L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Meryl Streep attacca Trump nel discorso di ritiro del Golden Globe alla Carriera

Meryl Streep attacca Trump nel discorso di ritiro del Golden Globe alla Carriera

Di Filippo Magnifico

LEGGI ANCHE: Golden Globe 2017 – Trionfano Moonlight e La La Land: ecco i vincitori

Tutti noi che siamo presenti in questa stanza facciamo parte del gruppo più disprezzato dalla società americana al momento. Pensateci: Hollywood, gli stranieri e la Stampa.

Meryl Streep è salita sul palco con pochissima voce ma con molta determinazione. L’attrice ha ricevuto il premio alla carriera durante la cerimonia di assegnazione dei Golden Globe, i prestigiosi premi che precedono gli Oscar, consegnati dai giornalisti della stampa estera iscritti all’HFPA (Hollywood Foreign Press Association) al mondo del cinema e anche della TV.

Una delle più conosciute e apprezzate attrici del mondo, la più premiata di sempre nella storia dei Golden Globe, ha ritirato il premio regalando al pubblico un discorso intriso di politica e indirizzato ad una persona in particolare: Donald Trump, il 45º presidente degli Stati Uniti, successore di Barack Obama.

La Streep ha iniziato con un riferimento al disprezzo provato da una parte dei cittadini americani verso il mondo di Hollywood, unito dall’odio mai nascosto nutrito da Trump nei confronti della stampa e degli stranieri. Ma Hollywood è in realtà piena di stranieri, come ha sottolineato l’attrice:

Se li cacciamo tutti non potremo fare altro che guardare il football e le arti marziali, che non sono un gran che come arte.

Meryl Streep

Il discorso di è poi soffermato su Trump, Meryl Streep ha ricordato il momento in cui il Presidente, durante la sua campagna elettorale, ha imitato e preso in giro una giornalista disabile (Serge Kovalevski del New York Times) che lo aveva criticato:

Quando l’ho visto mi ha spezzato il cuore perché e non sono più riuscita a toglierlo dalla testa, perché non era un film, era la vita reale. E questo istinto ad umiliare il prossimo, quando arriva da una persona potente, che occupa una carica pubblica, arriva nella vita di tutti e li autorizza a comportarsi nello stesso modo. La mancanza di rispetto genera mancanza di rispetto, la violenza causa altra violenza, nel momento in cui i potenti usano la loro posizione per umiliare il prossimo, perdiamo tutti. Abbiamo bisogno della stampa per tenere a basa al potere, per questo motivo i nostri padri fondatori hanno insistito perché la libertà di espressione fosse riconosciuta dalla costituzione.

Nel concludere il suo discorso l’attrice ha ricordato Carrie Fisher, recentemente scomparsa:

Come ha detto una volta la mia amica, la Principessa Leia: “Prendi il tuo cuore infranto e fallo diventare Arte”.

Qui sotto trovate il video:

UPDATE: La risposta di Donald Trump è arrivata tramite il New York Times. Il Presidente non si è mostrato sorpreso e ha sottolineato il fatto che Meryl Streep fa parte della cerchia dei “cinematografari liberali” di Hollywood, da sempre contro di lui. Per quanto riguarda il passaggio del discorso riguardante la presa in giro de giornalista disabile Serge Kovalevski ha poi aggiunto:

Non stavo prendendo in giro nessuno. Stavo mettendo in discussione il comportamento di un giornalista che era diventato nervoso dopo aver cambiato parere su una storia che lui stesso aveva raccontato.

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Emancipation – Will Smith e Antoine Fuqua lasciano la Georgia a causa della nuova legge elettorale 12 Aprile 2021 - 21:48

La produzione di Emancipation lascia la Georgia, in risposta alla nuova legge elettorale. La dichiarazione congiunta di Will Smith e del regista Antoine Fuqua

Governance – Il prezzo del potere: su Prime Video il film con Massimo Popolizio e Vinicio Marchioni 12 Aprile 2021 - 21:30

Arriva su Amazon Prime Video Governance – Il prezzo del potere, il film di Michael Zampino, che vede nel cast Massimo Popolizio e Vinicio Marchioni. Ecco tutto quello che dovete sapere, la trama, il cast, il trailer.

Shazam! Fury of the Gods: anche Lucy Liu nel cast del film DC 12 Aprile 2021 - 20:45

L'attrice sarà Kalypso, sorella dell'Hespera interpretata da Helen Mirren

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.