L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Wonder Woman: il Pilot “segreto” NBC con Adrianne Palicki e Pedro Pascal

Wonder Woman: il Pilot “segreto” NBC con Adrianne Palicki e Pedro Pascal

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: IL TRAILER DEL FILM WONDER WOMAN CON GAL GADOT

È datato 2011, vede come protagonista la Adrianne Palicki che abbiamo amato in Agents of S.H.I.E.L.D. come Bobby Morse, è stato prodotto da David E. Kelley ed è stato escluso dai palinsesti principalmente a causa dei suoi connotati notevolmente trash. Si tratta del Pilot di una serie televisiva su Wonder Woman, l’eroina DC Comics che abbiamo visto esordire al cinema in Batman v Superman: Dawn of Justice, richiesto dal canale NBC e mai trasmesso: vi presentiamo come antipasto un divertente video fan-made assolutamente non ufficiale che ricostruisce una sigla tipicamente anni ’90 traendo immagini e scene direttamente dall’episodio, che linkiamo invece in fondo al nostro articolo.

IL PILOT

La storia si concentra sulla figura di Diana Themyscira/Wonder Woman (interpretata da Adrianne Palicki), una vigilante che opera nella città di Los Angeles il cui alter ego segreto è la direttrice delle Themyscira industries, e soprattutto sulla difficoltà della donna di gestire i due diversi aspetti della sua vita (e di mantenere una perfetta facciata operando in entrambi i campi). L’unica possibile fuga dalla realtà per Diana viene realizzata creando un ulteriore alter ego, quello di Diana Prince, una ragazza “normale” a cui piace guardare commedia romantiche o navigare svogliatamente in internet.

Il villain della storia è rappresentato dall’imprenditrice Veronica Cale, interpretata da Elizabeth Hurley, implicata in un traffico di droga che dona superpoteri a chi la assume portandolo però lentamente verso la morte. Gli altri personaggi del cast sono Steve Trevor, l’ex fidanzato di Diana (abbandonato a causa dei troppi impegni della donna, interpretato da Justin Bruening), Henry Detmer ed Etta Candy (rispettivamente Tracie Thomas e Cary Elwes, due dipendenti delle Themyscira industries) ed il detective Ed Indelicato, interpretato dallo stesso Pedro Pascal visto in Game of Thrones nel ruolo di Oberyn Martell (la vipera delle sabbie).

La Wonder Woman dipinta nel Pilot è molto diversa da quella che ricordiamo teneramente ripensando alla serie cult e iconica con Lynda Carter (che ha giudicato positivamente la versione dell’eroina di Adrianne Palicki), a fronte invece di una fattura tecnica che (probabilmente, o almeno lo speriamo, volutamente) indugia sugli aspetti più trash della serie andata in onda fra il 1975 e il 1979 ricalcandone alcune dinamiche in (quello che crediamo sia) un mix di omaggio e limiti di budget. Una Wonder Woman quindi più dura e al passo coi tempi, capace di uccidere i suoi nemici senza rimorso e di guidare un’attività imprenditoriale: l’aggressività (anche visiva e fisica) di questa Wonder Woman rende in realtà giustizia alle sue origini di Amazzone… Che in questa sede però non sono affatto citate (se non in una breve linea di dialogo difficile da interpretare).

adrianne_palicki___wonder_woman_by_c_edward-d822odl_opt

REALIZZAZIONE E CRITICA

Furono molti gli aspetti del Pilot che non piacquero ai vertici della NBC: ad iniziare dal costume indossato dalla Palicki, che cancellava l’aspetto patriottico ed esaltava fin troppo la fisicità e l’avvenenza dell’attrice: “troppo trash e pornografico” lo definiva la piattaforma The Holliwood Reporter.

La storia non riesce a costruire una trama a lunga gittata, le scene d’azione spesso scadono nel ridicolo e gli aspetti centrali risultano quelli romantici e da soap-opera: il progetto viene quindi definitivamente scartato dalla NBC, ed il Pilot non viene neanche del tutto completato: osservandolo ci si rende conto ad esempio che mancano gli effetti speciali che sarebbero stati aggiunti i post-produzione o che in alcuni casi gli attori sono appesi a delle funi (come per i famosi salti della protagonista).

In realtà, se si volesse paragonare il Pilot di Wonder Woman ad altre serie simili tutt’ora in onda ed iniziate nello stesso periodo, non si comprende pienamente  perché questa non sia riuscita ad avere l’approvazione che a produzioni come Supergirl o The Flash è stata accordata: il tono degli show appare molto simile, anche se nel nostro caso l’elemento trash conferisce al prodotto una connotazione nuova: ma come già accennato i poco celati rimandi alla vecchia serie potevano in parte giustificare tali sbavature ed anzi donare a Wonder Woman quella particolarità che avrebbe potuto farla amare follemente soprattutto dai più nostalgici (che comunque hanno pianto la mancata realizzazione di una serie completa quasi unanimemente sui forum di settore).

Per i più curiosi, la versione (solo tecnicamente) incompleta del Pilot di cui parliamo è visionabile al link pubblicato qui sotto: preparatevi ad un crossover apocrifo fra le produzioni The CW e Xena, scaldate i popcorn, ed immergetevi in una visione amarcord che non potrà fare a meno di strapparvi almeno qualche sorriso.

CLICCA PER VEDERE: WONDER WOMAN – UNAIRED PILOT

adrianne_palicki___wonder_woman_by_c_edward-d822oew_opt

LEGGI ANCHE: LA CANCELLAZIONE DI MOST WANTED, SPIN-OFF DI AGENTS OF SHIELD CON ADRIANNE PALICKI

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

 


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Fascinating Rhythm: Martin Scorsese produrrà il film su George Gershwin 22 Aprile 2021 - 21:30

Il progetto è stato affidato al regista di Sing Street, John Carney, e non dovrebbe essere un biopic canonico

Haunted Mansion: il film ispirato all’attrazione di Disneyland trova il suo regista 22 Aprile 2021 - 20:45

Il creatore di Dear White People Justin Simien dirigerà il film per Disney

Oscar 2021: ecco come David Rockwell trasformerà la Union Station di Los Angeles 22 Aprile 2021 - 19:45

All’architetto vincitore del Tony Award David Rockwell è stato affidato il compito di trasformare la storica Union Station per la Notte degli Oscar 2021.

Chi è M.O.D.O.K. e da dove salta fuori con quel suo capoccione 22 Aprile 2021 - 16:22

Le origini di M.O.D.O.K., uno dei più bizzarri villain di tutta la storia Marvel.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?