L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
X-Men, Avengers, Spider-man, Namor: la divisione dei Diritti dei personaggi Marvel

X-Men, Avengers, Spider-man, Namor: la divisione dei Diritti dei personaggi Marvel

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: I CANDIDATI AL RUOLO DI CABLE IN DEADPOOL 2

I Marvel Studios sono una realtà fin dal 1996 (dopo 3 anni passati sotto la denominazione di Marvel Films). Inizialmente gli Studios hanno mantenuto un basso profilo, lavorando su produzioni a basso budget in larga parte per la televisione e svendendo ingenuamente i diritti di alcuni dei maggiori personaggi della casa editrice. E’ solo nel 2005 che Kevin Feige, presidente degli Studios, inizia a pensare ad un progetto realmente valido per sfruttare appieno sul grande schermo gli eroi della Casa delle Idee: tramite un accordo per la distribuzione con la Paramount Pictures, si arriva alla pellicola che inaugurerà il MCU (Marvel Cinematic Universe, l’ormai immenso universo unito cinematografico dove gli eroi Marvel si muovono coralmente) con il primo Iron Man del 2008.
In seguito gli studios vengono acquisiti dalla Disney, che metterà in atto una piccola rivoluzione cercando di recuperare (in varie trattative fra alti e bassi non ancora totalmente risolte) la totalità dei diritti dei personaggi Marvel ed una univocità della distribuzione: ad oggi, tutti i personaggi dei Marvel Studios, che nel frattempo sono stati integrati nei Walt Disney Studios (diversamente dalla divisione Marvel Television, che pur aderendo al MCU lavora ancora in totale indipendenza), vengono distribuiti da Disney.

Rimane ora da capire quanti e quali personaggi fanno parte del parco Marvel Studios e quali sono stati invece ceduti diverse case di produzione, nonché quali siano gli attuali accordi che regolano la gestione dei diritti e dei (quando possibili) crossover.

LEGGI ANCHE: I 5 EROI MARVEL CHE MERITEREBBERO UN FILM STAND-ALONE

x_men_characters-wallpaper-1920x1080_opt

20TH CENTURY FOX

I diritti di tutti i mutanti, dei Fantastici 4, di Deadpool e di tutti i personaggi strettamente correlati alle loro storyline anche se spesso presenti in storie di altri personaggi (come ad esempio Uatu l’Osservatore o Silver Surfer) appartengono alla 20th Century Fox. La Fox li ha sfruttati appieno soprattutto tramite il franchise degli X-Men, che ha sfornato finora ben 9 film: la due trilogie degli X-Men, i due film stand-alone su Wolverine ed infine l’outsider Deadpool. In arrivo e/o in lavorazione abbiamo attualmente un terzo (ed ultimo) film su Wolverine, il film solista del mutante Gambit, il secondo Deadpool e la pellicola sui New Mutants. Inoltre, una serie con protagonista Legione (nei fumetti, il figlio del professor Xavier) è attualmente in lavorazione per il canale televisivo FX.

I film dei Fantastici 4 non sembrano essere uniti alla cosmologia degli X-Men in nessuna delle sue due incarnazioni (se non in un paio di easter eggs) composte dai primi due film, I Fantastici 4 e I Fantastici 4 e Silver Surfer e dal reboot Fantastic 4 – I Fantastici 4 (nessuno dei quali è stato acclamato tanto dalla critica quanto dal pubblico).

A quanto è dato sapere, la valenza dei diritti attuali della Fox è di 8 anni: questo significa che nel caso i diritti del personaggio (o del blocco di personaggi, in quanto le clausole più particolari degli accordi non sono mai state rivelate) non vengano sfruttati per più di 8 anni (cioè passino più di 8 anni fra un film su quel determinato personaggio ed un suo sequel, reboot o remake), questi decadono e tornano in capo alla Marvel.
Esattamente quel che è successo con Daredevil ed Elektra: il film solista sull’assassina ninja, che racchiudeva le licenze anche riguardo l’Uomo senza paura, è uscito nel 2005 ed è quindi solo dal 2012 che i diritti riguardo questa cosmologia sono tornati alla Marvel, che tramite Marvel Television ha creato la serie TV Daredevil.

LEGGI ANCHE: LA SPIEGAZIONE DELLA TIMELINE ATTUALE DEI FILM DELLA 20TH CENTURY FOX

spider-man-2_opt

SONY

La Sony detiene attualmente tutti i diritti riguardo lo sfruttamento dei personaggio di Spider-Man e di tutti i suoi comprimari ed antagonisti. Questi sono stati sfruttati prima nella trilogia con protagonista Tobey Maguire e poi nei due film reboot Amazing Spiderman e Amazing Spiderman 2 dove Peter Parker aveva il volto di Andrew Garfield . Ma cosa è successo nel caso di Capitan America – Civil War?

