L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Bridget Jones’s Baby – La recensione in anteprima

Bridget Jones’s Baby – La recensione in anteprima

Di Leotruman

Nell’anno dei sequel deludenti o arrivati fuori tempo massimo, è bello avere aspettative riguardo ad un film che vengono poi superate, o meglio trascese alla visione in sala. È un evento ormai che accade raramente, ma il nuovo capitolo della saga di Bridget Jones rientra in questo ristrettissimo gruppo.

Bridget Jones’s Baby è il film che segna il ritorno di Renée Zellweger nel ruolo della beniamina di tutte le donne, e arriva dodici anni dopo il semi-deludente Che pasticcio, Bridget Jones!e ben 15 anni dopo Il Diario di Bridget Jones, uscito nel 2001 e subito divenuto instant cult, e ancora oggi tra le migliori commedie romantiche del nuovo millennio.

La mitica Bridget è tornata insieme a Colin Firth, che interpreta per la terza volta Darcy, e Patrick Dempsey, famoso per aver interpretato il Dr. Derek Shepherd nella serie tv Grey’s Anatomy. Sharon Maguire, regista de Il Diario di Bridget Jones, è tornata dietro la macchina da presa per questa nuova avventura, da lei scritta in collaborazione con David Nicholls (One Day, Via dalla pazza folla).

Tranquillizziamo subito le lettrici della saga letteraria: Bridget Jones’s Baby NON è l’adattamento dell’ultimo libro di Helen Fielding, Bridget Jones, un amore di ragazzo, pubblicato con gran clamore nel 2013 perché nelle prime pagine svelava la morte di Darcy.

Il terzo episodio parte con una Bridget nuovamente single dopo essersi lasciata con Mark Darcy. A 43 anni compiuti il suo “vissero felici e contenti” non sta andando esattamente secondo i piani, e decide di concentrarsi sul suo lavoro di news producer. Ha tutto sotto controllo, ma la sua vita sentimentale ha una svolta quando Bridget incontra un affascinante americano di nome Jack (Dempsey) ad un Festival musical. Alla notte di passione con l’uomo segue a distanza ravvicinata un ritorno di fiamma con Darcy. Finirà con una gravidanza inaspettata, e con un grosso punto interrogativo: chi è il padre del bambino?

Bridget-Jones-Baby-Set-Pictures

Renée Zellweger, attrice che ha avuto il suo momento di gloria ad inizio millennio (Chicago, Bridget Jones e Ritorno al Cold Mountain, che le regalo l’Oscar) appare completamente a suo agio nei panni ormai collaudati di Bridget. Temevamo di ritrovarla “zoppicante” nel ruolo, come se fosse una forzatura questo sequel, e invece la “nuova” Bridget porta una ventata di novità al personaggio su molti fronti. A dir poco splendido il rapporto con la collega giornalista trent’enne, che meriterebbe quasi uno spin-off/prequel, così come il rapporto con i genitori riesce a raggiungere un livello di profondità e attualità nuova, trasformando poche scene in una finestra sull’Inghilterra e sul mondo.

Eccezionale la dottoressa Rawling (Emma Thompson), ginecologa di Bridget, che sfodera il miglior humour inglese: ricercatissimo, mai ripetitivo, e a dir poco spassoso, così come le oltre due di film, durata che solo poche commedie possono permettersi (e Bridget Jones’s Baby ci riesce perfettamente).

Ottimo Colin Firth, anche lui vincitore di un Oscar tra il secondo e il terzo film della saga, nei panni di Marc Darcy. Conosciamo nuovi lati di lui, a dir poco sorprendenti, ed è molto bella l’interazione tra lui e Jack, l’affascinante miliardario interpretato da Patrick Dempsey.

La commedia prosegue come un fiume in piena di emozioni e sorprese, risate e anche lacrime. Splendido il finale, per nulla telefonato, e che farà singhiozzare più di una persona in sala. Un vero spasso che deve ad una sceneggiatura di ferro, con tempi comici calibrati al millimetro, e ad interpretazioni incredibili (ridendo e scherzando, ben 4 Premi Oscar presenti nel film), il fatto di essere riuscito a rivelarsi come il film più divertente del 2016.

Bridget-Jones-Gallery-01

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

CLICCATE SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE E SUL PULSANTE “SEGUI PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI DI BRIDGET JONES’S BABY!

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Rosario Dawson è Ahsoka Tano: Chi è la Jedi in arrivo su The Mandalorian 25 Ottobre 2020 - 20:00

Chi è Ahsoka Tano, il personaggio che Rosario Dawson interpreterà in The Mandalorian? Scopritelo nel nostro speciale!

Lucca Changes sarà completamente online 25 Ottobre 2020 - 19:35

Lucca Changes passerà completamente online. Gli eventi saranno tutti disponibili gratuitamente online tramite le piattaforme di streaming e alla Rai

Grand Army – Netflix mette a disposizione il primo episodio su Youtube 25 Ottobre 2020 - 18:00

A circa una settimana dall'uscita di Grand Army su Netflix, il primo episodio è disponibile gratuitamente su Youtube. La serie è tratta da una pièce teatrale di Katie Cappiello.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).