L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La fille inconnue – I Dardenne raccontano la fragilità umana con un noir: la recensione

La fille inconnue – I Dardenne raccontano la fragilità umana con un noir: la recensione

Di Andrea D'Addio

Chi è quella ragazza morta una sera su un marciapiede di un’anonima strada di Liegi, vittima di quello che sembra un omicidio? Il video di sorveglianza posto all’esterno di uno studio medico dimostra che scappava da qualcuno. Da chi?  Aveva provato anche a suonare al citofono dello studio, ma nessuno gli aveva aperto, nonostante dentro vi fossero ben due persone…

Si intitola La fille inconnue, La ragazza sconosciuta, ma il nuovo film dei fratelli Jean-Pierre e Luc Dardenne ha un’altra protagonista, la giovane dottoressa che quel giorno non rispose al citofono. Non lo fece per cattiveria. Aveva finito il proprio turno da più di un’ora, era impegnata in una discussione con il suo tirocinante e si aspettava che, se fosse stata davvero un’emergenza, avrebbero suonato almeno due volte. Quando scopre, il giorno dopo, di essere stata corresponsabile, sia pure suo malgrado, della tragedia, decide di chiedere a chiunque conosca, a partire dai suoi pazienti, se conoscessero la ragazza. La sua indagine è appassionata, fatta non sulla base di una strategia investigativa, ma di un innato senso del dovere. Del resto nella sceneggiatura scritta dai due cineasti belgi, lei è il grimaldello per entrare in una variegata comunità di persone con un grande punto in comune, tanto banale, quanto da tenere sempre a mente: ognuno ha i propri problemi, le proprie paure e equilibri precari. La struttura per certi versi è analoga di Due giorni, una notte, dove Marion Cotillard faceva visita a tutti i suoi colleghi d’ufficio per trovare una soluzione che le consentisse di tenere il posto di lavoro. Se lì, però, la protagonista viveva anche una propria storia e maturazione personale, riflesso di quanto le accadeva intorno, la Jenny di La fille inconnue (interpretata dalla brava Adèle Haenel), appare distante, di lei  non sappiamo nulla se non le scelte che compie in base all’indagine. È un’eroina suo malgrado, determinata e coerente con una missione che trova un ottimo parallelo con la sua professione di medico, come se quel Giuramento d’Ippocrate valga sempre e comunque, senza limiti di orario o priorità diverse da qualsiasi questione che non riguardi la salvaguardia della vita.

la fille inconue

Unendo, come è loro solito, realismo e impegno sociale, i Dardenne realizzano l’ennesimo coinvolgente film senza vincitori né vinti, forse minore rispetto ad altri lavori (il già citato Due giorni, una notte o Il ragazzo con la bicicletta, solo per rimanere al passato recente), ma comunque in grado di tenerti attaccato alla sedia e lasciarti andare con occhio diverso sul mondo e la sua umanità. A Cannes, dove il film è stato presentato in concorso, gli applausi in sala sono stati molti, ma è difficile prevedere una terza Palma d’Oro.

ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e InstagramSeguiteci sui nostri social network e nella sezione speciale per non perdere alcuna novità direttamente da #Cannes2016

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. Vi ricordiamo inoltre che potete scaricare la App di ScreenWeek TV, disponibile per iOs e Android.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Predator: i creatori della saga fanno causa a 20th Century Studios per i diritti 18 Aprile 2021 - 11:00

Jim e John Thomas, sceneggiatori del Predator originale, vogliono riavere i diritti dopo 35 anni

I Am All Girls: il trailer del thriller sudafricano, dal 14 maggio su Netflix 18 Aprile 2021 - 10:00

Il film vedrà due detective sudafricane indagare su un giro di prostituzione minorile negli anni dell'Apartheid

Selena: La serie – Il trailer della seconda parte, dal 4 maggio su Netflix 18 Aprile 2021 - 9:00

La seconda parte di Selena: La serie arriverà su Netflix il prossimo 4 maggio. Ecco il trailer.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.