L’effetto spaventoso in questo film viene infatti percepito poco prima o leggermente in ritardo rispetto alle solite coordinate del genere, e questo crea un leggero senso di sfasamento che regala al prodotto una sua originalità. In particolar modo il regista dimostra, soprattutto nella prima parte, di saper giocare con l’orrore non visto ma soltanto suggerito con più che discreta sapienza, come il genere sapeva fare nel suo periodo migliore.

Anche il cast è variegato ed efficace, in particolar modo grazie al burbero e insieme bonario Anthony LaPaglia e alla giovane Lulu Wilson, già protagonista lo scorso anno di un altro notevole horror come Oujia: L’origine del male.

Dopo il periodo in cui il genere aveva (pericolosamente) virato verso il torture-movie e l’effetto sensazionalistico, spesso non legati tra loro da storie solide, negli ultimi tempi si è tornati fortunatamente a una struttura più solida e un’idea di messa in scena concepita con maggiore lungimiranza: Annabelle 2: Creation si inserisce con sapienza in questo secondo filone di horror, dimostrando che si può fare ancora buon cinema di genere lavorando su stilemi ampiamente conosciuti dal pubblico e sfruttati da questo tipo di prodotti. Tutto sommato basta variare con un minimo di gusto e intelligenza, ed ecco che la formula continua a funzionare. Il film di Sandberg merita di essere gustato cogliendone le piccole raffinatezze nella messa in scena e divertendosi a trovare i rimandi espliciti alla storia del cinema dell’orrore.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il film di Breaking Bad è già stato girato, parola di Saul Goodman 22 Agosto 2019 - 21:30

Bob Odenkirk ha rivelato che le riprese del film Netflix si sono concluse in gran segreto

Paul Rudd e… Paul Rudd nelle prime immagini di Living With Yourself, la nuova serie Netflix 22 Agosto 2019 - 21:15

Paul Rudd è il (doppio) protagonista di Living With Yourself, una nuova serie comedy targata Netflix creata da Timothy Greenberg. Ecco le prime immagini.

Homecoming – Trovato il regista della seconda stagione 22 Agosto 2019 - 20:30

La seconda stagione della serie Amazon Homecoming ha trovato il suo regista. Si tratta di Kyle Patrick Alvarez, regista di The Standford Prison Experiment e di alcuni episodi della serie Netflix Tredici.

Yado – Red Sonja (FantaDoc) 22 Agosto 2019 - 14:49

La storia di Yado (Red Sonja) con Brigitte Nielsen e Arnold Schwarzenegger: come una certa modella danese si è ritrovata a portare sulle spalle l'eredità di Conan il barbaro. Morendo di freddo in Abruzzo.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Kronos, sfida al passato 21 Agosto 2019 - 16:20

La storia della serie TV Kronos - Sfida al passato (The Time Tunnel) e dei suoi viaggi nel tempo all'insegna del riciclo totale e delle sfighe cosmiche. Con un pizzico di John Williams.

7 cose che forse non sapevate su Nino il mio amico ninja 20 Agosto 2019 - 14:38

Dall'inquietante versione live action al remake e al treno dedicato, sette curiosità su Nino il mio amico ninja.