L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Arrow – Stephen Amell conferma il nuovo vigilante, il big bad “realistico” e i flashback in Russia

Arrow – Stephen Amell conferma il nuovo vigilante, il big bad “realistico” e i flashback in Russia

Di Lorenzo Pedrazzi

LEGGI ANCHE: La recensione di Schism, finale della quarta stagione di Arrow

Venerdì scorso abbiamo scoperto che il big bad della quinta stagione di Arrow sarà un signore del crimine ispirato al personaggio di Idris Elba in The Wire, ma che fisicamente ricorderà il Jason Momoa di Game of Thrones. Ebbene, Stephen Amell (Oliver Queen / Freccia Verde) è stato ospite del Wizard World di Philadelphia, e ha svelato qualche piccolo dettaglio aggiuntivo sul nuovo antagonista:

Il nostro cattivo sarà… sotto molti aspetti, sarà un ritorno alla stagione 1. È una cosa che puoi permetterti di fare, quando sei arrivato alla stagione 5. Credo che questo cattivo porterà lo show su terreni più realistici, recuperando alcuni elementi che avevamo prima di introdurre tutti quegli elementi fantastici nell’universo di Arrow.

In effetti, l’antagonista della prima stagione era l’Arciere Nero, un personaggio completamente umano, mentre i big bad successivi erano carichi di misticismo (Damien Darhk e Ra’s Al Ghul) e/o dotati di superpoteri (Deathstroke e lo stesso Darhk). Chiunque sia il villain della quinta stagione, sarà meno “colorito”.

Amell ha inoltre confermato che sarà introdotto un vigilante tratto dai fumetti della DC Comics, e che i flashback saranno ambientati in Russia, dove Oliver dovrà vedersela con la Bratva e scopriremo l’origine dei suoi tatuaggi. Probabilmente rivedremo anche Anatoli Knyazev alias KGBeast. Comunque, mercoledì l’attore incontrerà gli sceneggiatori di Arrow, e discuterà con loro della prossima avventura di Freccia Verde. Qui di seguito potrete vedere il video della chiacchierata con il pubblico:

Sappiamo che la quinta stagione introdurrà un nuovo vigilante e anche un nuovo personaggio regolare chiamato James: quest’ultimo è stato descritto come molto affascinante e guidato da una missione di vendetta personale, in seguito a una tragica perdita. Sappiamo inoltre che Curtis (Echo Kellum) è stato promosso a regolare.

arrow-4x09-copertina

Fonte: ComicBook.com

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra App per Mobile.

Inoltre, non perdete la sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Love, Death + Robots – Volume 2: il nuovo red band trailer della serie Netflix 10 Maggio 2021 - 21:00

La serie antologica animata di David Fincher e Tim Miller tornerà con otto nuovi episodi il 14 maggio

Videogames News: Il Futuro di Google Stadia, I Problemi di Returnal, Xbox in Perdita 10 Maggio 2021 - 20:35

Ecco come ogni settimana la nostra rubrica riguardante tutte le più interessanti notizie in arrivo dal mondo dei videogiochi!

Solos: Dal 25 giugno su Prime Video la serie antologica Amazon Original 10 Maggio 2021 - 20:15

In Italia arriverà il 25 giugno su Prime Video: Solos la serie antologica Amazon Original creata da David Weil, con Anne Hathaway e Helen Mirren

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).