L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Mario Party Star Rush: La Recensione per Nintendo 3DS

Mario Party Star Rush: La Recensione per Nintendo 3DS

Di Fabrizio Tropeano

Uno dei cavalli di battaglia delle console Nintendo dal 1998 è Mario Party (il primo della serie arrivò per la precisione su N64) tanto che Star Rush è addirittura il quattordicesimo capitolo della serie ed il secondo per 3DS dopo Island Tour uscito a fine 2013.

Il punto forte della serie è sempre stato quello di allietare le serate tra amici riuscendo sempre a creare quel divertimento e coinvolgimento di gruppo che forse solo i party game sanno donare. Ad onor del vero non tutti gli episodi sono stati considerati di buon livello da pubblica e critica ed in particolar modo le uscite per console portatili sono state quelle che hanno convinto meno in senso assoluto. Vediamo dunque come sono andate le cose con Star Rush, realizzato dal team interno della grande N, NDcube.

Di base il titolo propone la consuete mole di minigiochi (quasi tutti di pregevole fattura) da giocare per un massimo di quattro players che possono essere controllati dall’intelligenza artificiale o dal altri soggetti in carne ed ossa ma soltanto se presenti materialmente visto che purtroppo neppure in questo caso è stato pensato alcun supporto per l’on line gaming.

Di contro però con una sola copia del titolo, altri giocatori potranno scaricare una versione light sulle proprie console sia per le sessioni multiplayer con il proprietario del gioco completo ma poter anche provare un pò di minigiochi da solo certamente come incentivo ad acquistare poi Mario Party Star Rush completo ma anche perché tutti i progressi salvati e bonus ottenuti potranno poi essere usati nelle sessioni in compagnia.

Le modalità di gioco principali sono tre: la Lotta dei Toad, Monetathlon e Corsa ai palloncini. La prima modalità è quella più simile alle precedenti con il tabellone pieno di bonus, trappole, bonus, sorprese che affronteremo nel corso di venti turni che richiedono poco meno di un’ora per arrivare al termine. Monetathlon riprende lo stile più vintage dei Mario Party con una sorta di vero e proprio gioco dell’oca.

Più giocheremo a MPSR, più verranno sbloccate ulteriori modalità e minigiochi, un incentivo quindi decisamente niente male e che ha preso il posto di un qualsiasi story mode che in realtà nei Mario Party non è mai riuscito a brillare più di tanto.

mario-party-star-rush-v12-30991

Le modalità principali sbloccabili sono il Rhythm Game Tipi da Concerto mentre Blocchi Boo è il classicissimo tris. Abbiamo poi il gioco di dadi Avanti e Indietro ed infine Fulmina Torre,  unica modalità per il single player un Campo Minato verticale. Da segnalare infine il supporto alle serie amiibo di Super Smash Bros. e di Mario Party.

Parlando dell’aspetto tecnico, dobbiamo dire che tutto è stato realizzato in maniera impeccabile e ricchissima di dettagli; lo stesso dicasi per tutti i personaggi, impreziositi da una palette cromatica molto accesa e contrastata, in grado di rendere quanto è a video molto simile ad un cartone animato. Come sempre sono ben riuscite le musiche,  decisamente ispirate, forse più che in passato.

original

Star Rush dunque non rivoluziona la serie ma apporta qualche importante cambiamento e rende questo il party di Mario migliore disponibile per Nintendo 3DS. Peccato per l’assenza dell’on line: da questo punto di vista ci auguriamo che la nuova console della grande N, nome in codice NX, faccia quell’importante salto in avanti che 3DS e Wii-U ancora non hanno fatto da questa prospettiva.

VOTO: 7.5

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01HIJ4MOA” partner_id=”screenweek-21″]

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Marsh King’s Daughter: Ben Mendelsohn affianca Daisy Ridley 5 Maggio 2021 - 21:00

Il film, diretto da Neil Burger e tratto da un romanzo di Karen Dionne, arriverà in Italia con Lucky Red

Red Sonja: Hannah John-Kamen protagonista del film! 5 Maggio 2021 - 20:06

Hannah John-Kamen – vista in Ant-Man and the Wasp – sarà la protagonista di Red Sonja.

Blade: Marvel alla ricerca di un regista nero, la produzione rinviata a luglio 2022 5 Maggio 2021 - 19:32

Marvel sta esaminando la stessa lista della Warner per l'assunzione di un regista nero per il cinecomic Blade, con Mahershala Ali

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.

Perché i G.I. Joe come Snake Eyes sono figli della Marvel (e dello SHIELD) 29 Aprile 2021 - 11:53

Storia breve di come Snake Eyes e i G.I. Joe che conosciamo oggi sono stati creati dalla Marvel Comics... e da un incontro casuale in un bagno.