L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Walking Dead: Recensione dell’episodio 7×12, “Say Yes”

The Walking Dead: Recensione dell’episodio 7×12, “Say Yes”

Di Andrea Suatoni

—–ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER—–

LEGGI ANCHE: DOVE RITROVARE GLI ATTORI CHE HANNO LASCIATO THE WALKING DEAD

L’ultimo episodio di The Walking Dead è andato in onda ieri sera 5 Marzo (potremo vederlo in italiano già da questa sera su Fox), concentrandosi su Rick, Michonne, Rosita e Tara.

La serie si prende il tempo di raccontarci la storia d’amore fra Rick e Michonne, che nel corso degli episodi è stata spesso messa ai margini (per non dire dimenticata), insieme al travaglio interno di Tara riguardo l’esistenza di Oceanside e a quello di Rosita, sempre più inquieta e decisa a vendicarsi.

SAY YES

L’episodio si apre con Rick e Michonne in cerca di armi per il gruppo di Jadis, così da onorare l’accordo che li vedrebbe futuri alleati nella lotta contro Negan. Provvidenzialmente, i due trovano un ex accampamento militare (che nessuno aveva incredibilmente mai scovato prima): come piovute dal cielo, ecco arrivare una enorme quantità di armi insieme a molte provviste. I due innamorati vivono la loro avventura in solitaria come una specie di uscita romantica: finché a causa di una disattenzione Rick rischia di morire di fronte agli occhi attoniti di Michonne, pronta a seguirlo in una sorta di Shakespeariano sacrificio suicida. Salvatosi, Rick cerca di far ritrovare la forza che la contraddistingueva alla sua compagna: nella guerra in arrivo lui potrebbe morire, e in quel caso lei avrà il dovere di prendere il suo posto come leader del “nuovo mondo”.

Nel frattempo Rosita è sempre più inquieta e scontrosa: il bisogno di una impellente vendetta contro Negan si somma alla frustrazione di non riuscire a trovare armi per Jadis. La donna si sente inutile, arrivando infine, dopo aver capito che c’è ancora molto da aspettare, a chiedere l’aiuto di Sasha in una missione suicida.

Tara infine, dopo essere scesa a patti con la promessa fatta alla comunità di Oceanside e con il bisogno di trovare ulteriori armi per Jadis, prende la decisione di rivelare l’esistenza delle amazzoni a Rick.

walking-dead-7x12-1_opt

FILLER

Sostanzialmente un episodio filler, di cui in tutta onestà non sentivamo il bisogno: la storia d’amore fra Rick e Michonne viene qui declinata per la prima volta e risulta in effetti teoricamente godibile, ma usata nel contesto di una intera puntata senza averne praticamente mai prima mostrato una benché minima trattazione ha il sapore di un allungamento del brodo che non avrà con tutta probabilità sbocchi futuri.

Tutto ciò che accade in Say Yes (il cui titolo non risulta nemmeno indicativo di un indefinito tema dell’episodio) è una dilatazione di qualcosa che vedremo in futuro: nulla di nuovo quindi, né di utile alla trama. Gli showrunner di The Walking Dead cercano nuovamente di trovare un focus nei personaggi, trattandoli però come meri strumenti di minutaggio: l’introspezione è scialba, poco utile e addirittura incoerente in alcuni casi (come nel caso di Michonne), indirizzata solamente a coprire un intero episodio che evidentemente non si sapeva come riempire. 16 episodi a stagione sono forse un po’ troppi per essere gestiti dagli sceneggiatori di The Walking Dead, che nella sola prima stagione (durata solamente 6 puntate) sono riusciti a dare il massimo.

FUORI DAL CORO

In parte in realtà sarebbe anche lodevole l’idea di piazzare un episodio dai toni (quasi, limitatamente alle scene di Rick e Michonne) spensierati, in un clima come quello della settima stagione che si è assestato fin dal macabro incipit su una lunga serie di situazioni cupe ed opprimenti, anche se a tale intento però già erano indirizzati alcuni dei momenti del Regno.

walking-dead-7x12-2_opt

Say Yes preme per un po’ il freno, cercando a tratti di farci dimenticare di Negan; Rick e Michonne affrontano un’orda di zombie come agli antichi fasti della serie e sviluppano l’azione all’interno di un luna park, per indirizzare ancor di più la voluta differenziazione di narrazione rispetto agli episodi precedenti (e probabilmente anche a quelli che seguiranno). C’è spazio quindi per momenti divertenti, addirittura per del tempo libero passato sovrappensiero; ma che fine hanno fatto le richieste settimanali dei Salvatori, nei momenti in cui Rick cerca di prolungare il suo “viaggio di piacere”? L’episodio non tiene conto della continuity della serie e risulta infine in molti punti estraneo non solo alla narrazione ma anche alla trama: una sorta di “what if” su ciò che sarebbe potuto essere ma che, a causa di determinate scelte di scrittura, non potrà essere mai più.

LA RIBELLIONE

Mancano 4 episodi prima del finale di stagione, in cui attendiamo di vedere la lotta finale fra i due schieramenti. Ma con così poco tempo a disposizione e gli showrunner propensi alla consueta lentezza, siamo davvero sicuri che ciò avverrà davvero? I residenti di Alexandria devono recarsi ad Oceanside e poi tornare da Jadis, Ezekiel non si è ancora deciso ad entrare nell’alleanza, Sasha e Rosita portano avanti un piano tutto loro e anche Carol, Dwigth, Eugene e Daryl tengono sui propri capi delle storyline aperte di difficile veloce risoluzione. La guerra ci sarà raccontata forse durante la prossima stagione?

MV5BYWMzYTc4NGUtNmVlZC00MmFkLTliMDMtMzBmOTNiMGNiOWUwXkEyXkFqcGdeQXVyNjc5Mjg0NjU@_opt

LEGGI ANCHE: THE WALKING DEAD E’ LA SERIE PIU’ NOMINATA AI SATURN AWARDS 2017

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Walking Dead: AMC sta considerando uno spin-off su Negan 11 Aprile 2021 - 9:00

La rete ha lanciato un sondaggio tra gli spettatori per capire se ci sia interesse in una serie prequel

GLAAD Media Award: ecco la reunion di Glee in onore di Naya Rivera 10 Aprile 2021 - 20:00

La trentaduesima edizione dei GLAAD Media Award ha ospitato una reunion di Glee. Un omaggio nei confronti di Naya Rivera, tragicamente scomparsa lo scorso luglio.

Shang-Chi: le action figure svelano alcuni importanti dettagli sulla storia 10 Aprile 2021 - 19:00

Le informazioni su Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings sono scarse ma alcuni dettagli sulla trama arrivano dalle action figure realizzate per accompagnare il lancio della pellicola.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.