Condividi su

17 luglio 2017 • 15:30 • Scritto da Marlen Vazzoler

Al Pacino nei panni di Joe Paterno nella prima foto del film di Barry Levinson

Al Pacino e Berry Levinson di nuovo insieme in un film per la HBO, prima foto dell'attore nei panni di Joe Paterno
0

La prima immagine di Al Pacino nei panni di Joe Paterno è stata diffusa online dalla HBO. L’attore interpreta il famoso allenatore di football nel film senza titolo della rete via cavo, diretto da Barry Levinson.
Questo è il quarto progetto realizzato da Pacino per l’emittente dopo i film: You Don’t Know Jack su Jack Kevorkian, Phil Spector sul processo per omicidio alla leggenda della musica e la mini-serie Angels in America.

Si tratta anche del quarto progetto a cui Pacino e Levinson hanno lavorato insieme, il filmaker ha diretto ed è stato il produttore esecutivo di You Don’t Know Jack, il produttore esecutivo di Phil Spector e nel 2014 hanno collaborato al film The Humbling.

Dopo essere diventato l’allenatore con più vittorie nella storia del football del college, Paterno è stato coinvolto nello scandalo dell’abuso sessuale di Jerry Sandusky della Pennsylvania State University. L’uomo fu costretto a sfidare la sua eredità e fu obbligato a rispondere a dei quesiti di fallimento istituzionale riguardanti le vittime.

ublp-first-look-photo

Nel cast anche Riley Keough nei panni della giornalista ventitreenne Sara Ganim, che denunciò per prima lo scandalo portandolo all’attenzione dei media nazionali. Con il suo lavoro in questo caso è riuscita ad aggiudicarsi il premio Pulitzer. Annie Parisse interpreterà Mary Kay Paterno, la figlia del protagonista.

Levinson copre il ruolo di regista e produttore esecutivo, mentre la sceneggiatura è di Debora Cahn, John C. Richards e David McKenna.

Fonte Variety

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.
ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *