L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La Torre Nera – Confermato che sarà un sequel, Eddie e Susannah non ci saranno

La Torre Nera – Confermato che sarà un sequel, Eddie e Susannah non ci saranno

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: Prime foto ufficiali e nuovi dettagli per La Torre Nera

Continua l’approfondimento di Entertainment Weekly dedicato a La Torre Nera, che svela altri dettagli su questa trasposizione dei romanzi di Stephen King: troverete ulteriori informazioni nella prima e nella seconda parte dello speciale.

Adattare una saga del genere non è semplice, ma è ovvio che – in caso di successo – potrebbe nascerne un franchise cinematografico dalle molte ramificazioni. Il costo relativamente basso del film (60 milioni di dollari, molto meno rispetto alla media dei blockbuster) potrebbe favorirne i ricavi al botteghino, ma prima bisognerà verificare l’accoglienza del pubblico generalista, non solo dei fan. Questi ultimi, comunque, possono sentirsi rassicurati dal fatto che Stephen King sia stato coinvolto attivamente nel progetto, e ha dato la sua approvazione alla sceneggiatura. Il co-sceneggiatore Akiva Goldsman lo ha sottolineato in modo chiaro:

Tutto ciò che posso dire è che Steve è il nostro partner dall’inizio alla fine, quindi non facciamo una mossa senza che Stephen dica “Questo è La Torre Nera“. Quando dice che una certa cosa “non lo è”, com’è capitato alcune volte, allora noi diciamo “Bene, proviamo qualcos’altro”.

King è persino intervenuto per apportare alcune modifiche:

Ho preso una penna e tagliato i dialoghi di Roland all’osso. Meno dice, meglio è. Perché no? Idris Elba può recitare col suo volto. È straordinario in questo. Proietta un senso di minaccia combinato a sicurezza. [Roland] è l’eroe western, il tipo forte e silenzioso: «Sì», «No», «Estrai».

Fatto questo, lo scrittore ha dato il suo assenso, sostenendo che l’interpretazione di Goldsman e del regista danese Nikolaj Arcel fosse un modo interessante per approcciarsi alla saga. Il co-sceneggiatore conosce bene i temi centrali dei romanzi:

La Torre Nera parla di come ci trasciniamo dietro il nostro passato, quali fra i nostri nostri spettri viaggiano con noi, e come ci occupiamo di loro. I fantasmi della storia, i fantasmi delle persone che abbiamo perduto per arrivare ovunque si trovi la Torre.

Come nel primo capitolo del ciclo letterario, anche l’essenza del film sarà riconducibile a una triangolazione di personaggi: Roland Deschain (Idris Elba), Walter Padick (Matthew McConaughey) e il giovane Jake Chambers (Tom Taylor), laddove Roland dà la caccia a Walter, il quale insegue Jake, che a sua volta cerca Roland. È tutto «completamente circolare», per citare le parole di Arcel. Ciononostante, il regista conferma che La Torre Nera sarà un sequel della saga, poiché Roland sarà già in possesso del Corno di Hel. L’ultimo libro rivela infatti che il pistolero ha raggiunto la Torre numerose volte nel corso della sua vita, solo che non lo ricorda, ed è stato costretto a ripetere il viaggio finché non è riuscito a farlo nel modo giusto. Alla fine, l’amore che Roland dimostra nei confronti della sua ka-tet (la sua cerchia di affetti, i suoi compagni di viaggio) lo redime agli occhi della Torre, consentendogli di ricevere in premio il suddetto Corno, che gli permetterà di concludere la sua avventura.

I più strenui fan de La Torre Nera sapranno che questo è in realtà una specie di sequel dei libri. Possiede molti degli stessi elementi, molti degli stessi personaggi, ma è un viaggio diverso.

Non a caso, sia Eddie sia Susannah mancheranno da questo film, anche se potrebbero essere introdotti negli eventuali sequel. King, a tal proposito, ha fiducia in Goldsman:

Mi sta bene. So esattamente dove Akiva ha sempre pensato di introdurli, e per me va benissimo.

