L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Star Wars: nuovi dettagli sulle origini dei Cavalieri di Ren

Star Wars: nuovi dettagli sulle origini dei Cavalieri di Ren

Di Filippo Magnifico

LEGGI ANCHE: Star Wars: Jar Jar Binks ha avuto quello che si merita? Ecco che fine ha fatto

Star Wars Aftermath: Empire’s End, il romanzo scritto da Chuck Wendig, terzo capitolo della “Aftermath Trilogy”, sembra rivelare nuovi dettagli sui Cavalieri di Ren, il gruppo introdotto in Star Wars: il Risveglio della Forza, capitanato da Kylo Ren/Ben Solo, il personaggio interpretato da Adam Driver.

Come sappiamo, la trilogia di libri nasce come preludio del film e occupa un lasso di tempo che va da circa sei mesi dopo la Battaglia di Endor, fino all’ottavo capitolo della saga concepita da George Lucas negli anni ’70. Sappiamo che Ben Solo è stato addestrato dal Maestro Jedi, nonché zio, Luke Skywalker (Mark Hamill) e che successivamente è stato sedotto dal Lato Oscuro, finendo con l’uccidere i suoi compagni Padawan e diventando l’apprendista del Leader Supremo Snoke, maestro dei Cavalieri di Ren e comandante del Primo Ordine.

Sembra che i Cavalieri di Ren siano nati dopo l’uscita di scena dell’Imperatore Palpatine e di Darth Vader, inizialmente come gruppo clandestino devoto al Lato oscuro della Forza e guidato da Yupe Tashu, uno degli ex consiglieri dell’Impero. Il nome del culto era Acolytes of the Beyond, diventato successivamente Cavalieri di Ren dopo la morte di Yupe Tashu (durante la battaglia di Jakku) e l’ingresso in scena di Snoke.

supremeleadersnoke

Una teoria che verrà confermata ufficialmente in Star Wars: Gli Ultimi Jedi, il prossimo capitolo della saga fantascientifica. Nel cast ritroveremo Daisy Ridley, John Boyega, Adam Driver, Oscar Isaac, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Lupita Nyong’o, Mark Hamill, Carrie Fisher e Gwendoline Christie. A loro si uniscono Laura Dern, figlia del bravissimo Bruce Dern e di Diane Ladd, comparsa in pellicole come Velluto Blu, Cuore Selvaggio, INLAND EMPIRE e Jurassic Park, Kelly Marie Tran, giovane attrice vista nella serie TV About a Boy, e Benicio Del Toro. L’uscita del film, diretto da Rian Johnson, è prevista per il 14 dicembre 2017.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B013OTZSE6″ partner_id=”swfilippo-21″]

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01AE5MKDA” partner_id=”swfilippo-21″]

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.
ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Fonte: /Film


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Loki: chi è il personaggio che compare alla fine del secondo episodio? 16 Giugno 2021 - 12:39

Il secondo episodio di Loki, da poco disponibile su Disney+, si è concluso con un colpo di scena, che ha introdotto al pubblico la Variante di Loki alla base del caos nella Sacra Linea Temporale.

Atlas: Jennifer Lopez nel thriller sci-fi Netflix diretto da Brad Peyton 16 Giugno 2021 - 12:15

La storia di una donna in lotta per salvare l'umanità da un'intelligenza artificiale che vorrebbe sterminarla per fermare una guerra

Hellraiser – Odessa A’Zion sarà la protagonista del reboot 16 Giugno 2021 - 11:30

Pare che Odessa A’Zion (Grand Army) sia stata scritturata come protagonista del reboot di Hellraiser, diretto da David Bruckner.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.