L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Playstation VR Day One: Tutto sulla Realtà Virtuale firmata Sony!

Playstation VR Day One: Tutto sulla Realtà Virtuale firmata Sony!

Di Fabrizio Tropeano

Il grande giorno è arrivato. La realtà virtuale ha finalmente casa anche su Playstation 4 grazie a Playstation VR. Sony irrompe sulla scena del nuovo trend dell’intrattenimento digitale posizionandosi in una fascia di mercato praticamente inesplorata. Da una parte infatti abbiamo le proposte low cost utilizzabili sugli smartphone, dall’altra le soluzioni ultra evolute ma anche ultra costose per PC di Oculus Rift ed HTC Vive.

Playstation VR oltre al costo del sensore (399 euro) richiede ovviamente Playstation 4 ed una Playstation Camera il cui costo si aggira intorno alle 60 euro. Con meno di 500 euro in tutto dunque (PS4 esclusa ovviamente) potremo avere a casa un sistema di intrattenimento a 360 gradi evoluto, comodo, performante ed incredibilmente coinvolgente. Insomma, promozione a pieni voti? Indubbiamente ma dobbiamo anche evidenziare qualche aspetto non convincente fino in fondo. Parleremo di tutto dopo aver visto questo video unboxing della confezione della versione italiana.

INSTALLAZIONE
Dopo aver aperto la scatola, seguendo le istruzioni ed i tre utilissimi video tutorial che seguono (sono in inglese ma veramente di facile comprensione e con tante immagini descrittive), abbiamo montato tutto il kit Playstation VR per iniziarla ad utilizzare. L’operazione non richiede più di 15-20 minuti ma cercate di organizzare al meglio il vostro spazio di gioco: il processore esterno richiede infatti di essere collegato alla TV e alla Playstation 4 tramite due fili HDMI (è tutto compreso nella confezione) ed ovviamente a Playstation VR con altri due cavi voluminosi.

Inoltre cercate di trovare il giusto collocamento per quando giocherete a Playstation VR: dovrete infatti scegliere bene la posizione di Playstation Camera per fare inquadrare al meglio sia la vostra figura che il joypad di Playstation 4: il controller infatti interagirà con la camera stessa all’interno dei videogiochi e dovrà essere sempre “visionabile” dall’altra periferica.

INDOSSANDO VR
Playstation VR è un prodotto veramente ben realizzato sia visivamente che nell’ergonomia. Inoltre per i tanti occhialuti come chi vi sta scrivendo questo articolo, non presenta alcun tipo di problema nel suo utilizzo. Il visore però richiede qualche istante di attenzione per poter fruire dell’immagine al meglio. Bisognerà troverà veramente la perfetta posizione sulla propria testa per fare in modo tale che non ci sia alcun alone o una visione non proprio perfetta. Forse ci vorrà un pò di tempo per farci l’abitudine e rendere tutto più rapido.

Ovviamente immaginarsi un’esperienza del genere in modalità wireless forse è utopia al momento ma comunque il cavo che parte dal visore non dà eccessivamente fastidio così come il peso di VR stessa (meno di 500 grammi) non si fa particolarmente sentire.

playstation-vr-final

PRIME IMPRESSIONI AUDIOVISIVE
Vi stupiremo ma le prime impressioni sono per l’audio di Playstation VR. Gli auricolari sempre inclusi nella confezione grazie al sonoro processato dall’unità esterna regala un senso di “tridimensionalità sonora” mai provata prima. Stiamo parlando di un’autentica evoluzione generazionale da questo punto di vista. Per una volta le frasi ad effetto del marketing che parlavano di audio 3D non erano soltanto slogan!

