L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
X-Men: Apocalisse – Bryan Singer risponde alle critiche contro Apocalisse e ai paragoni con Ivan Ooze

X-Men: Apocalisse – Bryan Singer risponde alle critiche contro Apocalisse e ai paragoni con Ivan Ooze

Di Marlen Vazzoler

GUARDA ANCHE: X-Men: Apocalisse – Un video sulle origini del Dio Mutante interpretato da Oscar Isaac

Fin dall’uscita della prima foto di Apocalisse (Oscar Isaac) scattata sul set di X-Men: Apocalisse, questa versione del personaggio è stata accolta con astio dai fan che l’hanno paragonato a Ivan Ooze, il villain del film Power Rangers – Il film uscito negli anni ’90.

Una seconda scia di critiche ha colpito il film quando nel primo trailer è stata udita la voce non alterata del suo interprete, per non parlare della sua altezza troppo umana rispetto al fumetto. In un roudtable il regista Bryan Singer ha risposto a tutte queste critiche.

Cominciamo dal colore di Apocalisse, che inizialmente sembrava di color rosa/viola. Nelle ultime immagini e video del film se avete prestato attenzione il suo colore è blu, come nei fumetti:

“C’era un’immagine pubblicata da Entertainment Weekly, in cui gli effetti non erano ancora stati applicati, quindi tutti erano – l’effetto ha una luce rosa chiaro, e tutti si illuminato di rosa, e la gente ha pensato che Apocalisse sarebbe stato rosa . Ero ‘No, no, sono tutti rosa. Guarda. Ognuno nella foto è rosa. E’ un’immagine rosa’. Avrebbero potuto togliere il rosa dall’immagine – avrei dovuto togliere il rosa dall’immagine. Mi prendo la colpa per questo. Colpa mia, non di Entertainment Weekly. Quella è l’immagine che gli ho dato.”

Il corpo di Apocalisse, la sua taglia è normale, non è più alto degli altri mutanti nell’ultimo trailer, e i suoi occhi sono bianchi. Ma c’è una scena, una battaglia mentale in cui lo vediamo combattere contro Xavier, in cui cambia dimensioni e diventa gigantesco. Ma nel resto del film?

“E la gente fa ‘E’ piccolo’. Ed io ‘Va bene, se la sono presa con me quando ho assunto un attore alto 6 piedi e tre per interpretare Wolverine alto 5 piedi e quattro. Se la sono presa con me quando il costume di Quicksilver degli anni settanta è stato mostrato sulla copertina di Empire Magazine. Ogni volta. Avrei potuto farlo sembrare un gigante per tutto il film, o prendere un tipo muscoloso che sa recitare – potrei sempre farlo. Ma in realtà, tra i suoi molti poteri – e lo vedrete mentre cambia dimensione – ma tra i suoi molti poteri c’è quello della persuasione, ed è stato molto importante che fosse in grado di stabilire un legame con i suoi cavalieri, a loro livello, e che venisse interpretato da una persona che sa recitare come Oscar, che è un attore fantastico.”

apocalisse-x-men

Infine la voce, che nell’ultimo trailer sentiamo modificata.

“[Nel primo trailer di X-Men: Apocalisse] Oscar stava usando la sua voce normale – che è meravigliosa, una performance fantastica – ma quella non è mai stata la nostra intenzione. Avevamo bisogno di queste parole che controllassero il primo teaser. E la gente ha pensato ‘oh, aspetta, quella sarà la sua voce per tutto il film?’ No, ma per raccontare la storia del primo teaser abbiamo bisogno della voce, e non avevo ancora creato la voce.
Quello che sto facendo è qualcosa davvero molto singolare, che non è stato fatto prima. Stiamo registrando la sua intera performance perché la tuta scricchiola e fa vari tipi di rumori, e non puoi davvero usarla. Ma volevo la sua performance. Quindi ha registrato in ADR con un microfono standard della Sennheiser, ma anche con un microfono per i bassi sulla sua guancia destra e un microfono grancassa sulla sua guancia sinistra. Questi due microfoni hanno l’abilità di estendere l’estensione vocale della sua voce che l’orecchio umano non può sentire. E posso prendere quell’estensione vocale che ho registrato e posso usarla per incrementare la sua voce – e con un po’ di magia digitale posso creare una voce che è completamente dettata dalla sua performance ma non è naturale.
Aumenta e diminuisce e si sposta durante il film, e cambia, quindi non ha una singola voce. Parla con delle voci diverse a seconda del momento del film, ed è davvero fantastico. E’ la prima volta che ho avuto gli strumenti per scolpire una performance in post-produzione, che mi era stata data sul set e scelta in sala di montaggio.”

Ecco la sinossi ufficiale del film:

Sin dall’alba della civiltà, è stato venerato come un dio. Apocalisse, il primo e più potete fra i mutanti dell’universo degli X-Men, ha accumulato i poteri di molti altri mutanti, diventando immortale e invincibile. Svegliatosi dopo migliaia di anni, è deluso dal mondo che si trova davanti, e recluta una squadra di potenti mutanti – incluso uno sfiduciato Magneto (Michael Fassbender) – per ripulire l’umanità e creare un nuovo ordine mondiale, sul quale sarà lui a regnare. Mentre la sorte della Terra è appesa a un filo, Raven (Jennifer Lawrence) con l’aiuto del Professor X (James McAvoy) deve guidare una squadra di giovani X-Men per fermare il loro più grande nemico e salvare l’umanità dalla distruzione totale.

Nella sinossi non vengono citati gli altri tre Cavalieri di Apocalisse (oltre a Magneto), che saranno Psylocke, Arcangelo e Tempesta.

La regia di X-Men: Apocalisse sarà curata nuovamente da Bryan Singer. La sceneggiatura è opera di Simon Kinberg, mentre il cast comprende, fra gli altri, James McAvoy (Xavier), Nicholas Hoult (Bestia), Michael Fassbender (Magneto), Jennifer Lawrence (Mistica), Evan Peters (Quicksilver), Rose Byrne (Moira MacTaggert), Alexandra Shipp (Tempesta), Tye Sheridan (Ciclope), Sophie Turner (Jean Grey), Kodi Smit-McPhee (Nightcrawler), Ben Hardy (Arcangelo), Olivia Munn (Psylocke) e Oscar Isaac (Apocalisse); Hugh Jackman potrebbe fare un cameo nel ruolo di Wolverine. Il film uscirà nelle sale americane il 27 maggio 2016, e in quelle italiane il 18 maggio 2016.

Fonte IGN

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

CLICCA SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE E SUL PULSANTE “SEGUI” PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI DI X-MEN: APOCALISSE

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Chadwick Boseman: Portrait of an Artist, su Netflix il tributo all’attore scomparso 14 Aprile 2021 - 19:12

Viola Davis, Danai Gurira, Reginald Hudlin e Spike Lee sono tra i colleghi che omaggiano l'attore nello special Netflix, ecco il trailer

Perché Grand Army è passata sotto silenzio? 14 Aprile 2021 - 17:30

Ripercorriamo lo strano caso di Grand Army, validissimo teen drama uscito su Netflix nell'ottobre del 2020, ma preceduto da varie polemiche che potrebbero averne minato il successo.

F9: The Fast Saga | Si vola verso lo spazio nel secondo trailer italiano 14 Aprile 2021 - 17:29

Un primo assaggio del volo nello spazio di Roman (Tyrese Gibson) e Tej (Ludacris) arriva con il secondo trailer italiano di F9: The Fast Saga

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.