L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Manchester by the sea – Kenneth Lonergan presenta a Roma il suo dramma da Oscar

Manchester by the sea – Kenneth Lonergan presenta a Roma il suo dramma da Oscar

Di Leotruman

A cinque anni di distanza da Margaret, torna un autore molto interessante: Kenneth LonerganDopo esser stato presentato al Sundance Film Festival, al Toronto International Film Festival e al New York Film Festival, il suo nuovo film, Manchester by the Sea, è passato anche alla Festa del Cinema di Roma 2016.

Casey Affleck, fratello di Ben e acclamato interprete di Interstellar e la saga di Ocean’s Eleven, è protagonista assoluto di un dramma molto realistico ambientato sull’east coast americana. La morte di un fratello riporta un uomo nella sua cittadina di origine per prendersi cura del nipote. Sarà solo l’inizio di un angosciante tuffo nel passato, che lo porterà ad affrontare nuovamente una terribile tragedia che ha segnato la sua vita e dalla quale non si è più ripreso. Nel cast anche Kyle Chandler e Michelle Williams.

Il film è stato acclamatissimo in patria, e si parla già di diverse nomination all’Oscar all’orizzonte, tra cui miglior film, regia e miglior attore protagonista. Lonergan è sbarcato a Roma per presentare in anteprima italiana la pellicola, in uscita il 1 dicembre grazie a Universal Pictures.

Com’è nata questa storia?

L’idea mi è stata data da Matt Damon. Lui voleva occuparsi della regia e mi aveva chiesto di scrivere la sceneggiatura. In seguito mi ha chiesto anche di dirigerlo, ed è rimasto a bordo come produttore. Mi interessava molto narrare la storia di un uomo che porta un peso troppo grande per lui, e deve occuparsi della sua famiglia, onorare la memoria del fratello, e non solo.

manchester-by-the-sea-casey-affleck

Quando un genitore perde un figlio, ci si chiede sempre come si possa sopravvivere. Il film in qualche modo spiega come è possibile, l’amore trova altri modi…

Non so come sia possibile superare una perdita del genere. Ho una figlia e non voglio nemmeno pensarci. Ho purtroppo amici ai quali è successo. Uno dei modi è che rimangono altre persone. Il protagonista che vediamo qui è molto legato suo fratello, e suo nipote ha molti amici e affetti. Io però volevo raccontare di chi non riesce ad andare avanti. Ognuno di noi ha una tristezza interiore, ma è falso dire che una cosa cosi terribile possiamo lasciarla alle spalle. È qualcosa di davvero terribile.

Le musiche hanno un valore importante nel film. Spesso classiche, sinfoniche, spiegano meglio le immagini che scorrono. Come le ha scelte?

Comincio con la musica che mi piace, questa è quella che ascolto. Non avevo idea sulle musiche del film, in sala di montaggio ne abbiamo provato di diverse. Ci sono temi scritti dal compositore e altri che ho scelto io. Ci sembrava di dare qualcosa di più alla storia. Pensandoci in retrospettiva, credo che la musica aggiunga uno strato, è qualcosa di più. È un po’ come la natura, indifferente ma bellissima, così come l’oceano, che non è influenzato dalla nostra vita. La musica controbilancia la storia, non la sottolinea, non è un contrappunto. Solo dopo aver compiuto questa scelta emotiva me ne rendo conto, ma sono ragionamenti a posteriori.

manchester casey affleck

Com ‘è stato scelto Casey Affleck? Si inizia a parlare anche di nomination agli Oscar…

Matt Damon doveva essere anche il protagonista. Non ha avuto poi la possibilità di realizzarlo, e allora abbiamo pensato di dare la parte a Casey. È uno dei miei attori preferiti. Ho sentito qualcuno parlare di nomination agli Oscar, è bello che qualcuno ne parli, ma quello che è importante è il film, che spero sia visto e piaccia.

Le donne hanno un po’ un ruolo laterale, il film si concentra più sulla colpa maschile. È stata una scelta voluta?

Sicuramente non è una scelta cosciente, non penso che le donne abbiano un ruolo laterale. È la storia di un uomo, ma anche se ha solo cinque-sei scene, è importantissimo anche il personaggio interpretato da Michelle: lo si percepisce anche quando è in scena. Sono sempre interessato a bei personaggi femminili, ma questo è un film su uno zio e un nipote prima di tutto.

manchester-by-the-sea-trailer

Un aspetto interessante è come lei sia riuscito ad inserire momenti ironici, nonostante il film, sia intriso di dolore. Come si trova equilibrio tra dramma e ironia?

