L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Suicide Squad: il pagellone dei protagonisti

Suicide Squad: il pagellone dei protagonisti

Di Andrea Suatoni

Mancano ancora una decina di giorni all’uscita di Suicide Squad nei cinema il 13 Agosto: noi di Screenweek abbiamo già visto il terzo film del grande e nuovissimo affresco narrativo denominato DCEU (DC Extended Universe) e abbiamo stilato un pagellone dei (fin troppi) personaggi principali, cercando di non spoilerare nulla della pellicola e di mantenere un certo grado di imparzialità. Ecco cosa pensiamo dei membri della squadra suicida, elencati uno per uno:

DEADSHOT

deadshot_empire_cover_png_by_messypandas-d9fdc79_opt

Il protagonista di Suicide Squad è Deadshot, un killer dall’animo gentile che è ovviamente l’eroe buono della storia: ci aspettavamo un villain e invece abbiamo trovato un paparino buono pronto a sacrificarsi in nome del bene. Una svolta forse troppo inaspettata, ma non del tutto sconveniente: Will Smith convince, Deadshoot presenta motivazioni convincenti e le scelte che prende dureante la vicenda possono far sorridere per l’ingenuità della scrittura ma risultano coerenti con quanto creato fin dall’inizio.

VOTO FINALE: 7

HARLEY QUINN

harley-quinn-robbie

La pazzia resa personaggio e forse il personaggio su cui il film insiste maggiormente: bellissima, innamorata, totalmente folle ma allo stesso tempo un’eroina pronta a salvare la situazione; la resa visiva del personaggio è incredibile, ed un flashback farà letteralmente saltare sulla sedia i cultori del suo costume iconico. La vedremo (inspiegabilmente? Forse, ma d’altronde è pazza…) tornare sui suoi passi dopo una situazione particolare, e ci stupirà proprio perché anche nel suo caso aspettavamo una criminale. E invece….

VOTO FINALE: 8

KILLER CROC

KILLER-CROC_opt

Poco presente nella pellicola, poco approfondito, relegato ad alcune scene che gli sono cucite addosso come se fosse un’aggiunta posteriore al film: Killer Croc non si riesce per nulla ad inquadrare e non convince del tutto, anche se alcuni dei suoi momenti comici ci hanno fatto sorridere. Anche la resa estetica del personaggio non è eccellente: soprattutto a confronto con altre soluzioni all’interno del film adottate in altri (spettacolari) casi con altri membri della Suicide Squad.

VOTO FINALE: 5

DIABLO

DIABLO-SUICIDE-SQUAD_opt

Il personaggio di Diablo parte da un cliché stantio che andando avanti con la storia realizza poi il suo pieno potenziale: ma la sorpresa arriva sul finale, quando scopriamo la sua vera natura (che potrebbe sfuggire ai più… Focalizzatevi sul linguaggio che userà in quella scena). Forse qualche linea di dialogo totalmente fuori contesto, ma nel complesso il pirocineta è più che promosso. Pollice in sù per la resa scenografica del suo potere.

VOTO FINALE: 7

INCANTATRICE

suicide-squad-is-cara-delevingne-s-enchantress-the-antagonist-part-iii-still-photo-of-686278_opt

L’incantatrice sarà ben più di quello che crederemo all’inizio: nelle diverse incarnazioni che assumerà all’interno del film, il personaggio non riuscirà però a guadagnare lo spessore che le si vorrebbe addossare e finirà per scadere nel nonsense e nell’inutilità. Poteva e doveva essere trattata diversamente, anche se il massiccio uso della CGI riesce a non affossarla completamente.

VOTO FINALE: 5

CAPTAIN BOOMERANG

Suicide-Squad-Movie-Boomerang-Role_opt

Un altro personaggio penalizzato da un minutaggio troppo esiguo e che risulta in qualcosa di potenzialmente sacrificabile: Captain Boomerang non aggiunge nulla al film (se non un’unica risata riguardo ad una passione personale fin troppo fuori personaggio), ed anzi in molti punti la sua presenza risulta pesante ed invadente.

