L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
24: Legacy – Potrebbe esserci un cameo di Chloe nella stagione 1

24: Legacy – Potrebbe esserci un cameo di Chloe nella stagione 1

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: Il primo trailer di 24: Legacy

Howard Gordon aveva già dichiarato la sua intenzione di inserire Jack Bauer (Kiefer Sutherland) e altri personaggi “storici” in 24: Legacy, la miniserie da 12 episodi che raccoglierà il testimone di 24, ma ora il produttore esecutivo Evan Katz si spinge oltre, e conferma a TV Line che ci sono piani concreti per un’apparizione di Chloe (Mary Lynn Rajskub) nella prima stagione. Domandatogli esplicitamente se l’espertissima hacker parteciperà a questa nuova incarnazione dello show, ha risposto:

Abbiamo dei piani. In questo momento la nostra priorità è radicare questi nuovi personaggi e fare in modo che il pubblico sviluppi una relazione con loro. Ma abbiamo preparato alcune sorprese.

Insomma, lo spazio per qualche apparizione speciale ci sarà senz’altro. Il produttore esecutivo Manny Coto, dal canto suo, ha spiegato la genesi della trama:

La premessa della stagione è basata sulla storia vera dei ragazzi che hanno ucciso Osama bin Laden. Ci ha colpito, e abbiamo pensato che potesse essere un’affascinante introduzione per un personaggio che ha partecipato a una grossa missione per eliminare un leader terrorista, e poi è dovuto tornare alla sua vita normale. In seguito, cosa accadrebbe se qualcuno cominciasse a uccidere i membri della sua squadra a uno a uno? Lui è quello che lo capisce, e intraprende una grande ricerca per scoprire perché stia succedendo.

Si tratta, in sostanza, di andare oltre Jack Bauer:

Era un modo per ricominciare da capo con un personaggio tutto nuovo – un personaggio che non è Jack Bauer. Jack Bauer era un agente esperto. Questo personaggio invece no. Questo personaggio è un soldato che non è abituato al mondo dello spionaggio.

Tale “spaesamento” potrebbe dar luogo a conseguenze interessanti. Vi ricordo, comunque, che Kiefer Sutherland sarà protagonista della nuova serie Designated Survivor, ma è rimasto come produttore esecutivo di 24: Legacy.

24-legacy-logo-copertina

Il protagonista di 24: Legacy sarà Eric Carter (Corey Hawkins), un Ranger dell’esercito americano che ha partecipato alla missione per uccidere un pericoloso terrorista, lo Sceicco Ibrahim Bin-Khalid. I suoi seguaci, però, cominciano a dare la caccia ai membri della squadra e alle loro famiglie, costringendo Eric alla fuga insieme a sua moglie Nicole (Anna Diop). In suo aiuto interviene Rebecca Ingram (Miranda Otto), ex capo del Counter Terrorist Unit, che sente il richiamo dell’azione dopo aver lasciato l’impiego per supportare la campagna presidenziale di suo marito John Donovan (Jimmy Smits); lei ed Eric scopriranno una rete terroristica che progetta un colossale attacco sul suolo americano, e che li spingerà a mettere in dubbio l’affidabilità di chiunque.

Teddy Sears interpreterà Keith Mullins, ex secondo in comando di Rebecca e attuale guida del CTU, mentre Ashley “Bashy” Thomas sarà Isaac Carter, fratello di Eric. Howard Gordon (Homeland, 24), Manny Coto (24) ed Evan Katz (24) saranno i produttori esecutivi di 24: Legacy, mentre 20th Century Fox Television, Imagine Television e Gordon’s Teakwood Lane Productions si occuperanno dei finanziamenti.

La serie debutterà domenica 5 febbraio 2017, dopo il Super Bowl, e poi si sposterà nel suo slot abituale (lunedì sera alle ore 21.00).

LEGGI ANCHE: La FOX presenta il suo palinsesto della prossima stagione

series-24-legacy-first-look-photo-corey-hawkins-channels-jack-bauer

Fonte: TV Line

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

David Duchovny entra nel cast del reboot di Giovani streghe – The Craft 17 Ottobre 2019 - 9:15

Anche David Duchovny, il mitico Fox Mulder, è entrato nel cast di The Craft il reboot del fim degli anni novanta Giovani Streghe

Bojack Horseman – Il trailer italiano della stagione 6 17 Ottobre 2019 - 8:34

Il trailer della sesta (e ultima) stagione di Bojack Horseman è disponibile anche in versione italiana. La prima parte uscirà il prossimo 25 ottobre.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.