L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Kingsglaive: Final Fantasy XV

Kingsglaive: Final Fantasy XV

Di Marco Lucio Papaleo

Sono due le cose che hanno fatto la fortuna di Final Fantasy, nel corso degli anni: la magniloquenza dell’aspetto audiovisivo e le atmosfere (tecno)fantasy assolutamente ammalianti. Final Fantasy XV si rivela come una conferma, da questo punto di vista, ma permette anche una riflessione più ampia sul senso dello sfruttamento del franchise su più media, cosa non sempre riuscita nel migliore dei modi a Square Enix (e, prima ancora, a Squaresoft).

Kingsglaive_Final_Fantasy_XV_1

Se guardiamo al passato, difatti, non possiamo esimerci dal ricordare Final Fantasy: The Spirits Within (2001) e Final Fantasy VII: Advent Children (2005), precedenti due exploit della software house di portare sul grande schermo la sua saga più famosa, ma con risultati purtroppo altalenanti, nonostante l’aderenza alle due qualità elencate a inizio articolo. Nel primo caso per via di un concept troppo sci-fi, con rimandi solo metaforici e tematici al brand, e nel secondo per l’essere un film dedicato unicamente ai fan, escludendo dalla comprensione e dalla possibilità di appassionarsi tutto il resto del pubblico. Si trattava dello stato dell’Arte, a livello tecnico, della CGI, ma di esperimenti poco riusciti sul piano strettamente cinematografico.

kingsglaive-0002

L’uscita di Kingsglaive: Final Fantasy XV, per fortuna, ribalta completamente le cose, cambiando furbescamente l’approccio alla questione. Anche qui, come in Advent Children, si parte da un vero capitolo della saga canonica, ma non si tratta di un sequel quanto di un prequel, volto a instradare nuovi e vecchi fan alla mitologia del mondo di Eos.
Uscito, in patria, quest’estate, precedendo così di diverso tempo il lancio del gioco, Kingsglaive è a tutti gli effetti un prequel dello stesso, pur essendo ambientato, in realtà, durante le primissime fasi del titolo per console, spiegando i retroscena di quello che sarà un colpo di scena ai danni del principe Noctis di Lucis e della sua scorta poco dopo l’inizio del suo viaggio volto a raggiungere la sua promessa sposa, la principessa Lunafreya di Tenebrae.

kingsglaive-0005

E, difatti, Noctis è praticamente assente nel corso delle due ore di film, che hanno per protagonisti il saggio re Regis, sovrano di Lucis, e il corpo di guardie scelte dei Kingsglaive, “gli Angoni del Re”, benedetti dalla magia del Regno e pronti a tutto per proteggere la capitale Insomnia. Tra questi spicca Nyx Ulric, giovane idealista con qualche rimpianto e il desiderio di rendersi utile, che finirà per divenire un eroe del conflitto tra il Regno di Lucis e l’Impero di Niflheim.

Esattamente come successo con The Spirits Within e Advent Children (e con le dovute proporzioni visto il passare degli anni e l’avanzare dei mezzi tecnici a disposizione) Kingsglave si conferma come il lungometraggio animato in CGI dalla grafica più raffinata e realistica di sempre, senza temere confronti di alcun tipo sul piano tecnico. La ricchezza di dettagli delle scenografie e l’incredibile realismo delle animazioni e delle fisionomie dei personaggi lasciano esterrefatti, e la sensazione non è mai quella di trovarsi di fronte ad un “freddo” videogioco. Curioso (ma non inaspettato: si usa fare spesso nel campo dei manga e dei videogiochi nipponici) il vedere come taluni personaggi assomiglino in maniera marcata ad alcuni veri attori hollywoodiani –Ben Affleck ed Ethan Hawke su tutti- quando poi, in realtà, a dar loro la voce sono altri volti noti dello spettacolo… nella versione in inglese, difatti, tra i doppiatori sbucano i nomi di Aaron Paul, Sean Bean e Lena Headey! Suntuosa, come da programma, anche la colonna sonora, ricca e incalzante.

kingsglaive-0018

Il tutto si rivela, dunque, un movimentato ed epico spettacolo di due ore propedeutico alla trama del videogioco, ma il film è meritevole anche a se stante o risulta comunque un’appendice inscindibile dalla sua matrice videoludica? Sì e no. La storia dei protagonisti si apre e si chiude degnamente, segnando una piccola epopea che, nel suo pubblico d’elezione, non manca di emozionare, ma si tratta comunque di un’operazione volta a far appassionare agli sviluppi di questo universo narrativo, non certo di un viaggio di sola andata. In certi punti, inoltre, la trama si fa più intricata del dovuto, e taluni potrebbero non gradire la frenesia delle scene di combattimento, così come lo scarso minutaggio dedicato ad alcuni personaggi sulla carta molto interessanti.

kingsglaive-0027

Resta, ad ogni modo, un’opera compiuta, divertente e appassionante, oltre che spettacolare oltre ogni dire. Il film è disponibile in Home Video in una moltitudine di formati e versioni: sul mercato italiano, tuttavia, è presente solo in DVD e Blu-Ray “standard”, oltre che come parte del bundle della versione “Deluxe Edition” di Final Fantasy XV. Nel blu-ray, che segnaliamo per l’estrema qualità del supporto, sono presenti l’audio in inglese, italiano e francese (niente giapponese, purtroppo!) e quattro featurette extra, sottotitolate in italiano e della durata totale di 23 minuti circa, dedicate al doppiaggio, all’ambientazione, al motion capture e alla colonna sonora.

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bridgerton: in arrivo uno spin-off sulla regina Charlotte 15 Maggio 2021 - 19:00

In arrivo uno spin-off di Bridgerton incentrato sul passato della regina Charlotte, interpretata da Golda Rosheuvel.

UCI Cinemas: il 20 maggio la riapertura, arriva a Roma UCI Luxe Maximo 15 Maggio 2021 - 18:00

UCI Cinemas, il più importante Circuito cinematografico presente in Italia, annuncia la riapertura per il 20 maggio.

What If…? – La serie animata della Marvel da agosto su Disney+ 15 Maggio 2021 - 17:00

Entertainment Weekly rivela che What If...?, prima serie animata dei Marvel Studios, uscirà in agosto su Disney+, ma una data precisa non è ancora disponibile.

Love, Death & Robots, la seconda stagione 14 Maggio 2021 - 15:49

Sbarca su Netflix la seconda stagione di Love, Death & Robots: pochi robot, un po' di amore, abbastanza morti.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.