L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Nothingwood: il film più divertente dell’anno viene dall’Afghanistan

Nothingwood: il film più divertente dell’anno viene dall’Afghanistan

Di Andrea D'Addio

Si chiama Salim Shaheen ed è uno dei più prolifici registi al mondo

Se il suo nome non vi dice nulla e su Imdb la sua scheda regista è vuota è perché i suoi 111 film in circa 20 anni di carriera sono tutti ambientati e girati in Afghanistan ispirandosi a Steven Seagal ed altri attori “di menare” occidentali. A differenza di quanto accade però ad Hollywood o  nella vicina Bollywood, i suoi lavoro sono girati con niente, nothing in inglese, da qui il titolo di Nothingwood. Nonostante tutto lui in patria è una star. Lo riconoscono per strada, persino molti talebani, da sempre oppositori del cinema in toto, commerciano sul mercato nero i suoi dvd e ne vedono segretamente le copie sui propri cellulari.

A raccontarlo è la giornalista francese Sonia Kronlund con un esilarante documentario dove il reportage si mischia a doppio filo con i toni di una commedia alla Be Kind Rewind. Si ride, e tanto e non potrebbe essere diversamente visto che Salim Shaheen è un vero e proprio one-man-show. Che ci si limiti a porgergli il microfono per un’intervista o lo si segua mentre dirige o interpreta film, tutto ciò che fa diventa uno sketch capace sia di divertire che raccontare la sua unicità all’interno di quell’altrettanto tragico mondo che lo circonda. “Ha una mamma in ogni città in cui gira” racconta un suo collaboratore durante una pausa dalle riprese dell’ennesimo film parzialmente ispirato alla sua vita. Questa capacità di Shaheen di ironizzare su tutto, anche su sé stesso, fa sì che non si rida mai di lui, ma sempre con lui. Lo si fa di pancia e allo stesso tempo amaramente, consci che se fosse un altro Paese, dove non ci sono mine pronte a scoppiare ai lati dalla strada, le autobombe non sono all’ordine del giorno, la povertà è un problema di pochi, un film su di lui forse non sarebbe mai stato fatto. In tutto ciò la Kronlund è abile nell’inserire il tema dell’assenza delle donne sia nel cinema afgano che nella società civile. Lo dice più volte, più e meno esplicitamente, senza però la presunzione di volere convincere i suoi interlocutori del suo punto di vista “limitandosi” a documentare e fare sì che, nonostante le gag, nonostante lo spettacolo, si rimanga sempre anche attaccati alla realtà delle cose.

nothingwood_2_copy.jpg-h_2017

Nothingwood è stato presentato alla Quinzaine des Réalisateurs 2017 ed è senza dubbio uno dei più bei film del Festival di Cannes. Uscirà in Italia grazie a I Wonder Pictures e sarà un peccato perderselo.

PS: qui il trailer di uno dei 111 film (finora) di  Salim Shaheen

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Batwoman – Ecco il nuovo costume di Javicia Leslie 27 Ottobre 2020 - 0:51

Ecco le prime due immagini ufficiali del costume di Batwoman, indossato nella seconda stagione dalla nuova protagonista Javicia Leslie

Concrete Cowboy: Netflix acquista il western urbano con Idris Elba 26 Ottobre 2020 - 21:30

Il film è anche interpretato da Caleb McLaughlin di Stranger Things e diretto dall'esordiente Ricky Staub

Il film su Bob Dylan con Timothée Chalamet messo in pausa 26 Ottobre 2020 - 21:00

Per colpa del Covid: il film è ambientato in spazi troppo ristretti e con troppe comparse

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).