L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Shonda VS Raidue: La TV italiana “Twittata” verso il futuro

Shonda VS Raidue: La TV italiana “Twittata” verso il futuro

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: LA RECENSIONE DEL PILOT DI THE CATCH, L’ULTIMA FATICA SI SHONDALAND

ATTENZIONE: L’ARTICOLO POTREBBE CONTENERE SPOILER

Lo scorso venerdì 8 Luglio sono andati in onda su Raidue i primi tre episodi di How to Get Away With Murder (tradotto in patria come Le Regole del Delitto Perfetto), la serie televisiva thriller giudiziaria prodotta da Shonda Rhimes (la stessa di Scandal e di Grey’s Anatomy) trasmessa dal canale americano ABC e già arrivata agli occhi dei telespettatori italiani grazie al canale Fox Italia.

Le modalità della trasmissione di un episodio hanno scatenato non poche polemiche nella fanbase del prodotto di Shondaland: alcune scene infatti sono state tagliate dal canale, quindi sostanzialmente interamente censurate, in riferimento alla presenza di effusioni omosessuali, prima soft e poi via via più consistenti. La serie fa spesso riferimento ai sentimenti e al sesso, ma mentre la trattazione delle tematiche a sfondo eterosessuale sono state tranquillamente fatte passare sullo schermo, quelle che coinvolgevano due uomini sono state totalmente cancellate, causando ovviamente lo sdegno dei molti fan della serie. E non solo loro.

HOW TO GET AWAY WITH MURDER - ABC's "How to Get Away with Murder" stars Matt McGorry as Asher Millstone, Karla Souza as Laurel Castillo, Aja Naomi King as Michaela Pratt, Alfred Enoch as Wes Gibbins, Jack Falahee as Connor Walsh, Academy-Award Nominee Viola Davis as Professor Annalise Keating, Liza Weil as Bonnie Winterbottom, Billy Brown as Nate and Charlie Weber as Frank Delfino. (ABC/Bob D'Amico)

 

LA REAZIONE DEL TEAM DI HTGAWM E DI SHONDA

Il tam tam mediatico che si è immediatamente sviluppato intorno all’accaduto ha raggiunto la fiera produttrice Shonda Rhimes in persona, che senza mezze parole ha pubblicato un tweet sul suo seguitissimo account Twitter rispondendo con poche ed efficaci parole: La censura di ogni tipo di amore è imperdonabile.

Il tweet in questione ritwittava quanto espresso dallo showrunner della serie Peter Nowalk, che accusando delusione e disappunto allegava un video della scena incriminata: Connor (Jack Falahee), uno dei protagonisti, rivivendo nella sua mente una scena di sesso con Oliver (Conrad Ricamora), rendeva note allo spettatore la provenienza di documenti riservati su cui era riuscito a mettere le mani (appunto, corrompendo sessualmente il detentore di tali documenti). La scena, così come andata i onda sui canali Rai, perde tutto il suo significato e risulta sostanzialmente monca: Connor afferma sibillinamente un criptico “E’ stato difficile”, mentre lo spettatore ignaro non riesce a comprendere, non avendone gli strumenti.

Anche l’attore Jack Falahee, interprete di Oliver, si è espresso sul proprio account Twitter con una serie di esternazioni cariche di delusione verso una rete nazionale che decide di censurare non solo un opera artistica in quanto tale, ma una scena che racconta l’inizio di quella che (Attenzione: Spoiler) sarà una bellissima storia d’amore.

HTGAWM-RaiDue-censura-connor-e-oliver1_opt

LA RISPOSTA DI RAIDUE

Non era la prima volta in effetti che la RAI effettuava tagli di questo genere: l’esempio più eclatante fu quello dato dal film I Segreti di Brokeback Mountain, ma nei vari casi le reti non avevano degnato gli spettatori di alcuna risposta. Diversamente, l’intervento in prima persona della regina dei serial Shonda Rhimes ha smosso qualcosa negli arrugginiti meccanismi della televisione italiana. Lo spietato bigottismo e l’arretratezza culturale che sembra vengano paventati da almeno una parte delle alte sfere RAI hanno subìto una piccola crepa che speriamo non tarderà a far cadere una ormai impolverata impalcatura di perverso perbenismo che non ha più (e che a dirla tutta non ha mai avuto) ragion d’essere. Raidue ha risposto, ancora tramite Twitter, con il tweet che segue:

“Eccesso di pudore” quindi, una risposta che non è piaciuta affatto ai rappresentanti della comunità GLBT: parlare di pudore solamente nel caso di scene omosessuali, quando nella stessa triade di episodi erano presenti speculari scene di sesso eterosessuale, rappresenta una seconda sconfitta da parte di Raidue all’interno della vicenda. Il pudore sarebbe da applicare solamente all’amore e al sesso omosessuali, secondo gli autori della censura, ma anche di chi poi quella censura ha voluto (o meglio è stato costretto) a censurare.

Il risultato in fin dei conti è comunque apprezzabile: l’episodio incriminato è andato di nuovo in onda, domenica 10 Luglio, in prima serata. Un piccolo passo avanti per quella parte della televisione italiana che, rimasta indietro rispetto ai tempi attuali e a molti dei suoi concorrenti, è finalmente riuscita a sentire il peso delle proprie azioni ed appare proiettata verso un cambiamento che si spera non sia stato solamente sporadico.

Censorship of any love is inexcusable.

le-regole-del-delitto-perfetto-how-to-get-away-with-murder-639283

LEGGI ANCHE: GREENLEAF DI SHONDALAND E LE 10 SERIE DELL’ESTATE 2016

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Borderlands – Kevin Hart condivide una foto dal set e promette azione folle 13 Maggio 2021 - 15:30

Kevin Hart ha pubblicato una foto dal set di Borderlands, promettendo delle scene d'azione folli nel film di Eli Roth basato sul celebre videogioco.

Il Divin Codino – Trailer ufficiale per il film su Roberto Baggio, dal 26 maggio su Netflix 13 Maggio 2021 - 14:45

È disponibile il trailer ufficiale de Il Divin Codino, biopic dedicato a Roberto Baggio che uscirà il prossimo 26 maggio su Netflix.

Si vive una volta sola: il film di Carlo Verdone da oggi su Prime Video 13 Maggio 2021 - 13:45

Nel cast anche Anna Foglietta, Rocco Papaleo e Max Tortora

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.