L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Festival di Cannes 2016 al via, ecco i dettagli!

Festival di Cannes 2016 al via, ecco i dettagli!

Di Lorenzo Pedrazzi

Comincia oggi la 69ma edizione del Festival di Cannes, che si svolgerà in Costa Azzurra fino al 22 maggio. Com’è noto, il Direttore Thierry Frémaux e il Presidente Pierre Lescure hanno scelto Café Society di Woody Allen come film d’apertura: un vero e proprio record per l’attore/sceneggiatore/regista newyorkese, che ha aperto il Festival di Cannes già due volte con Hollywood Ending (2002) e Midnight in Paris (2011).

Il maestro di cerimonie
Anche quest’anno non ci sarà una madrina, ma un padrino: l’attore francese Laurent Lafitte sarà il maestro di cerimonie, e raccoglierà il testimone di Lambert Wilson. Lafitte è noto soprattutto per film come I fiumi di porpora, Piccole bugie tra amici e Non dirlo a nessuno, ma fa parte anche del cast di Elle, il film di Paul Verhoeven che sarà presentato in concorso durante questa edizione. L’attore, inoltre, ha prestato la voce alla versione francese de Il piccolo principe.

Laurent-Lafitte-sera-le-maitre-de-ceremonie

La giuria
Il Festival di Cannes si dimostra ben più illuminato dell’Academy nel celebrare il talento di George Miller: il regista australiano, infatti, è stato incaricato di presiedere la Giuria del Concorso Ufficiale, a un anno di distanza dalla presentazione di Mad Max: Fury Road, avvenuta proprio a Cannes. Di grande prestigio anche il resto della Giuria, composta dal regista francese Arnaud Desplechin, dall’attrice americana Kirsten Dunst, dall’attrice e regista italiana Valeria Golino, dall’attore danese Mads Mikkelsen, dal regista ungherese László Nemes, dall’attrice e cantante francese Vanessa Paradis, dal produttore iraniano Katayoon Shahabi e dall’attore canadese Donald Sutherland.

georgemiller-copertina_2

Il concorso ufficiale
Il prestigio del Festival di Cannes è rimasto inalterato nel corso degli anni, e anche stavolta cerca di unire cinema mainstream e sperimentazione, grandi nomi già affermati e nuovi talenti. Il Concorso Ufficiale è molto ricco, e offre una prestigiosa selezione di cineasti internazionali (di cui nessun italiano), alcuni dei quali sono veri e propri veterani della manifestazione, come i fratelli Dardenne, Olivier Assayas, Pedro Almodovar, Ken Loach, Park Chan-wook e Cristian Mungiu. Tra i film più attesi c’è sicuramente The Neon Demon, l’horror di Nicholas Winding Refn con Elle Fanning, ma non si può ignorare nemmeno il ritorno del grande Paul Verhoeven con Elle, sua prima regia in lingua francese. Graditissimo anche il ritorno di Andrea Arnold con il suo primo film americano, American Honey, mentre Jeff Nichols – pochi mesi dopo aver portato Midnight Special a Berlino – presenterà Loving. Ci sarà inoltre The Last Face, nuova regia di Sean Penn. Ecco la lista completa del Concorso Ufficiale:

Toni Erdmann – Maren Ade

Julieta – Pedro Almodovar

American Honey – Andrea Arnold

The Unknown Girl – Jean-Pierre and Luc Dardenne

Personal Shopper – Olivier Assayas

It’s Only The End Of The World – Xavier Dolan

Ma Loute – Bruno Dumont

Paterson – Jim Jarmusch

Rester Vertical – Alain Guiraudie

Aquarius – Kleber Mendonca Filho

Mal de Pierres – Nicole Garcia

I, Daniel Blake – Ken Loach

Ma’Rosa – Brilliante Mendoza

Loving – Jeff Nichols

Bacalaureat – Cristian Mungiu

Agassi – Park Chan-Wook

The Last Face – Sean Penn

Sieranevada – Cristi Puiu

Elle – Paul Verhoeven

The Neon Demon – Nicolas Winding Refn

neon-demon-elle-fanning-1

I film Fuori Concorso
Sono quattro i film Fuori Concorso, ma comprendono ben tre “pezzi grossi” del cinema mainstream che affolleranno il red carpet di star internazionali: Il Grande Gigante Gentile di Steven Spielberg (con Mark Rylance, Bill Hader e Rebecca Hall), Money Monster di Jodie Foster (con George Clooney e Julia Roberts) e The Nice Guys di Shane Black (con Russell Crowe e Ryan Gosling). Qui di seguito troverete la lista completa.

