L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Piccoli momenti di assurdità dal Festival di Cannes

Piccoli momenti di assurdità dal Festival di Cannes

Di Andrea D'Addio

Alcune cose a cui ho assistito in questi giorni al Festival di Cannes, nono anno da inviato per Screenweek.it

-Un italiano provare a dare al telefono, senza successo, probabilmente ad un collega – le indicazioni per trovare Plage Royale, ovvero il ristorante sulla spiaggia dove erano organizzate delle interviste e finire gridando con uno spelling tutto suo: “PLAGHE! PLAGHE! COME QUELLE CHE VEDO SULLA FACCIA DE TU MADRE LA MATTINA QUANNO SE SVEGLIA E TU SEI COSI RINCOGLIONITO CHE MANCO TE SEI ACCORTO CHE CIO’ PASSATO LA NOTTE ASSIEME”

-Americani, francesi, indiani, indonesiani, inglesi, tedeschi, italiani, insomma tutto il mondo, infliarsi in mezzo a file chilometriche con la scusa di conoscere quel qualcuno che sta lì da un’ora e venire presi a male parole da chi non gliene frega nulla delle conoscenze, una fila è una fila e te la fai tutta.

-Escort ai party di film erotici cambiare subito obiettivo quando scoprono che chi gli sta davanti è “solo, economicamente parlando, un giornalista“.

18678891_10211416204653417_1610426841_n

-Giornalisti lamentarsi insistemente all’una e mezza di notte davanti ad una birra circondati da persone colte, simpatiche, quelle la cui compagnia e considerazioni ti arricchisce, perché la mattina si dovranno svegliare alle 7.30 per andare a vedere un film.

-Tanta disorganizzazione generale, con buona pace per l’ideale secondo cui noi italiani siamo i peggiori quando si tratta di fare le cose per bene.

-Controlli di sicurezza ossessivi per entrare in sala. Si arriva a ben quattro diversi controlli con metal detector per andare a vedere un film. Vengono svuotati tutti gli zaini grandi o piccoli che siano, persino le pochette delle ragazze. I sequestri normalmente riguardano bottigliette d’acqua, crackers, mele, pere, banane. Il personale addetto alla sicurezza però non controlla mai sotto alla cintura, passano il rilevatore di metalli solo sul busto. Tutta scena.

-Colleghi giornalisti costretti a cercare informazioni e a scrivere del taglio dei capelli e degli abiti delle attrici e modelle passate la sera prima sul red carpet, mentre accanto amici inglesi cercano di contattare parenti e amici di Manchester per assicurarsi che vada tutto bene.

18685584_10211416205173430_1816443190_n

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bridgerton: le riprese della stagione 2 sono finalmente ripartite 3 Agosto 2021 - 21:30

La lavorazione della serie Netflix era stata fermata a metà luglio in seguito a due casi di Covid, ma lo showrunner rivela che ora è ricominciata

Killers Of The Flower Moon: Brendan Fraser nel cast del film di Scorsese 3 Agosto 2021 - 21:00

L'attore è inoltre entrato nel cast di Brothers, la nuova commedia del regista di Palm Springs interpretata da Peter Dinklage e Josh Brolin

Cenerentola: il trailer del musical Amazon con Camila Cabello 3 Agosto 2021 - 20:20

La rilettura della classica fiaba arriverà su Amazon Prime Video il 3 settembre

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.