L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Ash vs Evil Dead, la recensione dell’episodio 2.01: Home

Ash vs Evil Dead, la recensione dell’episodio 2.01: Home

Di Lorenzo Pedrazzi

La seconda stagione di Ash vs Evil Dead ci porta nella città natale dello scapestrato protagonista, con un Bruce Campbell sempre in gran forma e nuovi orrori da combattere…

Attenzione: il seguente articolo contiene SPOILER

Ruby (Lucy Lawless) ha perso il controllo dei suoi “figli”, che si sono rivoltati contro di lei e vogliono il Necronimicon. La donna capisce che solo Ash (Bruce Campbell) può risolvere la situazione, e usa il libro per evocarlo.
Intanto, a Jacksonville, Ash si dà alla pazza gioia, mentre Pablo (Ray Santiago) e Kelly (Dana DeLorenzo) lavorano in un bar. Il cielo si apre all’improvviso, e due donne si trasformano in deadite, mettendo in difficoltà i nostri eroi; uno dei demoni recita la filastrocca Ashy Slashy, prima che Ash lo uccida con l’ausilio del fucile e della motosega. Grazie alla filastrocca, Ash capisce di dover tornare nella sua città natale, in Michigan, e parte in compagnia di Kelly e Pablo.
Giunti sul posto, Ash ritrova suo padre Brock Williams (Lee Majors), uomo in tutto e per tutto simile a lui, con cui ha un rapporto burrascoso. Anche i suoi concittadini lo accolgono nel peggiore dei modi, poiché lo considerano un omicida: per questo cantano la filastrocca Ashy Slashy. Solo Linda B. Emery (Michelle Hurd) è felice di vederlo: Linda era la sua fidanzatina del liceo, ma ora è sposata con lo sceriffo Thomas Emery (Stephen Lovatt), bersaglio di Ash ai tempi della scuola. Thomas ovviamente non lo vede di buon occhio, e lo esorta ad andarsene.
Intanto, Pablo è vittima di strane allucinazioni, e vede Ruby di fronte a una fabbrica con due grandi ciminiere: è il vecchio crematorio. Ash guida i suoi amici nell’edificio abbandonato, ma i mostri – soprannominati creepy kid – emergono dalle ombre e li separano. Ash ritrova Ruby, che gli dice di averlo chiamato perché solo lui può sconfiggere i deadite. Kelly e Pablo sopravvivono ai loro incontri con i creepy kid, poi raggiungono Ash e Ruby, che uccidono uno dei mostri con il pugnale Kandariano e fanno scappare gli altri.
Hanno vinto una battaglia, ma la guerra è ancora lunga…

Ash-vs-Evil-Dead-Season-2-Kegger

Ash vs the Past
Non c’è pace per Ash Williams: proprio quando credeva di poter mandare in pensione il fucile e la motosega (o meglio, di usarli solo per aprire taniche di birra e impressionare le ragazze), ecco che i deadite tornano a perseguitarlo. Ash vs Evil Dead riprende esattamente da dove ci aveva lasciati, con Ruby in possesso del Necronomicon, il “paradiso” di Jacksonville immerso in un clima da Spring Break, e i nostri eroi a godersi il meritato riposo. Certo, l’unico che si diverte sembra essere proprio Ash, mentre Ruby perde il controllo sugli inquietanti creepy kid: i guai, manco a dirlo, sono all’orizzonte.

ash-vs-evil-dead-2-copertina

La prima scena d’azione è un biglietto da visita per la serie, che continua a intrecciare horror e commedia nel segno dello splatterstick, giocando sui corpi disarticolati dei mostri e sugli eccessi sanguinolenti. Il franchise di Sam Raimi ha acquisito una progressiva coscienza di sé nel corso degli anni, diventando sempre più consapevole sia del suo ruolo iconico sia del suo rapporto affettuoso coi fan, e Ash vs Evil Dead rappresenta il culmine di questo percorso; in tal senso, la première della seconda stagione tende ad ammiccare moltissimo – forse troppo – al proprio pubblico, soprattutto quando lo fa in senso letterale (Bruce Campbell che si mette il profumo e strizza l’occhio alla macchina da presa) o indugia in gag poco riuscite (le capocciate di Ash contro le tubature). L’umorismo non sempre coglie nel segno, anche se la cafonaggine del protagonista suscita molti sorrisi.

ash-vs-evil-dead-2-copertina

Se la comicità non raggiunge i vertici della serie, questa première ottiene risultati migliori sul versante orrorifico, dimostrando che il franchise ha tuttora qualcosa da dire in fatto di atmosfere inquietanti. I creepy kid sono molto efficaci nella loro semplicità: corpi lividi, orbite vuote, denti aguzzi, incarnano un orrore primigenio e quasi infantile, soprattutto perché si trasformano in ombre mostruose che strisciano sulle pareti. Il crematorio abbandonato è l’ambientazione ideale per indurre un senso di minaccia, e i corpi grigiastri dei creepy kid sembrano le scorie mutanti di un passato industriale.

Ray-Santiago-and-Dana-DeLorenzo-in-Ash-vs-Evil-Dead-Season-2-Episode-1

L’introduzione del padre e della ex fidanzata di Ash è utile per approfondire le sue radici, mai esplorate dalla saga, e Lee Majors presta il volto a una sorta di “clone” anziano del protagonista, altrettanto sessista, razzista e ottuso. Insomma, si tratta di una puntata preparatoria, non pienamente riuscita ma divertente, che ci proietta nella trama orizzontale della seconda stagione: Ruby sembra essersi unita alla squadra, Ash rivive il passato nella sua città natale, mentre Pablo è vittima di orribili allucinazioni (la scena in cui si strappa la faccia è degna dei migliori b-movie). Staremo a vedere.

La citazione:
«Ho combattuto con Attila, re degli Unni, e Gengis Kahn… e ora la mia unica speranza è questo imbecille?»

Ho apprezzato:
– Il parossismo dello splatterstick
– Le interpretazioni di Bruce Campbell e Lucy Lawless
– La mostruosità dei creepy kid
– L’introduzione del padre e della ex fidanzata di Ash

Non ho apprezzato:
– Alcuni ammiccamenti un po’ eccessivi
– Non tutte le gag sono riuscite

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Batwoman – Ecco il nuovo costume di Javicia Leslie 27 Ottobre 2020 - 0:51

Ecco le prime due immagini ufficiali del costume di Batwoman, indossato nella seconda stagione dalla nuova protagonista Javicia Leslie

Concrete Cowboy: Netflix acquista il western urbano con Idris Elba 26 Ottobre 2020 - 21:30

Il film è anche interpretato da Caleb McLaughlin di Stranger Things e diretto dall'esordiente Ricky Staub

Il film su Bob Dylan con Timothée Chalamet messo in pausa 26 Ottobre 2020 - 21:00

Per colpa del Covid: il film è ambientato in spazi troppo ristretti e con troppe comparse

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).