Il GGG – Steven Spielberg

Money Monster – Jodie Foster

The Nice Guys – Shane Black

Gok Sung – Na Hong-Jin

Il GGG

Gli italiani
L’anno scorso ci fu la ben nota tripletta Moretti-Garrone-Sorrentino (peraltro lasciata a bocca asciutta nei premi finali), mentre stavolta il Concorso Ufficiale non include alcun film italiano. Questo però non significa che gli italiani siano assenti dal Festival di Cannes, tutt’altro. Nella sezione Un Certain regard ci sarà Pericle il Nero di Stefano Mordini (Provincia meccanica, Acciaio), tratto dall’omonimo romanzo di Giuseppe Ferrandino, prodotto e interpretato da Riccardo Scamarcio. Nella Quinzaine des réalisateurs figureranno invece La pazza gioia di Paolo Virzì, con Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi; Fiore di Claudio Giovannesi (Alì ha gli occhi azzurri), con Valerio Mastandrea e Daphne Scoccia; e Fai bei sogni di Marco Bellocchio, con Valerio Mastandrea, Bérénice Bejo, Fabrizio Gifuni e Miriam Leone, basato sul libro di Massimo Gramellini (Bellocchio è un habitué del Festival Di Cannes, e inizialmente si dava per scontato che sarebbe stato inserito nel Concorso Ufficiale). Tra le Proiezioni Speciali ci sarà invece L’ultima spiaggia di Thanos Anastopolous e Davide Del Degan. Infine, nella Semaine de la critique sarà presentato I tempi felici verranno presto di Alessandro Comodin, regista dell’ottimo L’estate di Giacomo, con Sabrina Seyvecou ed Erikas Sizonovas.

la-pazza-gioia

Altre sezioni
Nelle altre sezioni del Festival, si segnala la presenza del grande Jim Jarmush con Gimme Danger, che sarà presentato nelle Midnight Screenings. Si tratta di un documentario incentrato sui The Stooges, il celebre gruppo di Iggy Pop, Ron Asheton, Scott Asheton e Dave Alexander, precursori – o, secondo alcuni, veri e propri fondatori – del punk rock. Molto atteso anche Captain Fantastic, nella sezione Un Certain regard: il film di Matt Ross (28 Hotel Rooms) racconta la storia di un devoto padre di famiglia (Viggo Mortensen) che ha cresciuto i suoi figli nell’isolamento di una foresta del Pacific Northwest, imponendo loro un’educazione fisica e intellettuale molto rigorosa; costretto a lasciare quel paradiso ed entrare nel mondo “reale”, metterà in discussione la sua idea di cosa significhi essere un genitore. Il cast comprende anche Frank Langella, Kathryn Hahn e Steve Zahn. Nella Quinzaine des réalisateurs si segnalano invece: Dog Eat Dog di Paul Schrader, con Nicolas Cage, Willem Dafoe e lo stesso Schrader, storia di tre uomini che escono di prigione e devono riadattarsi alla vita “civile”; Neruda di Pablo Larraín, storia di un ispettore che dà la caccia al celebre poeta cileno, con Gael García Bernal, Antonia Zegers e Alfredo Castro; e Poesía Sin Fin di Alejandro Jodorowsky, che torna con un film autobiografico.

Qui di seguito troverete l’elenco dei film inclusi nelle altre sezioni.

MIDNIGHT SCREENINGS

Gimme Danger – Jim Jarmusch

The Train to Busan – Yeon Sang-Ho

Blood Father – Jean-François Richet

UN CERTAIN REGARD

Varoonegi – Behnam Behzadi

Apprentice – Boo Junfeng

Voir Du Pays – Delphine Coulin and Muriel Coulin

La Danseuse – Stephanie Di Giusto

Clash – Mohamed Diab

La Tortue Rouge – Michael Dubok de Wit

Fuchi Bi Tatsu – Fukada Koji

Omar Shakhsiya – Maha Haj

Me’Ever Laharim Vehagvaot – Eran Kolirin

After the Storm – Kore-Eda Hirokazu

Hymyileva Mies – Juho Kuosmanen

La Large Noche de Francisco Sanctis – Francisco Marquez & Andrea Testa

Caini – Bogdan Mirica

Pericle il Nero – Stefano Mordini

The Transfiguration – Michael O’Shea

Captain Fantastic – Matt Ross

Uchenik – Kirill Serebrennikov

Captain Fantastic Poster USA 01

QUINZANE DES REALIZATEURS

Divines – Houda Benyamina

Dog Eat Dog – Paul Schrader

L’Economie du Couple – Joachim Lafosse

L’Effet aquatique – Sólveig Anspach

Fai bei sogni – Marco Bellocchio

Fiore – Claudio Giovannesi

La pazza gioia – Paolo Virzì

Ma vie de courgette – Claude Barras

Mean Dreams – Nathan Morlando

Mercenaire – Sacha Wolff

Neruda – Pablo Larraín

Poesía sin fin – Alejandro Jodorowsky

Raman Raghav 2.0 – Anurag Kashyap

Risk – Laura Poitras

Tour de France – Rachid Djaïdani

Two Lovers and a Bear – Kim Nguyen

Les Vies de Thérèse – Sébastien Lifshitz

Gorg o goosfand – Shahrbanoo Sadat

neruda-pablo-larrain-cannes1

Fonte: Sito ufficiale del Festival di Cannes

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Da Frozen 2 a Bombshell, scopri i migliori trailer della settimana! 20 Ottobre 2019 - 13:00

Vi presentiamo i trailer più belli e interessanti usciti nell'ultima settimana, tra cui quelli di Frozen 2, Cena con delitto e Peter Rabbit 2!

El Camino: il film Netflix è stato visto da 6.5 milioni di spettatori nei primi tre giorni 20 Ottobre 2019 - 12:00

El Camino, il film sequel di Breaking Bad, è stato visto da ben 6.5 milioni di spettatori nei primi tre giorni.

La Festa del Cinema di Roma si tinge di Downton Abbey, le foto 20 Ottobre 2019 - 11:30

Ieri alla Festa del Cinema di Roma è stato il giorno di Downton Abbey. Ecco le foto.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.