Ovviamente, Eddie e Susannah esisteranno già nell’universo narrativo del film, anche se non li vedremo. Arcel ci ha tenuto a sottolinearlo:

Sono sicuramente là fuori. Credo che l’intera storia meriti di essere raccontata, e dovrebbe essere raccontata. Sarei certamente deluso da me stesso o dai miei collaboratori se non li introducessimo. Rappresentano una parte molto consistente della storia.

Aspettiamoci quindi una trasposizione che unisce fra loro vari “frammenti” della saga, pescandoli dai vari capitoli, al fine di supportare i temi dell’opera kinghiana: sacrificio, amicizia e accettazione della perdita.

LEGGI ANCHE:

Altre foto ufficiali e dettagli su La Torre Nera

Roland contro Richard Sayre nelle foto dal set de La Torre Nera

Ecco Matthew McConaughey nelle foto dal set de La Torre Nera

Già nel 2010 Ron Howard, Akiva Goldsman e Brian Grazer avevano tentato di portare al cinema l’omonima saga di Stephen King, e l’idea iniziale era molto ambiziosa: l’intenzione, infatti, era di produrre una trilogia cinematografica intervallata da una serie televisiva targata HBO (con la funzione di prequel), in modo da trasporre fedelmente tutto il ciclo letterario dello scrittore americano. La Universal e la Warner Bros., dopo essersi avvicendate nella produzione, si sono tirate indietro perché spaventate dal budget necessario (nonostante Howard e Grazer lo avessero tagliato di 50 milioni di dollari), e il progetto è sfumato.

L’anno scorso, però, la Sony Pictures si è fatta avanti e ha resuscitato l’adattamento con Nikolaj Arcel alla regia, incaricando Goldsman e Jeff Pinkner di scrivere una nuova stesura del copione. La storia sarà incentrata sul pistolero Roland Deschain (Idris Elba) e sullo stregone immortale Walter Padick (Matthew McConaughey), entrambi impegnati a raggiungere l’eponima Torre Nera che coincide con il punto di snodo dell’universo, il perno di tutti i mondi esistenti. Deschain vuole accedervi per salvare il suo mondo, Padick – alias l’Uomo in Nero – per governare su tutti i mondi.

Nel cast anche Abbey Lee (Tirana), Tom Taylor (Jake Chambers), Jackie Earl Haley (Richard Sayre), Fran Kranz (Pimli), Katheryn Winnick e Claudia Kim (Arra Champignon). L’uscita è fissata al 13 gennaio 2017.

Fonte: Entertainment Weekly

Vi invitiamo a scaricare la nostra NUOVA APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOSAndroid) per non perdervi alcuna news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati.

CLICCATE SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE E SUL PULSANTE “SEGUI” PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI DE LA TORRE NERA!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Marsh King’s Daughter: Ben Mendelsohn affianca Daisy Ridley 5 Maggio 2021 - 21:00

Il film, diretto da Neil Burger e tratto da un romanzo di Karen Dionne, arriverà in Italia con Lucky Red

Red Sonja: Hannah John-Kamen protagonista del film! 5 Maggio 2021 - 20:06

Hannah John-Kamen – vista in Ant-Man and the Wasp – sarà la protagonista di Red Sonja.

Blade: Marvel alla ricerca di un regista nero, la produzione rinviata a luglio 2022 5 Maggio 2021 - 19:32

Marvel sta esaminando la stessa lista della Warner per l'assunzione di un regista nero per il cinecomic Blade, con Mahershala Ali

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.

Perché i G.I. Joe come Snake Eyes sono figli della Marvel (e dello SHIELD) 29 Aprile 2021 - 11:53

Storia breve di come Snake Eyes e i G.I. Joe che conosciamo oggi sono stati creati dalla Marvel Comics... e da un incontro casuale in un bagno.