L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
I flashback che vorremmo vedere in Orange is the New Black

I flashback che vorremmo vedere in Orange is the New Black

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: IL TRAILER DELLA QUARTA STAGIONE DI ORANGE IS THE NEW BLACK

L’attesa è quasi terminata: il 17 giugno sul canale online Netflix i fan potranno gustare in blocco tutte le nuove 13 puntate della quarta stagione della serie ormai cult Orange Is the New Black.
Con un trend fortemente innovativo, la serie ha programmato nel corso delle sue prime tre stagioni delle puntate estremamente corali pur se strutturate quasi sempre monograficamente in relazione ai flashback che di volta in volta indagavano sul passato del personaggio di turno: ed ecco che, con le poche eccezioni del cast principale (le detenute Piper Chapman, Alex Vause, Galina “Red” ReznikovTiffany “Pennsatucky” Doggett), quasi ognuna delle 39 puntate (13 per ogni stagione) ha raccontato le sorti di un diverso protagonista. C’è da credere che anche in questa stagione i protagonisti della linea flashback monotematica di ogni puntata sia pensata in relazione a personaggi il cui passato non è ancora stato esplorato: ecco quali sono i nostri candidati principali.

ERICA “YOGA” JONES

yoga-jones_opt

La serafica Yoga Jones è presente fin dalle primissime puntate ed ha ricoperto in più di un momento un ruolo di primo piano: dal suo rapporto con l’atletica Janae Watson alla scoperta dei motivi alla base della sua incarcerazione, è forse l’unica vera eccezione fra le protagoniste “a lungo termine” a non aver ancora avuto un episodio tutto per sé. Un  episodio incentrato sulla maestra di yoga del carcere di Litchfield è dato ormai quasi per certo nella stagione a venire.

GINA MURPHY

ginna-murphy_opt

Anche Gina è presente nella serie fin dal principio, ma il suo ruolo è sempre stato più secondario di quello di Yoga Jones. Ci è stata presentata semplicemente come una delle “figlie” di Red, finché il rapporto con la ex responsabile delle cucine non si è incrinato a causa di un incidente causato dalla stessa. Gli showrunner sono riusciti a delineare in Gina un personaggio complesso pur nell’esiguo minutaggio a lei dedicato, rendendola una di quelle possibili protagoniste delle quali i fan bramano di sapere di più.

ANGIE RICE

angie-rice_opt

Data la sua vicinanza a Leanne e a Pennsatucky, già protagoniste di puntate monotematiche, Angie ha avuto più di una volta un momento di spicco all’interno delle vicende del Litchfield, arrivando ad una sorta di tentativo di evasione mal riuscito. Poco sappiamo della simpatica detenuta se non che ben si presta a fare da spalla ad altre compagne più carismatiche: un episodio incentrato su una sua rivincita personale e che magari ci sveli per quale motivo Angie si trova in prigione sarebbe sicuramente molto apprezzato.

BLANCA FLORES

BlancaEp1A_opt

Un’altra detenuta presente sulle scene fin dagli inizi: Blanca si pone in principio come una pazza, intenta a parlare con “El Diablo” nei bagni della prigione. In realtà, come testimonia il telefono trovato da Piper, la donna non è affatto fuori di testa e a partire dalla seconda stagione la vedremo interagire con le altre detenute su un piano paritario. Un episodio che ci sveli i retroscena fra Bianca e il suo fidanzato Diablo e le motivazioni della carcerazione della donna sarebbe sicuramente molto interessante.

BROOK SOSO

brook-soso_opt

L’attivista politica Brook Soso accompagna le protagoniste di Orange is the New Black a partire dalla seconda stagione, e con le sue manie riguardo la (mancanza di) pulizia ed il suo atteggiamento logorroico assume all’inizio un tono fortemente goliardico. Il dramma di Soso, incapace di essere accettata in nessuno dei vari gruppi all’interno della prigione, verrà esplicitato nella terza stagione, dove la ragazza arriverà a compiere un tentativo di suicidio. Il passato di Brook è ancora tutto da scoprire; abbiamo avuto un piccolo assaggio di un suo flashback in una delle puntate corali, dove dei problemi familiari emergevano timidamente.

LOLLY WHITEHILL

Lolly_opt

Lolly viene brevemente introdotta all’inizio della seconda stagione, per poi ritornare nella terza stagione come detenuta ufficiale del Litchfield a seguito di un trasferimento. La sua ossessione per Alex ci farà credere all’inizio che la donna sia una pedina di Kubra, il gangster che vuole Vause morta; scopriremo invece che Lolly è semplicemente una paranoica cronica e che è molto più innocua di quanto sembra. C’è ancora molto da dire su di lei ed una puntata incentrata sulle origini delle sue paranoie sarebbe assolutamente auspicabile.

NATALIE “FIG” FIGUEROA

figueroa_opt

A partire dalla terza stagione, gli episodi monotematici sono arrivati anche ad indagare sulle vicende del personale del penitenziario, come nel caso di Caputo e di Bennet; una puntata tutta incentrata su Figueroa sarebbe totalmente esplosiva. Magari per indagare i retroscena dei suoi rapporti con il marito omosessuale, o dei suoi crimini economici contro il Litchfield, o ancora una possibile controffensiva verso Caputo, che nella scorsa stagione l’ha sconfitta su tutta la linea.

SAM HEALY

Healy_opt

Sam Healy è l’unico personaggio del cast principale a non aver ancora avuto un episodio monotematico incentrato su di sé (come per Soso, abbiamo assistito solamente ad un pacato incipit). Forse di un episodio incentrato su quello che pian piano si è rivelato il vero e proprio villain della serie sentiamo fortemente il bisogno, per far uscire il personaggio dai limiti della macchietta anti-lesbica e oppressa dalle donne che gli sono stati cuciti attorno.

LEGGI ANCHE: FOTO E SINOSSI DELLA QUARTA STAGIONE DI ORANGE IS THE NEW BLACK

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Lucca C&G 2019 – Dal pilot di Batwoman all’anteprima di Summer of ’84 20 Ottobre 2019 - 20:00

Ormai manca pochissimo a Lucca C&G, ecco tutte le ultime novità dell'Area Movie, da Shinko e la magia millenaria a Summer of '84 al pilot di Batwoman

Secondo The Rock le riprese di Black Adam cominceranno nel luglio del 2020 20 Ottobre 2019 - 19:00

Le riprese di Black Adam cominceranno nell'estate del 2020, lo ha rivelato il suo interprete Dwayne Johnson su Twitter

Watchmen – Un nuovo spot con gli elogi della critica 20 Ottobre 2019 - 18:00

Il nuovo spot di Watchmen comprende gli elogi della stampa americana. Il debutto italiano della serie è atteso per questa notte in contemporanea con gli USA.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.