L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Nintendo Switch: tutto quello che c’è da sapere sulla nuova console della casa di Kyoto

Nintendo Switch: tutto quello che c’è da sapere sulla nuova console della casa di Kyoto

Di Marco Lucio Papaleo

Ogni volta che Nintendo annuncia un nuovo progetto, automaticamente, ha gli occhi del mondo puntati addosso: il suo nome è sinonimo di videogioco quanto e forse più di ogni altro concorrente, e anche chi non è avvezzo ai giochi elettronici conosce i suoi personaggi. Con l’annuncio ufficiale della sua nuova console, finora nominata come RX ma infine riconosciuta come “Switch”, la casa di Super Mario si mette in gioco ancora una volta, con esiti ancora tutti da scoprire.

Vediamo insieme tutte le caratteristiche finora ufficializzate di Nintendo Switch.

Come a lungo rumoreggiato, si tratta di una console “ibrida”: non prettamente un dispositivo casalingo (come Wii e WiiU), ma neanche una semplice console portatile come tutta la stirpe dei DS. Semplificando al massimo, è come se fosse un tablet che, a seconda delle situazioni, può essere usufruito in differenti configurazioni e con differenti accessori, dentro e fuori casa. Il fulcro dell’esperienza è proprio (come ben mostrato dal reveal trailer, del resto) lo “switchare” configurazione senza soluzione di continuità, permettendo di giocare, da soli o in compagnia, ovunque.

a

Il corpo centrale della console sarà quello dotato di ampio schermo HD, e sarà quello a cui collegare ogni add-on o periferica. Le principali sono i cosiddetti Joy-Con, minipad che sarà possibile collegare lateramente, in modo diretto, allo schermo per giocare in configurazione “portatile”, oppure staccarli e andare in wireless per giocare comodamente seduti appoggiando la console a un tavolino o una mensola. Quando si è a casa, il device si incastra all’interno di una docking station che si collega con la tv, e i Joy-Con vanno a formare un pad a parte. Gli stessi, volendo, si possono usare in modalità “minimal” e diventare due mini-pad per poter avviare avvincenti doppi anche in mobilità. È prevista, inoltre, la possibilità di collegare dei pad “pro” per il massimo del controllo e dell’ergonomia.

c

L’idea dunque è quella di poter adattare il sistema alle esigenze contingenti, al numero di giocatori e alle situazioni in cui sono coinvolti. Nel trailer vediamo, difatti, accenni non solo al classico gaming “da salotto” e “da treno” ma anche tutti i possibili ibridi, multiplay locale e online incluso, cooperativo e competitivo. Sembra, addirittura, che ci si voglia avvicinare anche all’E-Sport grazie a titoli dedicati, e non solo, dunque, ai classici cavalli di battaglia Nintendo quali ottimi giochi single player e party game.
Sulla carta è tutto molto promettente e accattivante, e riporta a un’idea di console lontana da quella, sempre più vicina all’architettura PC, attualmente inseguita da Sony e Microsoft.
Il ritorno alle cartucce, piuttosto che al supporto ottico, è difatti significativo.

b

In questo caso, Nintendo sta vendendo la promessa di un’idea, del tornare alla radice del concetto di videogioco, ovvero di qualcosa che diverte, possibilmente in compagnia.
In barba a qualunque perplessità sollevata da addetti ai lavori e non. Tante, e per la maggior parte legittime, le domande sorte in queste ultime ore, per le quali abbiamo ancora poche risposte.
Riuscirà il prezzo a essere competitivo? Per ora non abbiamo indicazioni al riguardo (la console è stata inserita nel catalogo Amazon ma il preorder non è ancora disponibile) ma sicuramente sapremo qualcosa abbastanza presto, dato che il lancio è previsto per marzo del 2017.

d

Per quanto riguarda “i muscoli” della console, è stato svelato che il processore è stato appositamente sviluppato da NVIDIA per Nintendo, basandosi sul Tegra, garantendo quindi ottime prestazioni in tutti i casi, grazie a uno sforzo di progettazione ad hoc. Resta da vedere quanto potrà tener testa a PlayStation 4 Pro e Xbox One S, soprattutto sul lungo periodo e in relazione agli eventuali multipiattaforma: ma sappiamo già che Nintendo, negli ultimi anni, ha giocato sempre in una categoria tutta sua, lavorando sull’esperienza di gioco più che sulla potenza in sé e per sé.