Passando al campo visivo, non appena si entra in un videogame che supporta VR (si possono anche vedere film e giocare con tutti i giochi di PS4 simulando uno schermo bidimensionale fino a 226 ) torna il senso di stupore. Non si tratta soltanto del fatto che si è completamente avvolti dal gioco muovendo la testa in qualsiasi direzione ma c’è un impressionante effetto 3D anche nel semplice scrolling in avanti del proprio personaggio nel platform inserito nella raccolta gratuita scaricabile The Playroom VR.

batman-arkham-vr

LA LINE-UP INIZIALE
Diciamolo subito. Secondo l’opinione di chi vi sta scrivendo la line-up del day one di Playstation ha un livello più discreto, abbracciando quasi ogni genere videoludico, presentando titoli con un grosso appeal per vari tipi di pubblico ma mancando di quella che è in gergo viene chiamata killer application ovvero quel videogame che da solo fa scattare l’acquisto del nuovo hardware. Quale sarà la prima killer applicazione di Playstation VR? Probabilmente Resident Evil 7 che uscirà il prossimo gennaio. Nel frattempo comunque ci sarà da giocare e molto con questa prima sfornata di titoli che vi elenchiamo di seguito e di molti altri in uscita prima di Natale. Aspettatevi a breve le recensioni di molti dei titoli presenti qui sulle pagine di Screenweek.

100ft Robot Golf
Ace Banana
Battlezone
Batman: Arkham VR
Bound
Driveclub VR
EVE: Valkyrie
Harmonix Music VR
Hatsune Miku: Project DIVA X
Headmaster
Here They Lie
Hustle Kings VR
Job Simulator
Keep Talking and Nobody Explodes
Loading Human
Sports Bar VR
Super Stardust VR
PlayStation VR Worlds
Rez Infinite
RIGS Mechanized Combat League
Rise Of The Tomb Raider
Superhypercube
The Assembly
The Playroom VR
Thumper
Tumble VR
Until Dawn: Rush of Blood
Volume: Coda
Wayward Sky
World War Toons

CONCLUSIONI
Questo articolo si basa sulle primissime ore in compagnia Playstation VR. C’è quindi un filo di entusiasmo dato da un tipo di esperienza di intrattenimento mai provata in precedenza (quella su smartphone non è neppure paragonabile). Un’analisi ancora più tecnica avrebbe potuto mettere in risalto la risoluzione video più bassa proposta rispetto ai competitor Oculus Rift ed HTC Vive ma stiamo anche parlando di proposte con prezzi completamente diversi e che tranne per alcune feature più da smanettoni incalliti che da videogiocatori “normali”, propongono in fin dei conti lo stesso tipo di esperienza di intrattenimento.

Senza dare un voto numerico inopportuno al momento, non possiamo però che ritenerci soddisfattissimi di Playstation VR. Ovviamente ora toccherà a Sony spingere sull’acceleratore del supporto di nuovi videogiochi “first party” e rendere appetibile anche agli altri publisher la produzioni di nuovi giochi o di esperienze ad hoc all’interno dei giochi “normali” come già accaduto per Rise of The Tomb Raider di cui vi parleremo presto in una recensione ad hoc o come accadrà a Novembre con il nuovo capitolo di Call of Duty e con un DLC per Star Wars Battlefront. Se dovessimo scommettere oggi su chi vincerà la VR War quindi, la nostra puntata al momento andrebbe sicuramente su PVR.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01ALX7012″ partner_id=”screenweek-21″]

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Fuoco incrociato a Natale: la crime comedy di natalizia targata Netflix 4 Dicembre 2020 - 20:45

Arriva su Netflix Fuoco incrociato a Natale, la crime comedy diretta da Detlev Buck. Ecco tutto quello che dovete sapere sul film, la trama, il cast e il trailer.

Big Mouth: la stagione 4 da oggi su Netflix 4 Dicembre 2020 - 20:45

La serie Andrew Goldberg, Nick Kroll, Mark Levin e Jennifer Flackett ritorna su Netflix con dieci nuovi episodi

Cassian Andor: le riprese della nuova serie di Star Wars sono iniziate! 4 Dicembre 2020 - 20:28

Ospite di Jimmy Kimmel Live!, Diego Luna ha parlato della serie targata Disney+ dedicata a Cassian Andor, rivelando che le riprese sono iniziate.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.