L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Logan avrà una scena dopo i titoli di coda

Logan avrà una scena dopo i titoli di coda

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: La recensione di Logan

La 20th Century Fox sta organizzando le anteprime stampa di Logan in tutto il mondo, ma nessuna di esse – compresa quella cui ho partecipato io stesso – include una scena dopo i titoli di coda. Ebbene, ora sappiamo che le copie del film in uscita nelle sale (in Italia dal 1 marzo) saranno complete del suddetto “bonus”.

Il rumor di un’eventuale scena post-credit circolavano da tempo, ma ora sono stati confermati da Collider: la scena ci sarà, ma non è chiaro se verrà collocata durante i titoli o proprio alla fine. Data la natura peculiare di questo cinecomic, sarà interessante scoprire il contenuto di tale scena, poiché Logan non è stato concepito per preparare il terreno a un capitolo successivo; ciononostante, la saga cinematografica degli X-Men proseguirà anche oltre le avventure di Wolverine (Hugh Jackman), quindi chissà.

Per la cronaca, il film di James Mangold è davvero imperdibile: un western crepuscolare che abbandona i tòpoi del cinema supereroistico per abbracciare una narrazione dolente, brutale e disillusa, come potrete leggere nella recensione.

logan-laura

LEGGI ANCHE:

La furia di Wolverine e X-23 nel nuovo trailer di Logan

La première di Logan alla Berlinale di quest’anno

Il primo trailer di Logan

Il nuovo poster di Logan

Svelati i primi dettagli sulla trama di Logan

Hugh Jackman svela il titolo di Wolverine 3, ecco il primo poster

Nel 2024 la popolazione mutante si è ridotta sensibilmente, e gli X-Men si sono sciolti. Logan, il cui potere di guarigione si sta esaurendo, si è arreso all’alcol e ora si guadagna da vivere come autista. Si prende cura del sofferente Professor X, che tiene nascosto. Un giorno, una sconosciuta chiede a Logan di portare una ragazzina chiamata Laura fino al confine con il Canada. Inizialmente rifiuta, ma il Professore attendeva da lungo tempo il suo arrivo. Laura possiede una straordinaria abilità nel combattimento, ed è sotto molti aspetti identica a Wolverine. Sulle sue tracce ci sono alcuni sinistri figuri che lavorano per una potente corporation; questo perché nel suo DNA è contenuto il segreto che la connette a Logan. Comincia un inseguimento senza sosta…

In questo terzo film con il personaggio della Marvel Wolverine, vediamo i supereroi afflitti da problemi quotidiani. Invecchiano, soffrono e lottano per sopravvivere finanziariamente. Un decrepito Logan è costretto a chiedersi se può o addirittura vuole mettere a buon uso ciò che rimane dei suoi poteri. Sembrerebbe che, in un vicino futuro, i tempi in cui potevano imporre la giustizia nel mondo con artigli affilati e poteri telepatici siano ormai finiti.

James Mangold dirige il film su sceneggiatura di Michael Green, mentre Patrick Stewart torna nella parte del Professor Xavier, e Boyd Holbrook interpreta Donald Pierce, uno degli antagonisti. Richard E. Grant è lo scienziato Zander Rice; nel cast anche Stephen Merchant (Calibano), Eriq La Salle, Elise Neal e Dafne Keen (Laura / X-23). La classificazione è restricted (come Deadpool), quindi con divieto per i minori di 17 anni non accompagnati: ciò significa che Logan è più esplicito e brutale dei precedenti. La trama del film si ispira vagamente a Old Man Logan di Mark Millar e Steve McNiven, ed è ambientata nel 2024, un futuro dove le nascite mutanti sono rarissime, e un’organizzazione governativa chiamata Transigen trasforma i superstiti in soldati micidiali; Logan entra in contatto con una bambina che apparteneva proprio a quel programma (la versione cinematografica di Laura Kinney alias X-23), ma deve combattere anche con una malattia oscura, l’alcolismo e il malfunzionamento dei suoi poteri. Il mutante artigliato – coadiuvato da Calibano (Stephen Merchant) – si prende cura anche del Professor Xavier (Patrick Stewart), i cui poteri e la cui memoria sono instabili.

È noto che sarà l’ultima interpretazione di Hugh Jackman nel ruolo di Wolverine. L’uscita italiana è prevista per il 1 marzo 2017.

logan-trailer-copertina

Fonte: Heroic Hollywood

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

CLICCATE SUL PULSANTE “SEGUI” PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI DI LOGAN

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Black Widow – Nuovi poster per il cinecomic con Scarlet Johansson 12 Giugno 2021 - 21:00

Sono disponibili quattro suggestivi poster di Black Widow targati RealD 3D, Dolby Cinema, Screen X e IMAX. Inoltre, Cate Shortland parla dei riferimenti per il film.

It’a A Sin – Recensione della imperdibile serie LGBTQIA+ inglese divenuta già un cult 12 Giugno 2021 - 20:00

It's a Sin stupisce continuamente e rende di nuovo attuale una pagina di storia troppo raramente ricordata: ecco la nostra recensione della imperdibile (non solo per gli appartenenti al mondo LGBT+) serie inglese!

Loki – Una featurette dedicata al personaggio di Gugu Mbatha-Raw 12 Giugno 2021 - 19:00

La giudice Ravonna Renslayer di Gugu Mbatha-Raw è al centro di una nuova featurette di Loki, i cui episodi escono ogni mercoledì su Disney+.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.