VOTO FINALE: 5

KATANA

KATANA-SUICIDE-SQUAD_opt

Quanto detto per Captain Boomerang vale per Katana a livello esponenziale. Salviamo del personaggio solamente alcune scene d’azione, che non riescono a far quadrare il personaggio nella storia (nella quale viene inserita troppo a forza). L’idea della sua arma magica è interessante, ma per nulla sviluppata e a tratti incomprensibile. Se non si poteva fare di meglio a causa dello smisurato numero di personaggi, si poteva almeno pensare di tagliarla totalmente: il film ne avrebbe sicuramente guadagnato.

VOTO FINALE: 4

RICK FLAG

Rick-Flag-Suicide-Squad-Poster_opt

L’unico reale buono nominale è fin troppo a suo agio con il resto della Suicide Squad: la differenza fra eroi e criminali, più che sfumata, è totalmente assente e il personaggio di Rick Flag, coordinatore della squadra, mette fin troppo in risalto questo difetto, appesantendosi e facendo sua una piattezza che lo fa scomparire nella massa, nonostante una (poco toccante) storia d’amore infilata forzatamente nella vicenda.

VOTO FINALE: 5

AMANDA WALLER

Amanda-Waller-Suicide-Squad-Poster_opt

L’unico vero big bad della storia è Amanda Waller, che non è un villain ma semplicemente un agente governativo pronto a tutto in virtù della sicurezza nazionale. Un personaggio scomodo, antipatico e cinico, la creatice della squadra viene resa in modo perfetto e riserverà le sorprese maggiori all’interno del film. Attenti a sottovalutare Amanda. E rimanete al vostro posto durante i titoli di coda…

VOTO FINALE: 8

JOKER

Suicide-Squad-Movie-Joker-Origin_opt

Per ultimo, il pezzo forte: un personaggio che, come ormai sappiamo dai numerosissimi trailer, non fa parte della squadra ma appare nel film in una veste totalmente inedita sul grande schermo. Jared Leto è convincente, ma non lo è invece il personaggio nato dalla penna degli sceneggiatori: troppa paura di scadere nella macchietta, troppo timore di ricalcare le grandi incarnazioni del Joker dei film passati, troppi dettagli nell’estetica del personaggio: non riusciamo a superare la sufficienza, cui arriviamo a fatica solo perché abbiamo ormai capito che il DCEU vuole stravolgere tutto ciò che sappiamo dei fumetti DC: Joker non è il villain spaventoso e potente che siamo abituati a ricordare, ma d’altronde perché dovrebbe esserlo…?

VOTO FINALE: 6

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Y: L’ultimo uomo – Spot italiano per la serie, dal 22 settembre su Disney+ 17 Settembre 2021 - 17:30

È disponibile un nuovo spot italiano di Y: L'ultimo uomo, serie tratta dal fumetto di Brian K. Vaughan e Pia Guerra che debutterà il prossimo 22 settembre su Disney+.

YOU: il trailer della stagione 3, dal 15 ottobre su Netflix 17 Settembre 2021 - 16:55

Una nuova vita in California e un nuovo figlio per Joe e Love nella terza stagione della serie creata da Greg Berlanti e Sera Gamble

Baby Boss 2 – Affari di Famiglia: ecco il Nuovo Trailer Ufficiale 17 Settembre 2021 - 16:45

La Universal ha diffuso il nuovo trailer ufficiale italiano del sequel di Baby Boss, intitolato Baby Boss 2 – Affari di Famiglia. Il film arriverà nelle nostre sale il 7 ottobre.

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).

Guida pratica al mondo di Dune 14 Settembre 2021 - 9:15

Dai film ai videogiochi, da Star Wars a Miyazaki, tutto quello che è nato dal romanzo di Dune (che nessuno voleva pubblicare).

Star Trek, i 55 anni del sogno di Gene Roddenberry 8 Settembre 2021 - 15:51

Cinquantacinque anni fa andava in onda il primo episodio di Star Trek, "la carovana del vecchio West lanciata nello spazio".