L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L’Inganno, la recensione del (bel) noir di Sofia Coppola con Kidman, Farrell, Dunst e Fanning

L’Inganno, la recensione del (bel) noir di Sofia Coppola con Kidman, Farrell, Dunst e Fanning

Di Andrea D'Addio

Sofia Coppola torna alle ambientazioni di Il giardino delle vergini suicide confezionando un pregevole lavoro impreziosito dalle performance del ricco cast di star

Missisipi, 1863, piena Guerra civile americana. Durante una passeggiata nel bosco la piccola Amy trova il caporale  John McBurney ferito dietro un albero. Sarebbe il nemico, lei sudista, lui dell’Union, ma decide di portarlo nel collegio femminile dove risiede con altre ragazze, la direttrice e una delle insegnanti.  Per carità cristiana l’uomo riceve cure e ospitalità. Durante la degenza a letto capisce ben presto di essere diventato oggetto del desiderio di molte delle sue ospiti alimentando gelosie e rivalità. Una situazione che gradualmente degenera fino ad un tragico epilogo…

Ispirato al romanzo A Painted Devil (1966) di Thomas P. Cullinan e già oggetto di una celebre trasposizione cinematografica, La notte brava del soldato Jonathan di Don Siegel (con Clint Eastwood), L’Inganno è prima di tutto un noir fatto come si deve. Dal punto di vista drammaturgico il canovaccio è molto semplice: un forestiero prova a rompere i già precari equilibri interni di una piccola “comunità” che ha a questo punto solo due reazioni possibili: accettarlo e creare un nuovo status quo o rigettarlo tornare alla situazione di partenza. La bravura della Coppola risiede nella capacità di caratterizzare in maniera credibile i diversi personaggi femminili che girano intorno al personaggio maschile – giustamente stereotipato – impersonato da Colin Farrell. Le tre donne principali rappresentano un modo diverso di reagire all’attrazione sia verso l’altro sesso che per l’esterno in generale. Malcelata curiosità, voglia di principe azzurro, spirito crocerossino, manipolazione, istinto: Nicole Kidman, Kirsten Dunst ed Elle Fanning rappresentano tre diverse, e contemporaneamente una sola, individualità. Capire quale prenderà il sopravvento e scoprire se l’uomo “detonatore” avrà o meno la capacità di sedurle o ne rimarrà vittima è un gioco che la Coppola costruisce alternando ironia, sensualità e morte con una sapienza forse ancora più alta di quanto le accadde con una pellicola simile per costruzione e dinamiche: Il giardino delle vergini suicide (1999).

L’inganno è sicuramente uno dei migliori film visti al Festival di Cannes 2017.

L'Inganno 01

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ragnarok – Il teaser della stagione 2, dal 27 maggio su Netflix 10 Maggio 2021 - 9:45

Ragnarok tornerà il prossimo 27 maggio su Netflix: ecco il teaser ufficiale della seconda stagione della serie fantasy norvegese.

Box Office Italia: Nomadland si aggiudica il secondo weekend delle riaperture 10 Maggio 2021 - 9:44

Nomadland, il lungometraggio Searchlight Pictures vincitore di tre Premi Oscar come Miglior film, si aggiudica il secondo weekend delle riaperture.

Flash – Riprese in corso alla Wayne Manor, ecco le nuove foto 10 Maggio 2021 - 8:45

Le riprese di Flash continuano a Petersborough, in Inghilterra, dove la Burghley House fa da controfigura per la Wayne Manor di Michael Keaton.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.