Condividi su

18 marzo 2017 • 14:29 • Scritto da Marlen Vazzoler

George R.R. Martin lancia uno studio cinematografico non-profit

George R.R. Martin ha fondato lo Stagecoach Foundation uno studio cinematografico dai prezzi accessibili per gli artisti più giovani e le grandi produzioni
0

LEGGI ANCHE: The Sons of the Dragon è il titolo della nuova storia di Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

Lo scrittore George R.R. Martin ha lanciato un nuovo progetto: l’organizzazione senza scopro di lucro Stagecoach Foundation che provvederà un ufficio e un impianto di produzione di 30mila piedi quadri per la realizzazione di progetti cinematografici nella città di Santa Fe, dove abita l’autore.

Alla cerimonia il sindaco Javier Gonzales ha twittato:

“Oggi è un grande passo avanti per la nostra economia cinematografica e diamo il benvenuto agli impianti di produzione dello Stagecoach Foundation di Martin. Si comincia con i fratelli Coen!”

Il Santa Fean ha donato l’edificio a Martin, sicuro che lo scrittore sarebbe riuscito a creare ‘qualcosa di buono‘ per la città.

george-rr-martin

Gonzales spiega che il maggior numero di infrastrutture cinematografiche porterà con sé registi emergenti, direttori del montaggio, creatori di media digitali che hanno bisogno di un luogo di produzione a prezzo accessibile, e questo è possibile perché si tratta di una fondazione senza scopro di lucro.

Lo Stagecoach Foundation potrà essere usata sia da grandi produzioni hollywoodiane sia da imprenditori cinematografici alle prime armi.

Martin non ha ancora concluso The Winds of Winter, a gennaio aveva dichiarato di aver fatto dei progressi ma non quanto aveva sperato. L’autore spera di far uscire il libro quest’anno, un’affermazione che aveva detto anche l’anno precedente.

Fonti The Albuquerque Journal, Javier Gonzales

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.
ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *