L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Oltre le nuvole, il luogo promessoci – La recensione

Oltre le nuvole, il luogo promessoci – La recensione

Di Marlen Vazzoler

Da oggi, solo per due giorni, sarà possibile vedere nei cinema italiani la versione doppiata in italiano del primo lungometraggio diretto da Makoto Shinkai, Oltre le nuvole, il luogo promessoci (Kumo no Mukou, Yakusoku no Basho).

Il film si apre con un lungo flashback ambientato nel 1996, in una realtà alternativa dove il Giappone è diviso in due: il sud è controllato dagli americani, mentre il nord dall’Unione Sovietica. Ci vengono introdotti Hiroki Fujisawa e il suo miglior amico Takuya Shirakawa, due studenti di Aomori innamorati della loro compagna di classe Sayuri Sawatari e affascinati dall’enorme torre che si trova ad Ezo, il nuovo nome dell’Hokkaido.
I due stanno lavorando part-time in una piccola fabbrica che si trova ad Hamana, dove montano missili guidati per il signor Okabe, al fine di recuperare le parti necessarie per la costruzione di un aereo (da loro soprannominato Bella Ciela) che li porterà alla misteriosa torre ideata da Ekusun Tsukinoe, che si trova oltre il confine.
Tramite una serie di misteriosi sogni Sayuri scopre il progetto dei ragazzi, con cui stringe una promessa: volare tutti e tre insieme fino alla torre. Ma quando l’estate finisce, Sayuri sparisce improvvisamente. La storia riprende tre anni dopo, con Hiroki che vive a Tokyo e Takuya impegnato in un laboratorio di ricerca di Aomori finanziato dagli americani.

Oltre-le-nuvole,-il-luogo-promessoci---Kumo-no-mukô,-yakusoku-no-basho---film-anime-OAV-foto-25

Quella che sembra apparentemente una storia di genere ‘slice of life‘, narrata da Hiroki, si trasforma ben presto in un film contaminato da altri due generi: quello di guerra, in cui assistiamo alla lotta della resistenza che vuole unire nuovamente il Giappone; e la fantascienza, dove la Torre occupa un ruolo centrale e nella quale vengono introdotti mondi paralleli, viaggi onirici e visioni sul futuro.
Shinkai fa un buon lavoro nel descrivere i punti di vista dei tre protagonisti, così diversi l’uno dall’altro nonostante mirino allo stesso obiettivo, rafforzati dalla presenza del flashback iniziale.

Sebbene non ci siano dei veri e propri tempi morti, il bel ritmo narrativo presente nella prima parte tende a indebolirsi in più occasioni nel resto del film: molto probabilmente una sceneggiatura più compatta avrebbe giovato alla narrazione. Non si tratta di cedimenti molto vistosi, ma tendono a trascinarsi dietro di sé la pellicola.

Oltre-le-nuvole,-il-luogo-promessoci---Kumo-no-mukô,-yakusoku-no-basho---film-anime-OAV-foto-8

Già in questa opera prima il talento di Shinkai è straripante, dato che non solo occupa il ruolo di regista, produttore e sceneggiatore, ma anche quello di direttore della fotografia, del montaggio e del suono, oltre a lavorare allo storyboard, al colore e ai fondali.

L’animazione è fluida, pulita e molto dettagliata, e possiamo notare inoltre quelli che diventeranno dei temi ricorrenti nella sua filmografia, come i treni, il tramonto, l’uso della luce e l’attenzione ai dettagli. Il mondo è permeato da una luce e da dei colori caldi, che servono ad accentuare ulteriormente il contrasto con la dimensione sognata da Sayuri, caratterizzata invece da un’atmosfera grigia e spenta.

Oltre-le-nuvole,-il-luogo-promessoci---Kumo-no-mukô,-yakusoku-no-basho---film-anime-OAV-foto-16

Gli effetti di luce presenti nel film catturano costantemente l’attenzione dello spettatore, e scandiscono i momenti più importanti della storia. Allo stesso tempo Shinkai tende a farne un uso un po’ eccessivo: in tutta onestà sarebbe bastato qualche lens flare in meno, sebbene siamo lontani anni luce dall’uso esagerato presente nelle pellicole di J.J. Abrams.

La colonna sonora composta da Tenmon è funzionale e accompagna molto delicatamente, con dei brani per lo più al piano e al violino le scene quotidiane e i pensieri dei protagonisti, ma quando è necessario il suono degli strumenti si alza e acquista maggior spessore, senza diventare mai un elemento dominante.

Voto 7.5

Oltre le nuvole, Il luogo promessoci (Kumo no mukō, yakusoku no basho) sarà disponibile nelle sale italiane solo oggi e domani, distribuito da Nexo Digital e Dynit.

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.
ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Sound of Metal: la recensione del film Amazon con Riz Ahmed 5 Dicembre 2020 - 18:00

La parabola di un batterista metal che perde l'udito parla della nostra riluttanza a voltare pagina

Wonder Woman 1984 – Diana con il Lazo della Verità nel nuovo poster 5 Dicembre 2020 - 17:00

Diana sfoggia la Golden Armor e il Lazo della Verità nel nuovo poster di Wonder Woman 1984, che uscirà il giorno di Natale negli Stati Uniti.

Spider-Man 3 – Sony cancella il video con i tre Peter, Zendaya non conferma né smentisce 5 Dicembre 2020 - 16:00

Il video di Sony Latinoamerica che sembrava rivelare la presenza di Tobey Maguire e Andrew Garfield in Spider-Man 3 è stato cancellato. Interrogata sulla questione, Zendaya non conferma né smentisce.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.