Un terzo Spider-man, interpretato stavolta da Tom Holland è apparso in Capitan America – Civil War, film ad appannaggio esclusivo dei Marvel Studios: questo a fronte di uno specifico accordo fra Marvel e Sony sui diritti di apparizione del personaggio. D’ora in poi i film Sony (che si tiene ancora ben strette le sue licenze) sul mondo di Spider-man entreranno a far parte delle linee narrative del MCU, e sarà possibile la compenetrazione di personaggi nelle produzioni di entrambe le case di produzione (anche Robert Downey Jr porterà infatti il suo Tony Stark nell’imminente Spiderman – Homecoming della Sony).

La valenza dei diritti della Sony sulla cosmologia di Spiderman è attualmente di 3 anni: nel caso in cui dopo Spiderman – Homecoming (programmato per Luglio 2017) non venga prodotto un sequel, un reboot o un remake della pellicola fino all’estate 2020, i diritti torneranno alla Marvel.

scarlet-quicksilver_opt

MARVEL STUDIOS

Ai Marvel Studios, sostanzialmente, rimangono i diritti di tutti gli altri personaggi non inclusi nei contratti con Sony e Fox (e Universal, ma questa è una questione più spinosa di cui parleremo nel prosieguo di questo articolo). Alcuni contratti hanno dei contorni sfumati, le cui implicazioni sono ancora tutte da interpretare: ad esempio, sembra che il contratto riguardo un “blocco” di personaggi (ad esempio gli X-Men) ricomprenda tutti i personaggi nati su quella testata, ma questo non vale sempre: infatti ad esempio un personaggio importante come Mystica fa la sua prima apparizione nelle testate degli Avengers, ma viene gestita dal parco 20th Century Fox in quanto più funzionalmente unita al mondo mutante (che il carattere del contratto sia quindi funzionale?).
Inoltre, la rilevante eccezione di Quicksilver e Scarlet, profondamente legati sia al mondo mutante (sono entrambi figli del mutante Magneto nei fumetti) che a quello degli Avengers (di cui fanno parte fin dalle prime incarnazioni) e passibili di comparire sia nei film della Fox che in quelli dei Marvel Studios (ma in questo secondo caso non è possibile ritrarli come mutanti: nel MCU i poteri dei due sono infatti frutto di esperimenti scientifici).

Proprio riguardo la gestione dei diritti di Scarlet e Quicksilver, alcuni rumor mai confermati paventano l’esistenza di un accordo non-ufficiale tra Fox e Marvel che avrebbe attribuito il velocista alla prima e la strega alla seconda: la morte di Quicksilver in Avengers: Age of Ultron e la totale mancanza di Scarlet nei film degli X-Men sarebbero quindi legate a questa teoria.

LEGGI ANCHE: TUTTO SU PANTERA NERA, IL NUOVISSIMO EROE DEI FILM MARVEL

LA “QUESTIONE” NAMOR

Il personaggio di Namor, ibrido delle due razze dei mutanti e degli atlantidei (popolo acquatico che nel Marvel Universe abita il continente sottomarino di Atlantide) è stato per anni proprietà intellettuale della Universal Pictures, che non ha però mai sfruttato i diritti cinematografici del personaggio. Dopo vari rumor ed un’indagine approfondita di un giornalista di Hollywood Reporter è stato pressoché chiarito che i diritti sono tornati in seno ai Marvel Studios, ma Kevin Feige, intervistato più volte riguardo la situazione di Namor, ha ammesso che il problema non si ravvisa di semplice soluzione poiché molti soggetti sarebbero coinvolti in una difficilmente sbrogliabile matassa di vecchi contratti.

LEGGI ANCHE: LE MIGLIORI SCENE POST-CREDIT DEI FILM MARVEL

Namor-The-Sub-Mariner_opt

LEGGI ANCHE: LE CANDIDATE PRINCIPALI AL RUOLO DI CAROL DANVERS

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

 

 

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Amusement Park: il trailer del film perduto di George Romero 9 Maggio 2021 - 10:00

Un'allegoria dell'invecchiamento definita dalla vedova del regista "il film più terrificante" da lui mai diretto

Dragon Ball Super: Un nuovo film nel 2022, il commento di Toriyama 9 Maggio 2021 - 9:46

Il nuovo film di Dragon Ball Super, annunciato nel 2019, arriverà nelle sale giapponesi nel 2022. Il messaggio di Akira Toriyama, ancora una volta coinvolto nella realizzazione del film

Box Office Italia: Nomadland sempre primo nel secondo sabato delle riaperture 9 Maggio 2021 - 9:39

Nomadland, il lungometraggio Searchlight Pictures vincitore di tre Premi Oscar come Miglior film, rimane in testa nel secondo sabato delle riaperture.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.