L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Pokémon Go: La Recensione

Pokémon Go: La Recensione

Di Fabrizio Tropeano

C’era una volta un fenomeno capace di attirare milioni di videogiocatori da decenni sulle console Nintendo. Quel fenomeno si chiamava e si chiama Pokémon. Quando la grande N ha deciso di entrare nel mercato delle app di smartphone e tablet, ha deciso di puntare quasi da subito proprio sulle particolari creaturine con Pokèmon Go e la frenesia che ha generato il suo lancio, lo abbiamo cercato di fotografare con un post dedicato alle 10 notizie più folli legate a questa particolare esperienza di “realtà aumentata”.

Il videogame, disponibile gratuitamente su App Store per dispositivi iOS e Google Play per smartphone e tablet Android, è opera del team statunitense di Niantic che già da qualche tempo opera in questo particolare settore dell’intrattenimento digitale.

Pokémon Go risulta essere così una versione riveduta e corretta della saga per avvicinare un’utenza ancora più ampia e proporre un’esperienza differente dal solito. Quello che dovremo fare infatti per collezionare tutti e 151 i simpatici Pokémon della prima generazione sarà camminare il più possibile in lungo e in largo la nostra città e i dintorni fin quando il nostro smartphone connesso a Internet, munito di fotocamera e con GPS acceso inizierà a vibrare.

A quel punto vedremo sullo schermo del nostro dispositivo la creaturina muoversi all’interno della realtà “reale” in cui ci troviamo. Sarà piuttosto semplice catturarla e farla nostra dopo i lanci di varie Pokeball con un semplice tocco sul touch screen. Oltre alla cattura dei Pokémon, sarà importante dirigersi verso i PokéStops (quasi sempre monumenti e luoghi pubblici) dove sarà possibile recuperare Pokeball, pozioni e se sarete particolarmente fortunati anche uova Pokémon.

pokemon-go-nick_statt-2016-100-kjob-u43200851244334hzh-768x576corriere-tablet_jpg_1400x0_watermark_q85

Il tutto serve a far progredire i livelli dei parametri della nostra raccolta di creature oltre che, novità per la serie, far crescere anche il nostro alter ego digitale che potremo inizialmente personalizzare come vuole ogni gioco di ruolo che si rispetti.

L’ultimo elemento dell’esperienza proposta da Pokèmon Go sono le palestre. Una volta che saremo cresciuti sufficientemente di livello, potremo scegliere di entrare in una delle tre squadre presenti all’interno del gioco. Scelta la nostra compagine, dovremo fare di tutte per mantenere il suo vessillo nelle palestre di ogni parte del mondo. Le palestre, come i PokéStops, si trovano in luoghi del mondo reale. Ogni membro di una squadra potrà lasciare un proprio Pokémon a difesa e sarà quindi fondamentale collaborare con gli appartenenti dello stesso team.

E qui ovviamente si svolgeranno i combattimenti tra team con un sistema di attacco piuttosto facile (ne sono disponibili due diversi) e quello delle schivate che richiederà semplicemente uno scorrere del dito sul touch screen a destra o sinistra. Una volta conquistata una palestra, facendoci allenare dentro i propri Pokémon, il prestigio del luogo tenderà ad aumentare e più sarà alto il prestigio e più sarà difficile soccombere contro gli avversari. Il tutto crea ovviamente un forte gioco di squadra ed anche una certa possibilità di socializzazione nel mondo reale.

Diciamolo chiaramente: la profondità ludica di Pokémon Go è ben al di sotto di quelle dei suoi predecessori su console Nintendo, ma l’esperienza proposta comunque riesce a divertire e tanto ogni tipo di pubblico grazie alla relativa novità della realtà aumentata, alla voglia di collezionismo (digitale) che è un pò il plus di sempre della serie ed un approccio decisamente amichevole anche per quanto riguarda la presenza piuttosto discreta ed al momento ancora non invasiva degli acquisti in app.

Untitled-1

Pokémon Go qualche limite evidente comunque ce l’ha a partire da down dei server ancora troppo frequenti (ma forse non ci si attendeva un successo del genere), un numero piuttosto elevato di bug ed un consumo mostruoso della batteria tanto che per lunghe sessioni di gioco all’aria aperta è quasi obbligatorio avere un ricaricatore portatile.

Detto questo però, il mix sta funzionando e se la app continuerà ad essere aggiornata con nuovi contenuti ed ottimizzata, non avrà problemi ad occupare insistentemente le pagine della cronaca e le classifiche di vendita degli store. Un consiglio ce lo sentiamo di riprenderlo dalla schermata di caricamento: occhio veramente all’ambiente in cui state cercando i Pokémon visto che il numero di incidente di vario tipo legato all’uso della app sta crescendo in maniera esponenziale.

VOTO: 7.5

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01HIJ4RHC” partner_id=”screenweek-21″]

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bosch: il trailer della stagione finale, dal 25 giugno su Prime Video 13 Maggio 2021 - 20:45

Titus Welliver è pronto a tornare nella settima e ultima stagione della serie tratta dai romanzi di Michael Connelly

Snake Eyes: le prime immagini dello spin-off di G.I. Joe 13 Maggio 2021 - 20:32

il primo sguardo ufficiale a Snake Eyes, lo spin-off di G.I. Joe in arrivo nelle sale italiane il prossimo luglio.

Halston – Chi è il leggendario stilista interpretato da Ewan McGregor 13 Maggio 2021 - 20:10

Halston, su Netflix dal 14 Maggio, racconta la vita del celebre stilista: ecco la vera storia che ha ispirato la serie!

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.