Per me sono più o meno la stessa cosa. Sono contento che il pubblico abbia riso, ci sono dei momenti buffi. Credo che la presenza dell’ironia sia importante. La sua vita è stata distrutta, ma il resto del mondo va avanti, ognuno con la propria vita. Questo deve dare un senso di verità alla storia. Mi piace che ci sia questa ironia, credo che un film senza un po’ di umorismo difficilmente funzioni. Ci sono rare eccezioni nella storia del cinema di drammi “puri”, ma non riuscirei a fare film senza un pizzico di umorismo.

La fotografia del film è splendida. Com’è stata realizzata? Quali le ispirazioni?

Abbiamo guardato molti film prima di iniziare a girare. Volevamo un risultato da pellicola, anche se il film è stato girato in digitale. Tecnicamente non ve lo so spiegare meglio di così. Il direttore della fotografia ha avuto un occhio molto positivo, anche se non sempre stati d’accordo. Avevamo un programma, poi cambiavamo, ci confrontavamo, cercavamo di raccogliere molto dell’ambiente.

La fase di montaggio quanto è stata essenziale per la struttura del film, vista la presenza di flashback?

È difficile rispondere. In realtà non è cambiato molto, l’ordine delle scene è rimasto lo stesso. Altre sono state tagliate, perché ci si rende conto che non erano necessarie, perché erano ripetitive rispetto a situazioni emotive. L’inizio del film invece non era nella sceneggiatura, ma quando eravamo in barca sulla costa, abbiamo girato queste immagini così forti, ci sono piaciute e le abbiamo inserite. Una forte scena di apertura, ma la storia sostanzialmente è la stessa.

manchester michelle

Casey Affleck ci ha regalato una performance eccellente.  Come avete lavorato sul set?

Sono d’accordo, è un attore fantastico. Un grande piacere lavorare con lui. Quando ha saputo di avere avuto la parte, mi ha telefonato molte volte, mi faceva molte domande specifiche alle quale spesso non sapevo rispondere! Abbiamo continuato a discutere per tutto il film, prima e durante le riprese. Lui voleva girare le scene molte volte, a me in realtà non piace girare molti ciak, lui invece voleva replicare e migliorarsi. Casey è molto collaborativo sul set, aveva i suoi tempi e rispettava quelli del set e del film. Ci aiutava a mantenere lo sguardo fisso sull’obiettivo.

Come si può andare avanti dopo una tragedia così terribile?

Non conosco la risposta. Per alcune persone è più difficile, altre hanno creato fondazioni, cercano di trovare un significato in quello che gli è successo. Il protagonista del film non è un tipo del genere. Si sente però legato al fratello, si sposta, è disposto a tornare. Vuole fare il suo dovere, ma non vuole più avere la responsabilità della vita di qualcuno. Lui ha perso tutto. Questo è quello che mi sono immaginato.

Manchester by the Sea racconta la storia dei Chandler, una famiglia della classe operaia del Massachusetts. Dopo la morte improvvisa del fratello maggiore Joe (Kyle Chandler), Lee (Casey Affleck) diventa il tutore legale del nipote (Lucas Hedges). Lee è costretto ad affrontare il tragico passato che lo separava da sua moglie Randi (Michelle Williams) e dal paese in cui è nato e cresciuto.

Nel cast troviamo Kyle Chandler, Michelle Williams, Casey Affleck, Matthew Broderick, Tate Donovan e Lucas Hedges. Manchester By the Sea verrà distribuito nei cinema americani dal 18 novembre 2016 e in quelli italiani dal 1 dicembre 2016.

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canaleScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Fonte: ScreenWeek

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cosa sarà: il film di Francesco Bruni dal 31 ottobre On Demand 29 Ottobre 2020 - 13:45

Cosa sarà, la commedia di Francesco Bruni interpretata da Kim Rossi Stuart, sarà disponibile On Demand a partire dal 31 ottobre, sulle principali piattaforme digitali.

La NASA festeggia Halloween con dei poster cinematografici, e sono stupendi 29 Ottobre 2020 - 13:00

Anche la NASA festeggia Halloween e lo fa, ovviamente, a modo suo, con una serie di poster cinematografici in stile vintage dedicati alla “Galassia degli orrori“.

La ruota del tempo: un misterioso file audio anticipa l’arrivo del trailer? 29 Ottobre 2020 - 12:15

Il primo trailer de La Ruota del Tempo, la serie Amazon tratta dai romanzi di Robert Jordan, è pronto per fare il suo debutto nel web?

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).