L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Uncharted 4 Fine di Un Ladro: La Recensione per Playstation 4

Uncharted 4 Fine di Un Ladro: La Recensione per Playstation 4

Di Fabrizio Tropeano

Non è facile scrivere la recensione di una delle più grande produzioni nella storia dei videogiochi, di un CAPOLAVORO di tecnica, programmazione, glamour, level design, spettacolarità ed emozioni capace di trasmettere. Penso sia comunque chiaro che all’autore di questa recensione, Uncharted 4 sia piaciuto e tanto…

Realizzato dai programmatori di Naughty Dog (quelli di The Last of Us tanto per capirci),Uncharted 4 Fine di un Ladro ci riporta in un universo immaginifico che ricorda da vicino quello di Indiana Jones ma ambientato ai nostri giorni fra tesori nascosti, maledizioni, cattivoni e cattivelli di turno. Niente di particolarmente originale ma il ritmo narrativo della vicenda è incredibilmente elevato ponendo l’esperienza disponibile in esclusiva su Playstation 4 a metà strada fra il videogame ed il film interattivo grazie a delle cutscene degne di un lungometraggio cinematografico.

Sotto il profilo strettamente ludico, al di là di qualche variazione sul tema con i mezzi, ed un pizzico di stealth, Uncharted 4, così come i suoi predecessori, si divide fra momenti tipicamente platform ed altri shooter. Il tutto è veramente molto piacevole se per tutto quello che ci viene presentato è molto derivativo nel senso che mescola elementi distintivi di altre produzioni: storicamente la serie riprende da Gears of War e Tomb Raider alcuni suoi tratti mentre questo nuovo capitolo deve qualcosa anche alle caratteristiche “verticali” di Assassin’s Creed e Batman Arkham Knight.

Naughty Dog però ha fatto un incredibile salto in avanti nel ritmo di gioco e nel level design, riuscendo a proporci senza ombra di dubbio uno dei miglioro action-shooter della storia. La formula dell’esclusiva Playstation 4 è sostanzialmente perfetto riuscendo a coniugare divertimento, spettacolarità, sorprese ed anche emozioni in stile cinematografico. Quando scorreranno i titoli di coda, dopo le circa 12-15 ore di gioco (a seconda del vostro modo di vivere i livelli pieni zeppi di tesori da scovare), anche voi vi alzerete in piedi ed applaudirete alla lunga lista di persone che hanno realizzato questo capolavoro, un lungo viaggio virtuale che vi assorbirà completamente.

E cosa dire della realizzazione tecnica? Appena si comincia a giocare non si può non rimanere basiti dalle architetture poligonali, dalla pulizia del textures, dalla profondità di campo e dai bellissimi modelli poligonali dei personaggi (il tutto senza mai un calo nel frame rate), elementi che sembrano fare a gara tra di loro per portare alla luce il gioco più tecnicamente impressionante nella storia dei videogames.

Nel susseguirsi dei livelli la sensazione di stupore diventa di sublime scoprendo la varietà estrema dei livelli e l’incredibile mole di strutture ed elementi differenti con cui è stato costruito l’universo immaginifico di Uncharted 4. Certi giochi, anche di altissimo livello, hanno meno elementi grafici di quanto si incontra nell’ultima ora di U4. Potremmo continuare a scrivere altre centinaia di parole per riconfermare il fatto che Uncharted 4 mortifica la concorrenza ma vi consigliamo di viverlo in prima persona onde evitare di perdersi tutta la sua grandezza.

1456329673-20160224-uncharted-4-story-trailer-03-1456312047_jpg_1400x0_q85

Non da meno il sonoro: non solo la localizzazione in italiano è degna di un lungometraggio cinematografico (a parte qualche calo per alcuni comprimari), ma gli splendidi effetti sonori in surround e soprattutto le suggestive composizioni musicali “ambientali” dalle sonorità variegate ma sempre in perfetta empatia con l’azione su schermo, sono il giusto completamento della grandezza visiva del gioco.

E quando finisce il single player cosa fare? O rigiocarlo (e accadrà sicuramente) ad un livello di difficoltà più elevato casomai, oppure darsi alla eccellente componente multiplayer che propone tre modalità di gioco diverse: Deathmatch a squadre, Controllo e Saccheggio. Naughty Dog ha già promesso aggiornamenti gratuiti che andranno ad aumentare anche il numero di mappe disponibili (al momento otto) con anche l’introduzione della modalità co-op.

home_03_jpg_1400x0_watermark_q85

Da segnalare poi come per il gioco online i programmatori abbiano deciso di abbassare la risoluzione ma alzare il frame rate a 60 fps (il gioco in singolo invece gira a 30) per un’esperienza di gioco più fluida e veloce. Tornando al single player, è già stato annunciato un DLC (questa volta a pagamento) per il prossimo autunno che andrà così ad arricchire la storia della famiglia Drake.

Nel riempire di lodi Uncharted 4 abbiamo infatti dimenticato di scrivere come questa volta oltre a Nathan, faremo la conoscenza di Sam, suo fratello maggiore ritenuto per molti anni morto. La presenza di vari flashback nella relazione fra i due aumenta notevolmente l’impatto emotivo della vicenda.

uncharted-4-a-thiefs-end_2015_06-15-15_015_cropped_0_114_1920_1029_jpeg_1400x0_q85

In conclusione dunque Uncharted 4 si può definire come un vero e proprio kolossal multimediale, con il livello tecnico-tecnologico più elevato mai raggiunto fino ad oggi, il level design più dinamico e convincente visto in un action-shooter. Insomma LA Killer Application di Playstation 4, un titolo che fa veramente la differenza e che giustifica l’acquisto della console Sony senza ombra di dubbio in caso non l’aveste già fatto. Da non perdere senza nessuna controindicazione: Instant Classic!

VOTO: 10

[AMAZONPRODUCTS asin=”B00KWAFNYQ” partner_id=”screenweek-21″]

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Robert Richardson direttore della fotografia in Venom 2 17 Agosto 2019 - 19:00

Robert Richardson curerà per la prima volta la fotografia di un cinecomic. Il premio Oscar tornerà a lavorare con Andy Serkis in Venom 2

Guillermo del Toro descrive il suo Pinocchio una favola brutalista 17 Agosto 2019 - 18:00

Guillermo del Toro descrive il suo nuovo film di Pinocchio una favola brutalista e spiega in cosa si differenzierà dall'opera di Collodi

Raising Dion – Data e prime foto dello show Netflix 17 Agosto 2019 - 17:00

A ottobre arriverà su Netflix lo show drammatico fantascientifico Raising Dion con Michael B. Jordan, prime immagini dei protagonisti

Corto Circuito (FantaDoc) 16 Agosto 2019 - 10:11

C'erano una ragazza, un robot, un finto indiano e la febbre del sabato sera... La storia di Corto Circuito.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Sanford and Son 14 Agosto 2019 - 11:00

Malcom X, il maestro Miyagi, Fred G. Sanford finto anziano e un milione di altre curiosità che saltano fuori leggendo la storia di Sanford and Son.

7 cose che forse non sapevate su Tutti in campo con Lotti 13 Agosto 2019 - 10:13

Sette curiosità su Lotti, giovane stella del golf con la testa a incudine e una passione per gli spaghetti...