L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Meg: lo scrittore Steve Alten promette un film più spaventoso che mai

Meg: lo scrittore Steve Alten promette un film più spaventoso che mai

Di Filippo Magnifico

Con un budget di 150 milioni di dollari Meg, la pellicola ispirata al romanzo scritto da Steve Alten nel 1997 e incentrata sul Megalodonte, un gigantesco squalo preistorico, si preannuncia un piccolo kolossal, soprattutto se teniamo conto del genere di riferimento. L’ottimo Paradise Beach: Dentro L’incubo (titolo originale The Shallows) potrebbe aver aperto la strada ad una nuova ondata di pellicole incentrate su squali famelici e stando a quanto dichiarato dall’autore del libro Meg ci regalerà una serie di brividi che difficilmente riusciremo a scrollarci di dosso. Intervistato da iHorror, lo scrittore ha detto:

Le riprese sono terminate in Nuova Zelanda e Cina a metà dicembre. Non ho visto ancora niente a parte quello che è stato diffuso su Instagram ma da quello che ho capito tutto sembra incredibile. Sarà dannatamente spaventoso, così spaventoso da farvi saltare dalla sedia!

megphoto

Nel cast del film, la cui uscita è stata fissata per il 2 marzo 2018, troviamo Jason Statham, Fan Bingbing, Jessica McNamee (The Vow, The Loved Ones) e Ruby Rose (Orange Is the New Black, xXx: Il Ritorno di Xander Cage). Questa la trama del romanzo:

A più di diecimila metri di profondità in un angolo sperduto dell’Oceano Pacifico, grazie alla coincidenza di particolari fattori ambientali è sopravvissuto un killer preistorico. Per milioni di anni in quegli abissi senza luce si è riprodotto uno squalo terrificante: il Megalodon, 20 metri di lunghezza e quasi due tonnellate di peso, progenitore dell’odierno Squalo Bianco. Paleontologo ed esperto di subacquea, Jonas Taylor è da tempo convinto della sopravvivenza del Megalodon, che forse ha già incontrato in una sfortunata spedizione anni prima. Quando Meg riaffiora dalle profondità del tempo portando caos e distruzione, è a lui che verrà chiesto di guidare la caccia al mostro e di tuffarsi nelle acque dell’oceano.

[AMAZONPRODUCTS asin=”8804430370″ partner_id=”swfilippo-21″]

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Oscar 2021: niente mascherina per gli ospiti durante la trasmissione 20 Aprile 2021 - 18:15

La Notte degli Oscar sarà trattata come ogni produzione televisiva o cinematografica. L’Academy non chiederà ai partecipanti di indossare la mascherina durante la diretta ma sarà obbligatoria durante le pause pubblicitarie.

DOTA: Dragon’s Blood | Netflix annuncia la stagione 2, prima immagine 20 Aprile 2021 - 18:06

Luna e Pangolier nella prima immagine di DOTA: Dragon's Blood: Book 2, la seconda stagione della serie Netflix animata dallo Studio Mir

Venom: La furia di Carnage – Il primo teaser potrebbe uscire presto 20 Aprile 2021 - 17:30

Gli ultimi rumor sostengono che il teaser trailer di Venom: La furia di Carnage sarà pubblicato on-line molto presto da Sony Pictures.

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.