L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Walking Dead: recensione dell’episodio 7×06, “Swear”

The Walking Dead: recensione dell’episodio 7×06, “Swear”

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: DOVE RITROVARE GLI ATTORI DI THE WALKING DEAD CHE HANNO LASCIATO LA SERIE

———-ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER———-

Ieri 27 Novembre è andata in onda su AMC (questa sera in italiano su Fox) la sesta puntata di The Walking Dead, che riporta sulla scena due personaggi (anche se di uno molti non ricordavano nemmeno l’esistenza) spariti da molto tempo: Heath e Tara. Per molto tempo abbiamo penato per la ragazza, dopo la morte di Denise: cosa avremmo visto nel momento in cui Tara sarebbe venuta a conoscenza di ciò che era accaduto alla sua fidanzata? Beh, chi si aspettava un momento toccante, sarà rimasto molto deluso. Ma, personalmente, una puntata interamente dedicata a Tara era una cosa che aspettavo da tempo… E tutto sommato la delusione è stata molto meno marcata del previsto.

SWEAR

Tara e Heath sono in viaggio solo da un paio di settimane, anche se per noi sono passati mesi: il secondo non riesce a fare i conti con le azioni compiute ai tempi del “massacro” degli uomini di Negan (che i due credono ormai un lontano problema).

Durante una delle loro ricognizioni, subiscono su un ponte un attacco da parte di un gran numero di vaganti: Tara cade nel fiume sottostante e si risveglia ore dopo, trasportata dalla corrente verso l’oceano. Qui viene soccorsa da Cindy, una ragazza che la aiuta, ancora svenuta, all’insaputa della propria comunità.

walking-dead-7_opt_opt

Svegliatasi, Tara si introduce nella comunità di Cindy, che sembra essere formata da sole donne (armate fino ai denti), e finisce per essere catturata; ma guadagna pian piano la fiducia della leader, che le chiede di restare. Tara risponde invece che potrebbe fare da ponte per creare un’alleanza fra loro ed Alexandria: le donne accettano e decidono di mandare due di loro assieme alla ragazza per dare un’occhiata alla cittadina di Rick e soci.

Durante il percorso però le vere intenzione della leader diventano chiare: Tara deve essere uccisa per la salvaguardia della comunità, che si scopre essere fuggita dal controllo di Negan dopo che questi aveva ucciso tutti gli uomini in seguito ad una ribellione; Cindy interviene per salvarla e la lascia andare solamente in cambio della promessa di non rivelare a nessuno la loro esistenza.

Tornata quindi ad Alexandria, e conosciuta la sorte di Denise in una scena assolutamente priva del pathos che ci si aspettava, Tara deciderà di rispettare la promessa fatta a Cindy, cosciente che alcuni dei suoi compagni potrebbero assaltare la comunità di donne per rubare le loro armi. Riguardo la sorte di Heath invece, non è ancora dato sapere nulla.

MV5BZjVmMjZkYjQtM2RhNy00ZTlkLTg4YjUtMDhlMDEzMmI5YzBjL2ltYWdlL2ltYWdlXkEyXkFqcGdeQXVyNTUwNjUzODc@_opt

LA QUINTA COMUNITA’

Un quinto gruppo di sopravvissuti è stato introdotto in questo sesto episodio; un gruppo ancora una volta diverso dai precedenti e formato da moderne amazzoni private dei loro uomini dall’onnipresente Negan. La caratterizzazione di questa nuova comunità di sole donne è apprezzabile e completa, magari non originale (la stessa situazione nello stesso contesto era stata già immaginata dai pazzoidi showrunner di Z-Nation) ma comunque molto più efficace di Hilltop e di altre situazioni incontrate sulla strada di The Walking Dead.

Il finale dell’episodio, che rimanda al titolo stesso, pone però un dubbio: rivedremo Cindy e le altre in futuro? La costruzione e la scrittura della puntata paiono creare un episodio puramente filler, incentrato su un personaggio finora fin troppo bistrattato dalla narrazione e creando l’idea di una comunità del tutto al femminile semplicemente per esplorare la psicologia di quel personaggio (ammiccando anche alla sua sessualità), senza ulteriori agganci di trama; ma l’idea di una quarta comunità da contrapporre a Negan in vista di una sicura alleanza contro i Salvatori, per di più estremamente rifornita di armi, è molto stuzzicante. Buchi di trama a parte: a quanto pare i Salvatori hanno ucciso tutti gli uomini dei ribelli ma non si sarebbero premurati di prendere le armi…

152727-2_opt

FORMULA VINCENTE…?

The Walking Dead continua la sua lentissima marcia verso la mid-season: la cara vecchia struttura del “non facciamo accadere nulla fino alla fine” è più che rispettata, dopo una partenza col botto ed una serie di episodi sostanzialmente quasi inutili. Quasi. Perché in effetti ci rendiamo conto che in questa settima stagione gli showrunner stanno sì annoiando gli spettatori con le vicende sparpagliate per il mondo di pochi personaggi alla volta che non trovano mai una vera risoluzione (l’intento introspettivo è chiaramente visibile, ma la realizzazione urla, come ormai da anni siamo abituati con The Walking Dead, al ridicolo), ma stanno anche, sotto sotto, raccontando qualcosa: ad eccezione dell’inutilmente lungo episodio 7×04, ogni settimana abbiamo visto nuovi personaggi unirsi all’ideale esercito che andrà a combattere Negan (ma loro ancora non lo sanno).

In sostanza, in ben 5 episodi (esclusa la deflagrante premiére) non è successo praticamente nulla, ma allo stesso tempo è stato raccontato molto: Ezekiel ed il Regno, Jesus, forse Cindy e le sue compagne, addirittura forse anche Dwight e qualcuno dall’interno dei Salvatori si stanno muovendo verso un fronte comune di cui ancora non conoscono l’esistenza.
E forse esiste la possibilità che uno studiato piano in fase di scrittura esista davvero dietro tutto ciò che abbiamo visto finora, e che The Walking Dead possa ancora riuscire stupirci. Forse.

MV5BMGI3OTRkMTgtY2U1MS00NTMwLWEzODgtMWUwOTNkMWEzNGUyXkEyXkFqcGdeQXVyNTUwNjUzODc@_opt

LEGGI ANCHE: LA RECENSIONE DELL’EPISODIO 7X05 DI THE WALKING DEAD

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il trailer di Willy’s Wonderland: Nicolas Cage contro gli animatronics indemoniati! 15 Gennaio 2021 - 21:00

Arriverà il 12 febbraio in USA, sia al cinema che on demand, l'horror diretto da Kevin Lewis

Providence: su Peacock una nuova serie dagli autori di You 15 Gennaio 2021 - 20:15

Tratta da un romanzo di Caroline Kepnes, la serie sarà sviluppata da Sera Gamble per la piattaforma di NBCUniversal

Heart of Stone: Netflix compra l’action con Gal Gadot 15 Gennaio 2021 - 19:30

Il film mira a lanciare un nuovo franchise di spionaggio ed è scritto dallo sceneggiatore di The Old Guard

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.