 

third party 1

Oltre agli immancabili titoli made in Nintendo (il nuovo Zelda, un nuovissimo e ancora misterioso Super Mario, nuove versioni di Splatoon e Mario Kart, per cominciare) avremo anche un supporto, a quanto pare massiccio, di software house “third party” con un mucchio di nomi altisonanti, da Capcom a Square-Enix, da EA a Ubisoft, passando addirittura per sorprese come Bethesda (il cui Skyrim sembrerebbe uno dei primi titoli all’appello, in una qualche versione remastered). E questo, per conquistare lo zoccolo duro degli hardcore gamer e non solo gli aficionados della Nintendo, è fondamentale.
Infine, le caratteristiche tecniche generali, con tre punti cardine:

  • Qualità e solidità: Switch sarà una console “vissuta” come non mai. Oltre a essere portatile e quindi fisiologicamente “maltrattata” dovrà dimostrare grande qualità di assemblaggio e solidità, vista la frequenza degli agganciamenti e sganciamenti delle varie configurazioni. Non dovrà dare l’impressione di essere un “giocattolo” di plastica che rischia di rompersi con l’uso;
  • Durata della batteria: potersi portare in giro una console del genere sarà un piacere, ma quanto sarà duraturo? L’autonomia sarà bastevole per supportare quanto vediamo dal trailer o nel giro di un’ora e mezza-due sarà game over forzato? Non stiamo parlando di un 3DS, in fondo.
  • Dotazioni “moderne”: ok la multi-componibilità, che sta facendo impazzire gli appassionati di super robot nipponici, ma come la mettiamo con tutta una serie di cose che diamo per scontate ma potrebbero non esserlo?
    Ad esempio, come funzionerà l’online? Sarà wireless o sarà possibile inserire una scheda sim?
    Sarà presente una qualche funzione GPS? Possibile che non si sia pensato ad applicazioni alla Pokémon Go sulla nuova console (anche) portatile di Nintendo?
    Lo schermo sarà touch? Dal trailer non sembrerebbe. Quale sarà la sua effettiva qualità, per poter stare al passo con giochi che, sul tv di casa, non dovrebbero sfigurare con quelli della concorrenza?
    E le funzionalità in stile Wiimote? È tramontata la feature che ha fatto la fortuna del primo Wii?
    L’unica certezza, al momento, è che gli Amiibo saranno compatibili con la nuova piattaforma.

Insomma, Nintendo ha solleticato la curiosità di tutto il mondo videoludico, e ci ha fatto sognare. La scommessa è importante: sarà un successone o un nuovo flop? Ci auguriamo la prima ipotesi, naturalmente.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office Italia: Sul più bello si aggiudica il sabato 25 Ottobre 2020 - 10:00

Nel 132° giorno delle riaperture (15 Giugno) Sul più bello in testa si dimostra il favorito del pubblico, seguito da Greenland e I Predatori.

Natale in città con Dolly Parton: il trailer del musical, dal 22 novembre su Netflix 25 Ottobre 2020 - 9:00

La famosissima cantante country Dolly Parton è pronta per sbarcare su Netflix con un nuovo musical natalizio, che include ben 14 brani originali!

#NonChiudeteICinema: un appello per salvare ciò che più amiamo 24 Ottobre 2020 - 21:08

Secondo quanto riportato da numerose testate, con il nuovo Dpcm del governo si chiuderanno di nuovo le porte di cinema e teatri, che tanto avevano faticato per poter tornare ad accogliere il pubblico in totale sicurezza.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).